Vedi (il) Napoli

L’esperienza dei 51 giorni di pausa del campionato in pieno inverno, con in mezzo un campionato mondiale nel deserto di cui sostanzialmente non mi fregava un cazzo (nè nel mondiale nè del deserto), mi ha calcisticamente disorientato. Tanto che al momento di rituffarmi nel normale scorrere del calcio mi sono accorto di essere impreparato. Molto impreparato. Avevo perso completamente il filo.

Per dire: qualche giorno fa faccio zapping e mi imbatto in una partita del Tottenham. Un tizio apre sulla sinistra e la palla finisce a Perisic. Uh, Perisic, quanti ricordi, quanto tempo. L’avevo già visto con la maglia del Tottenham, poi con quella della Croazia in mezzo al deserto, che nostalgia per quei doppi passi a liberare i cross. Bei tempi, quando sarà stato che era ancora all’Inter?

Sette mesi.

Sette mesi fa ne metteva due alla Juve nell’extra time e vincevamo la Coppa Italia. La Coppa Italia? Parevano trascorsi anni, invece erano sette mesi. Quando avevamo vinto in trasferta A Bergamo? Il 13 novembre, ok, ma di che anno? Venti Ventidue? Ah, 51 giorni fa?

Così ieri mi sono trovato 10 partite di serie A in un giorno solo (non so, non accadeva pare da 170 anni) e mi è venuto una specie di attacco di panico. Non ricordavo niente. Chi gioca dove. Chi allena chi. Risultati, classifica, marcatori. Niente.

Vabbe’, ovvio, qualcosa dell’Inter ricordavo. Tipo che abbiamo la maglia a strisce nerazzurre, che il nostro allenatore ha fatto un figlio con la Marcuzzi e che dovevamo giocare con il Napoli capolista che ci precedeva di (sono andato a controllare) undici punti, un’enormità di cui non mi capacitavo finchè sono andato a vedere i risultati delle partite precedenti, scoprendo che ne avevamo perse 5 su 15, in effetti un’enormità all’origine di quell’altra enormità.

Comunque bene, mi sono di nuovo ambientato. Non saprei dire con precisione dove si ponga la linea di confine tra una certamente buona partita nostra e una non buonissima partita del Napoli, ok, ma non starei troppo a sottilizzare. Battiamo la capolista, molto bene!, ma rimaniamo lontani di 8 (otto) punti. E siamo sempre quarti. Cioè, ecco, non mi perderei in eccessivi festeggiamenti. Siamo indietro come le balle dei cani (detto popolare pavese) e sarà meglio restare concentrati, parecchio concentrati. Diciamo che nelle ultime due partite (giocatesi a distanza di quasi due mesi) abbiamo vinto due scontri diretti dopo aver perso tutti i precedenti. Bene, che dire?, avanti così.

Tra le cose che mi ero dimenticato e che mi appaiono tuttora poco spiegabili c’è che la Juve è davanti a noi. No, cioè, non dovevano essere in crisi, umiliati e vilipesi? Non dovevano essere morti e sepolti? Non dovevano essere stati retrocessi, radiati, polverizzati per ragioni sportivo-penali, avendone fatte di ogni negli ultimi 100-110 anni? (Ora che mi ricordo, il caso-Juve era stata la lettura più interessante durante i mondiali. Cioè, voi leggevate la cronaca di Lapponia-Ecuador e Prussia-Australia?)

Apprendo, andando a ritroso, che la Juve ha vinto le ultime sette partite senza subire un gol. Di queste sette, quattro erano in trasferta, tutte vinte 1-0. E’ un po’ come gli 11 (ora 8) punti di svtantaggio dal Napoli, è un po’ come il Milan che ci resta ampiamente sopra. Sono tutti alert: la vita non ce la può rendere facile nessuno. Tranne noi stessi, tipo ieri sera.

Questa voce è stata pubblicata in Inter e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

113 risposte a Vedi (il) Napoli

  1. Hombre vertical scrive:

    Primo!
    Ci tenevo per una volta

  2. Hombre vertical scrive:

    Scherzi a parte, salvo solo 2 cose: il risultato e quel meraviglioso gesto del Denzel che esonda su Raspadaori (grazie all’ennesima palla sanguinante persa dal grigliatore del Tucumano).
    Da oggi per me Denzel è un uomo nuovo.
    Purtroppo ho visto gente più stanca e svogliata di 2 mesi fa.
    Attualmente si gioca in 2,3 o 4 di meno e fortunatamente altri tirano la carretta.
    Ora diventa tutto molto più facile: serve vincerle tutte e forse potremmo anche arrivare a posizioni interessanti.

  3. Gus scrive:

    Troppo tardi per pensare che il risultato di ieri serva a rientrare nella corsa scudetto. Più facile si sia fatto un bel favore ai cugini.
    Dopodichè sticazzi.
    Mi tengo stretta la prestazione di ieri sera. L’Inter che voglio sempre. Cattiva e sporca il giusto. Quando è il caso, si proceda con le randellate: è cosa buona e giusta. Il Napoli lo abbiamo battuto così. Sontuosi Skrigno e Acerbi dietro che non hanno mancato di lasciare ricordini nelle caviglie dei dirimpettai (una giornata a Samuel in memoria). Laddove Dumfries ieri sera si è prodotto in un placcaggio da NFL su Raspadori in altre gare si son stesi tappeti rossi che ci son costati punti pesanti.
    Big Rom molto indietro, ma tutto quel peso in attacco è tanta roba.
    Tre punti pesanti per il morale della ciurma, dell’ambiente e per la classifica in chiave quarto posto. Soddisfatto.

  4. Geppetto57 scrive:

    Il Romelone nostro, se non altro, da segni di risveglio. C’è da metterlo un pò più in bolla, ma comincia a correre a velocità normale, non al ralenti come da troppo tempo a questa parte.

  5. Scetticonerazzurro scrive:

    Quella di ieri sera non è stata certo la solita Inter, quella intendo del campionato, solita a traccheggiare in difesa con inutili passaggini orizzontali, che sposta troppo in avanti il baricentro del centrocampo lasciando scoperta la difesa alle folate offensive degli attaccanti. È stata piuttosto quella delle due gare col Barcellona ( ha ragione Giorgio) chiusa nel bunker della difesa , ben protetta dal centrocampo che appena intercettata la palla verticalizza il gioco cercando gli attaccanti o lo allarga sulle ali. Cero, con simile tattica si lasciano gli avversari a scorrazzare a centrocampo, ma senza pungere, che è quello che soprattutto conta. Insomma è la vecchia , cara Inter che ho conosciuto nella mia adolescenza nei lontani anni Cinquanta, che tanto ha fatto discutere, ma che tanti scudetti ha guadagnato, da Foni ad Herrera, a Mourinho, fino a Conte: tutti allenatori che partendo con altri disegni tattici si son poi piegati a questa tradizione un po’ sparagnina ma straordinariamente fruttuosa. Un’Inter rinsavita, che abbandona le ambizioni di bel gioco del suo allenatore per ritornare alla tradizione del “prima non prenderle”? Vedremo nelle prossime partite se Inzaghi s’è realmente convertito alla nuova vecchia tattica. Quanto al ritardo dalla prima, attenti: a metà del girone d’andata dello scorso anno eravamo lontani sette punti dalla coppia Napoli Milan. A metà campionato avevamo già recuperato lo svantaggio e eravamo in vantaggio di un gruzzolo di punti, poi dissipato con infine la beffa bolognese. Insomma, non tutto è perduto, siamo ancora vivi, non solo nelle coppe ma anche in campionato dove venderemo cara la pelle. Tuttavia sentire Zazzeroni, che non ci è affatto amico, dichiarare dopo la partita che la nostra squadra è di gran lunga la migliore del campionato è già una bella soddisfazione.
    Buona giornata a tutti

  6. mareintempesta scrive:

    Premesso che anche io credo pochissimo in un eventuale scudetto mi chiedo però perché sto leggendo in molti commenti che avremmo fatto un favore al Milan e ai gobbi in ottica tricolore?

    Il Milan dista da noi 3 punti, i gobbi addirittura un solo punto.

    Abbiamo fatto un favore a loro perché sono meglio attrezzate di noi?
    Perché punto punto contro Milan o gobbi noi non la spuntiamo mai?
    Perché specialmente i gobbi che stanno vincendo in quel modo con il rientro dei vari Di Maria,Pogba etc… diventeranno la squadra da battere?

    Domanda davvero sincera, senza polemica,solo per capire perché loro potrebbero vincerlo e noi no.

    • Gus scrive:

      Per quanto riguarda il Milan, perché (via Lapalisse) star dietro 5 punti con lo scontro diretto da giocare è meglio che star dietro di 8.
      Per quanto riguarda la Juve perché è tornata quella degli 1-0 e dei molto casuali episodi a favore.

  7. Lothar scrive:

    Primo!!!
    Come non smetto mai di pensare di…

  8. Lothar scrive:

    ….!!!!
    Ma sono forse impazzito???!🤪🤪

  9. giardinero9cruz scrive:

    In fondo abbiamo solo vinto una partita, peraltro restando a -8, con RuBe e BBilan tra noi e il vertice.

    In teoria, da qui alla fine del girone di andata (3 partite), avremo un calendario migliore. Ci sarà Napoli-Rube, mentre il BBilan deve ancora affrontare le romane.

    E poi se un Gianduia Vettorello qualsiasi riesce a trombarsi Alessia Marcuzzi, allora perché non sperare?

    Nulla è impossibile!

  10. un libero pensatore scrive:

    Complimenti nell’ordine:
    all’Inter per prima
    a Settore poi per le balle dei cani etc, (magnifico detto pavese)
    a giardinero9cruz per gianduia vettorello etc, (citazione stupenda).
    Mi pare quasi di essere tornato su Interistiorg, di cui sono un affrantissimo vedovo (che bei tempi, sia per l’Inter che per le matte tifose risate che si facevano su quel sito).

  11. denny71 scrive:

    Io sono contentissimo della partita di ieri sera, ma non lasciamoci ingannare dagli elogi sperticati (e interessati) che si sentono/leggono, quello che tutti volevano è che perdesse il napoli, e vista la classifica andava bene anche che perdesse con noi, ma da domani, anzi dopodomani, torneremo ad essere una squadraccia piena di problemi… a proposito, quel rinco di sacchi ha per caso commentato? 😒 cmq chissene, ora abbiamo 3 partite teoricamente abbordabili per chiudere il girone d’andata, continuiamo così e cerchiamo di fare più punti possibili, mal che vada serviranno per il quarto posto

  12. Javier + scrive:

    E a proposito di Sacchi ricordo la sua intervista prima di Inter Napoli:
    “…ha avuto un’ottima idea Spalletti: organizzare amichevoli con squadre straniere perché per quei club non ci sono amichevoli ma partite. Sassuolo-Inter, ad esempio, non ha avuto la stessa intensità…”.
    Quando uno è maestro è maestro…

    Aggiungerei anche un invito a Zozzeroni a mettersi i suoi elogi all’Inter come supposte.

  13. Lothar scrive:

    BEN DETTO JAVIERRRR😆😆😆

  14. Giorgio scrive:

    Per una serie di vicissitudini…il grande Livorno milita adesso in serie D.
    Stasera ho verificato le sentenze del giudice sportivo.
    Ad una squadra (Flaminia) son stati squalificati per una giornata 3 giocatori : Cruz, Gasperini e Mandorlini.
    Va be’, allora ditelo…

    Ah, per Samuel stavolta niente. 😜

  15. Von scrive:

    So che mi attiro le ire di tutti ma diciamo la “non ammirazione” per alcune squadre mi porta a pensare che abbiamo perso le uniche due partite da vincere sempre e vinto l’unica che si poteva perdere per rendere “felici” le due squadre citate.
    Un raro caso in cui l’odio supera l’amore. Scusatemi ma!la simpatia che provo verso certe squadre mi fa sragionare.
    Sacchi e Pioli in crociera sul titanic

  16. neroazzurro-rosso scrive:

    Invece che in crociera sul titanic li legherei alle pale dell’elica, così siamo proprio sicuri sicuri.

    Saltando di palo in frasca: c’è qualcun altro, oltre me, che rimpiange Kovacic?

    Vederlo giocare con la nazionale croata e poi ammirarlo dirigere il gioco del Chelsea, per me, è un grosso rimpianto.

    • Giorgio scrive:

      Presente.
      L’ho sempre chiamato “il bambino d’oro” .
      Ma io non faccio testo, figuriamoci…mi piacevano Beccalossi, Recoba e Coutinho… 🤔

  17. Von scrive:

    Prr la crociera dimenticavo l’agnello rampollo dimissionario e il mister della dea. Altri due simpaticissimi

  18. Lothar scrive:

    Al timone del Titanic il coglionazzo ceco dal casco biondo, che tanto gli é servito per render ancor più plateali le sue finzioni, a fondo!!!

  19. gianfba scrive:

    Ragazzi, non scherzate. Sul Titanic, i nomi che avete fatto avrebbero viaggiato tutti in prima classe e ne sarebbero usciti senza neppure bagnarsi le scarpe. Volo MH370, ragazzi. Facciamo le cose per bene, mettiamoci un po’ di cattiveria.

  20. Enzo scrive:

    Avete notato come i giornalai stanno montando ad arte la frase che Handa ha rivolto all’arbitro Sozza?
    Che poi, lo stesso De Laurentis ha smontato immediatamente il finto caso.
    Tuttavia mi chiedo e vi chiedo: Handa, sapendo che abbiamo gli occhi puntati addosso, era proprio il caso di uscire con quella raccomandazione idiota?
    Chiedo per un amico.

  21. Lothar scrive:

    Ciao Enzo,
    io non so se era il caso,
    o meno che facesse tale raccomandazione.
    So per certo invece che mi manca un calcio di un tempo di cui non si sapeva null’ altro che ciò che accadeva sul rettangolo di gioco, o al massimo rubava un autografo a fine allenamento, ed era bellissimo andare a vedere dal vivo i nostri eroi durante la preparazione estiva.
    Confesso che non ci ho poi quasi creduto negli anni che l’evoluzione avrebbe portato addirittura i miei occhi dentro gli spogliatoi prima della partita!!
    Ma ti confesso anche che ad un certo punto tutto ciò mi é sembrato troppo, perché se in onore del businnes devo andare a controllare il colore delle mutande di questo o quell’altro giocatore mentre, come capitava più semplicemente a me, si sta concentrando su una partita, o riportare una cella tra due giocatori si avversari ma amici all’infuori del campo, e costruirci su caso inesistenti,
    beh, rivoglio il calcio per berlusconiano, quando poco più di zero si sapeva (di certi fatti), e tutto si immaginava.
    Sognavo di più.
    E non solo perché fossi un ragazzino.
    Escusame el polpetton 😉

  22. Lothar scrive:

    cella = celia
    calcio pre berlusconiano
    Pardon

  23. TOTO scrive:

    Non è un buon giorno.
    È morto anche Vialli.

  24. Enzo scrive:

    Ciao Gianluca,
    sei stato un grandissimo calciatore e, a mio parere, un grande uomo combattente e coraggioso.
    R.I.P.

  25. Intersempre scrive:

    Fortunato, Vialli …spiace sotto il profilo umano, ma si tratta di casualità o degli effetti a lungo termine della “cura agricola”?

    • Rubens scrive:

      Quindi, per Mihajloviç dobbiamo alludere ai suoi trascorsi da interista?
      Forse in certi casi, riprendendo un vecchio detto, è meglio tacere rischiando di passare per idioti che parlare (o scrivere) togliendo il dubbio a tutti

  26. giardinero9cruz scrive:

    Rimanderei ad altra data le riflessioni sulle morti sospette, in età ancora mediamente giovanile, dei calciatori nastrani…

    Nel frattempo riposa in pace Gianluca

  27. Gaetano scrive:

    Vorrei ricordare a tutti che Luca Vialli, da ragazzo, era un grande tifoso interista…
    Lo so per certo. Uno dei miei migliori amici lo conosceva personalmente…
    E posso anche dirvi che, a questo mio amico, alcuni anni fa confessò che aveva due soli grandi rimpianti nella carriera; il primo: non aver vinto il mondiale del 1990, il secondo: non aver mai indossato la maglia dell’Inter…
    Riposa in pace, Luca, ricordo un tuo bellissimo gol in un Italia- Spagna del campionato europeo 1988; io avevo 22 anni tu 24…

  28. Geppetto57 scrive:

    Purtroppo si ripetono troppo spesso queste vicende che coinvolgono sportivi, che a dispetto del loro status di ex-atleti di varie discipline, vengono colpiti in età non molto avanzata da malattie o morti improvvise. Considerando che hanno passato gran parte della gioventù iper-controllati per quello che riguarda l’alimentazione e la forma fisica, qualche dubbio, nei non addetti ai lavori, è più che legittimo, senza nulla togliere alla grandezza degli atleti colpiti da questi eventi e al dolore della perdita di tutti coloro che li hanno ammirati e seguiti nel corso della loro carriera.

  29. Pastorius scrive:

    Non mi piace la juventus, non mi piace il suo “mondo” e, molto spesso, non mi piacciono nemmeno i suoi tifosi. Tuttavia, ricordandone la statura di grande sportivo e di uomo intelligente, nonché di avversario sempre leale, sono davvero triste per Gianluca Vialli. Al fenomeno di saggezza Rubens auguro di non avere mai dubbi (perché a me invece una riflessione sulla “medicina dello sport”, in generale, è venuta tante volte).

  30. Intersempre scrive:

    La **** di Moggi-Giraudo-Bettega, allenata da Lippi e affidata alle “cure” del dottor Agricola, attuò, dal ’94 al ’98, “un disegno criminoso per alterare le gare attraverso la somministrazione illecita di farmaci”, in pratica dopando i giocatori sia con sostanze proibite, sia somministrando farmaci leciti su atleti sani in modo immotivato.
    La Corte di Cassazione (motivazione della sentenza citata tra virgolette ) stabilì in via definitiva che la ****, nelle persone di Giraudo Antonio, Amministratore Delegato, e Agricola Riccardo, responsabile dello staff medico, commise in modo continuato, per 4 stagioni, il reato di frode sportiva. 
    Sentenza definitiva, quella citata, che almeno un punto di diritto (purtroppo: teorico) aggravava quella del Giudice di merito (ilTribunale) che come ricorderete (salvo chi NON vuole ricordare) aveva condannato solo il medico Agricola assolvendo con formula dubitativa Giraudo.
    La cronaca – come dicevo: purtroppo – la sappiamo. Grazie all’avvenuta prescrizione del reato – sopraggiunta lo nell’aprile 2007 – la ****, pur colpevole, non potè più essere punita come Stra-meritava.
    Cosa resta di tutto ciò?

    1) SOTTO IL PROFILO SPORTIVO:

     i 3 scudetti vinti dalla **** di Lippi tra il ’94 e il ’98 sono scudetti fasulli, dirsi anzi disonorevoli, di cui la **** si dovrebbe vergognare e che dovrebbe restituire; lo stesso dicasi per le coppe internazionali vinte in quel periodo.

    2) SOTTO IL PROFILO UMANO (aspetto ancora più importante):

    anche ammettendo che i calciatori della **** di quel periodo fossero ignari (l’innocenza si presume fino a prova contraria), gli stessi sono stati vittime di spericolati trattamenti, cavie di immorali esperimenti, che non avevano alcuna giustificazione medica e che hanno messo a grave repentaglio la loro salute e la loro vita.
    Tutti ricordiamo l’abnorme sviluppo muscolare verificatosi sia in Vialli che in Del Piero. E non va dimenticata che veniva effettuata anche la somministrazione di farmaci antidepressivi, che in soggetti sani possono avere effetti opposti: siamo proprio sicuri che tra la gratuita e sistematica somministrazione di anti-depressivi praticata alla **** di quegli anni maledetti e il tentativo di suicidio di Pessotto (facente parte della “rosa” dell’epoca), non ci sia alcun alcun nesso?

    Questo dovrebbe pensare chi cita Oscar Wild (forse senza nemmeno sapere chi fosse costui) prima di dare dell’idiota agli altri…

    • Enzo scrive:

      Hai fatto un’ottima disamina storica di tutte le porcherie dei ladroni bianconeri perpetrate ai danni di tutte le squadre che parteciparono in quei campionati.
      Ma il problema più increscioso e vergognoso sai qual è? È che la maggior parte degli schifosotti che amano la maglia simil galeotti, hanno goduto di quelle ruberie.
      Però qualcuno di loro si permette di venire a commentare su questo blog e fare il solone.
      Bah…

  31. Intersempre scrive:

    * in punto di diritto
    ** da dirsi anzi disonorevole
    *** Oscar Wilde

  32. fortebraccio scrive:

    Monza – Inter 2-0

    ‘notte

  33. denny71 scrive:

    Scusate, volevo fare un commento “serio”, mi dispiace molto per vialli, uno dei pochi giocatori che hanno giocato con quelli là che ho sempre rispettato, e anche nella malattia ha avuto grande compostezza e dignità. Devo dire che quando queste cose succedono a ex-sportivi professionisti purtroppo viene un po’ il dubbio che siano anche legate ai “trattamenti” ai quali si sottopongono (magari senza essere completamente consapevoli) ma resta appunto un dubbio… 🤷‍♂️ cmq riposi in pace, credo che anche gli avversari avranno un buon ricordo

    • Hjc scrive:

      Grazie Denny
      Appartengo a quella generazione abituata a pensare che di fronte alla morte debbano fermarsi le polemiche, e di conseguenza considero ineccepibile quello che hai scritto (e prima di te, anche altri).
      Apprezzo e ho apprezzato, di Vialli, l’attitudine a essere uomo prima che calciatore. Non è certo questo il momento, secondo me, di svilirsi a discutere d’altro

    • Giorgio scrive:

      And then WE were three 🙂
      Grazie, Hjc, hai fatto ESATTAMENTE quel che mi aspettavo (vedansi “le vedove” 😁).

    • Intersempre scrive:

      Concordo con te: Gianluca Vialli è uno dei pochissimi ad avere giocato con “quelli là” che ho sempre stimato come sportivo e come uomo fuori dal campo.
      Pochissimi, da contare sulle dita della mano di Peppino Prisco.

  34. neroazzurro-rosso scrive:

    Sono stato anticipato di poco nei commenti e noto che, almeno lo spero, stia prevalendo il buon senso.

    Davanti alla morte non credo sia il caso accanirsi sul passato più o meno nebuloso di certi personaggi, si rispetta solo ed unicamente chi, al mondo del calcio, ha dato molto sia in termini sportivi che umani.

  35. Von scrive:

    Io penso, per quello che puó valere il mio parere, che Intersempre abbia scritto molte cose corrette. Ricorndo anche io molto bene come si presentó il Vialli e altri calciatori juve dopo la “cura” Agricola. E la cosa mi insospettì molto da subito. Sentenze passate in prescrizione, poi prescritti saeemmo noi, ma molto chiare. Non so e non voglio sapere di cosa erano consapevoli i giocatori ma qualche dubbio mi viene. Penso che di fronte alla possibilità di vittoria tutti gli atleti chiudano occhi, naso ed orecchie pur di trionfare (vedi atletica pet citare una disciplina). Questo non giustifica nulla naturalmente.
    Sia come sia pet Vialli umanamente dispiaciuto.
    Per la juve vorrei ricordare se il VAR a Cremona era guasto oppure gli addetti erano a bere una cioccolata calda al bar. Gol Cremonese regolarissimo, fuorigioco inesistente, ma a noi non hanno fischiato un rigore contro per il Toro. Già, solo noi collevoli di tutto

  36. Giorgio scrive:

    Sto con neroazzurro-rosso al 100%.

    E prima di lui…l’intervento che mi è piaciuto di più è stato quello di Fortebraccio 😁

  37. Francesco 70 scrive:

    Il Monza tra le neo promosse è quella che ha fatto acquisti più “importanti “. Può fare meglio di così, sicuramente. E oggi lo dimostrerà. Senza affanno alcuno, ci soverchierà facilmente.

  38. Rubens scrive:

    Ok,
    credo di essere stato un po’ maldestro nell’esprimere un concetto che invece hanno evidenziato perfettamente alcuni di voi, e cioè che in certi momenti il ns tifo debba fare un passo indietro.
    Mi scuso con @intersempre se sono stato offensivo, non era mia intenzione

    E adesso vado a vedere qualche video di Oscar Wilde… (era un centrocampista del Tottenham, giusto?)

  39. Giorgio scrive:

    Rubens, Rubens…
    Sei proprio SICURO di non esser magari nato interista e poi scambiato (be’, certo…potevano sbagliare con la culla di un tifoso del Pavia, e sarebbe stato meglio 😁) ?
    Lo domando perché il tuo stile (BRAVO + per quel che hai scritto) è piuttosto…diciamo così…”inusuale” rispetto al solito “vincere è l’unica cosa che conta, abbiamo vinto 96 scudetti, Moggi santo subito”, etc. etc. …
    Per gli aforismi di O. Wilde ci sarà tempo.
    Anni fa, in una relazione, ogni capitolo era preceduto da una frase celebre.
    Una – fulminante – era di A. Einstein (ignoro se fosse il libero del Lipsia) : “Solo due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana. Ma sull’universo ho ancora dubbi”.
    E così anche stamani la nostra porca figura l’abbiamo fatta…😜

  40. denny71 scrive:

    Mi associo a Giorgio, Rubens sei proprio sicuro di essere juventino? Dimostri una moderazione e un’ironia (partendo dalla scelta del nick) che ti assicuro sono merce rara fra i tuoi compagni di tifo… ma lo so, quando uno inizia a tifare una squadra è “condannato”, come diceva qualcuno puoi cambiare paese, puoi cambiare lavoro, puoi cambiare moglie, ma cambiare squadra è impossibile (pensandoci bene, è un fenomeno che andrebbe studiato)

  41. Albert scrive:

    Vi leggo da molto tempo, anche se non ho mai commentato.
    Faccio un’eccezione.
    Condivido le considerazioni espresse da Intersempre, che mi paiono espresse con grande obiettività e nel pieno rispetto della persona di Vialli, anche di fronte alla sua morte, che tutti piangiamo, al di là della personale passione sportiva di ognuno di noi. Anzi, proprio questa e altre circostanze sospette ci inducono a riflettere sulle pratiche (mai chiarite a sufficienza) che erano di moda nello sport a inizio Anni Novanta (non solo nel calcio, ma anche nel ciclismo e nell’atletica) e di cui comunque la Juventus fu una delle massime colpevoli (anche se uscì indenne da questa vicenda).
    L’intervento di Intersempre non è dunque frutto di idiozia o imbecillità, come qualcuno qui, neppure tanto fra le righe, ha insinuato.
    Salvo poi presentare le scuse postume di chi offende e poi ti dice : “ma non te la prendere, dai, non hai capito che scherzavo?”
    Quanto a Rubens, devo cercare su internet chi sia. Mi pare di avere già sentito questo nome…mi sembra di ricordare si tratti di un imbianchino belga che ha decorato il BAR OCCO.

  42. Pastorius scrive:

    Non voglio rigirare il dito nella piaga ma, non tanto tempo fa, morì anche un certo Paolo Rossi a causa di un tumore. Mi ricordo che ad un certo punto qualche medico sportivo si adoperò per fargli acquisire massa muscolare. Erano quelli gli anni d’oro dei metodi spicci per ottenere miracoli…stiamo parlando di atleti di livello internazionale, non di gente comune, eh?

  43. TOTO scrive:

    Tanto per cambiare discorso mi lancerei in una elucubrazione tecnica.
    Avete presente il gol di Tonali a Salerno ed i tentativi falliti di Darmian e Lukaku contro il Napoli?
    Bene, sono convinto da sempre che, tirando rasoterra, in un mondo in 3D, hai meno possibilità di sbagliare; alto non va e sotto il prato neppure. 😁
    Allora, perché in tanti tirano forte sopra la traversa e quindi in curva?
    Vabbè che il portiere ha anche i piedi oltre le mani però mi sembra più probabile fare gol. A meno di difensori sulla traiettoria, ovviamente.
    Che ne pensate?

    A M A L A

    • denny71 scrive:

      Ciao TOTO, io penso che darmian e lukaku probabilmente volevano tirare rasoterra ma hanno sbagliato… posso partecipare per vincere il premio “grazie al ca”? 😀

    • Geppetto57 scrive:

      Per lo stesso motivo (il pallone non può andare sotto il terreno di gioco), non è così semplice tenere il pallone rasoterra. Credo che la tentazione di chi tira in porta di alzare la palla derivi dal fatto di andare in una zona meno popolata di oggetti che possono deviare il pallone, portieri compresi. Ci può sicuramente stare pure una certa dose di scarponaggine e/o l’impercettibile deviazione del pallone causato da rimbalzi strani sul terreno o effetti impressi precedentemente. Resta comunque inarrivabile, nell’immaginario popolare, il “gol nel sette”, molto più del rasoterra preciso.

  44. Giorgio scrive:

    Dal basso della mia carriera calcistica…partecipo all’interessato quesito posto da Toto.
    C’è una cosa che – parlo proprio per esperienza diretta – non avete ben valutato.
    A parte mio nipote (il “piccolo” di mio fratello) e altri, votati alla difesa per indole…il gioco del calcio ti spinge all’attacco, perché di solito esalta chi segna, meglio ancora se con “colpi” memorabili.
    Non avendo io (e tanti altri, però, eh ?) la classe di Ronaldo (R9) o Maradona o Zico, e però parimenti “vivendo per il gol”…quando mi trovavo a tirare cercavo di dare al pallone tutta la potenza che avevo, rischiando fatalmente figuracce altrettanto memorabili.
    Insomma : un attimo prima sognavo sguardi ammirati e paragoni con Levratto (non siamo coevi ma mi colpì leggerne la forza) e un momento dopo sentivo : “ora lo vai a prendere”, mentre guardavo il pallone che rotolava lontanissimo 😫
    E non venitemi a dire che parliamo di professionisti e non dovrebbero sbagliare…si tratta di giovani che ogni volta in un secondo si giocano tutto.

    • Geppetto57 scrive:

      Sulla pretesa “infallibilità dei centravanti” si potrebbero scrivere dei trattati. A mio modesto parere la capacità di uno che dovrebbe fare gol è la sua capacità realizzativa in rapporto ai palloni obbiettivamente giocabili. Il centravanti che fa gol nell’unica occasione concessagli è un must, così come vincere una partita 1-0 dopo aver subito 90 minuti l’avversario. Ma se tutti i palloni li buttasero in rete, sarebbe ancora calcio?

    • Javier + scrive:

      Pure Levratto è andato a scovare, ma sei un pozzo di sorprese senza fondo!
      Mi ricordi Eta Beta che tirava fuori la qualunque dal gonnellino 😁

    • Giorgio scrive:

      È appena iniziato l’anno e sono ancora buono…
      Toto ha (opportunamente) intavolaro un argomento interessante…
      Tra poco c’è la partita…
      P.Q.M.
      Eviterò di approfittare dell’appetitosa opportunità offertami dal “gonnellino” per rispondere come meriteresti 😜

      Eta Beta…tzè.

  45. denny71 scrive:

    Urca! Javier mi hai fatto venire il dubbio, eta beta diceva pfui o ptzè? va be, ora bando alle ciance, concentriamoci sul monza, dopo il pullman di tr… promesso da silvio saranno motivatissimi…

  46. fortebraccio scrive:

    Monza – Inter 2-0
    ‘notte

  47. Enzo scrive:

    Intanto le merde hanno segnato all’86° (la partita precedente al 93°).
    Con questa, sono 8 le vittorie consecutive.
    Fanculo!

  48. mareintempesta scrive:

    Per loro è un derby.
    Giocano alla morte, ci stanno provocando, ginocchiata in testa a Barella, manata in faccia a Lautaro, ci stanno picchiando, il loro 7 ha fatto due falli durissimi e giocano sporco chiedendo rigore in continuazione.

    Insomma altra squadra amica dell’Inter in serie A.

    Detto ciò onore invece a Mari sul gol di Lautaro, persa palla 9 difensori su dieci in Italia si buttano e spesso, se non sempre, prendono fallo

  49. fortebraccio scrive:

    Monza Inter 2-0

    ‘notte

  50. Francesco 70 scrive:

    Goal preso un pò troppo facilmente, per fortuna che martinez ha rimediato. Non servirà, ha ragione Forte. Il Monza nel secondo tempo farà l’impresa.

  51. Lothar scrive:

    Peccato prendere il pareggio subito,
    Acerbi, mi pare, si é fatto cancellare come un ragazzino dal monzese.
    Però dai, siamo gagliardamente in vantaggio, cerchiamo il terzo e portiamola a casa senza troppi patemi.
    Bravo Lauti, quel che si dice un gol di rapina olé.

  52. Lothar scrive:

    cancellare sarebbe uccellare

  53. giardinero9cruz scrive:

    Loro più cattivi e determinati. Noi a tratti bene e a tratti svagati, come sull’ennesimo gol subito.

    Serve fare subito il 3° gol e portarla a casa. Non è serata per mettersi a gestire il risultato…

  54. Giorgio scrive:

    Vediamo un po’… : arbitro mediocre (gomitata su Lautaro e fallo quando Darmian invece non tocca l’avversario), Dzeko mediocre (per ora non ne azzecca una).
    Barella…polemico come sempre.
    Se convertisse in giocate tutta quella vivacità…sarebbe un fuoriclasse inarrivabile.

  55. mareintempesta scrive:

    Che simpatico il “sig.” Izzo

  56. Francesco 70 scrive:

    E niente. Un sombrero a due minuti dalla fine. Tre punti buttati. Campionato chiuso ermeticamente ai primi di gennaio.
    Ora cerchiamo di non andare troppo alla deriva. Un quarto posto , se le altre davanti crollano,potrebbe ancora arrivare.
    Un sombrero. A due minuti dalla fine.
    No, dico. Un sombrero.
    Mavaff…

  57. Chun-li Chung scrive:

    esoneratelo.
    e con lui tutti i parametri zero e ultratrentenni low cost che stanno trasformando l’inter in un progetto che tira a campare con la scadenza di anno in anno.

  58. Militus scrive:

    Francamente non mi capacito di una prestazione simile, eppure non mi pare che nel primo tempo si fosse speso tanto. Lo avevo scritto dopo la vittoria con il Napoli, se non si gioca con grinta e ferocia anche un Monza qualsiasi ti mette sotto. Temevo che la vittoria contro il Napoli sarebbe servita solo a bbilan e bjuve e così purtroppo sarà. Assurdo, assolutamente assurdo.

  59. denny71 scrive:

    Scusate ma voi avete capito perchè ha annullato il 3-1? Fuorigioco? Fallo di confusione? Arbitro stronzo? Chissà se questo sarà considerato un “caso”…

  60. giardinero9cruz scrive:

    A cosa serve battere il Napoli se poi pareggi con il Monza??

    Resta il dubbio del gol del 1-3 annullato, per il resto il 2° tempo è stato indecoroso.

    Ora è ufficiale: si gioca per il 4° posto.
    I sogni finiscono qua.

    Game over

  61. Geppetto57 scrive:

    Abbiamo rischiato seriamente di costringere zio Silvio a procurarsi il famoso pullman. Non smettiamo di far ridere quando incontriamo queste squadre. Lukakone non pervenuto.

  62. Lothar scrive:

    C’è chi vince di horto muso,
    e chi al 93mo la prende nel buso.
    Non me ne frega niente se loro giocano alla morte contro di noi,
    perché é é un derby o per chissà quale altro ci a zetazeta o di motivo,
    proprio perché siamo l’Inter e lontanissima dalla vetta dovremmo giocare in apnea tutte le partite fino in fondo!!
    E invece ho visto parecchi non esattamente sul pezzo.
    Romelu purtroppo in testa, 10 palle toccate? 9 perse, per mollezza, ma allora!!
    Gagliardini solito demente in pochi minuti si fa anche ammonire, Dumfries non si é nemmeno reso conto di essere e tirato in campo, ma vaffanculo va!
    Pericoli corsi zero, ma ecco che tiriamo fuori sempre un coniglietto dal cilindro, possibilmente a 2 minuti dalla fine.
    Onore agli avversari, senza esser mai pericolosi, ci han creduto lo stesso fino in fondo, e rivaffanculo, son stati ripagati.
    Speravo fossimo capaci di vincere certe partite, ma non é nelle nostre corde.
    Peccato, si lotta solo per il quarto.
    Auffffffffffff

  63. Gus scrive:

    Se qualcuno coltivava ancora qualche speranza per lo scudetto (non certo io) con stasera si metta l’anima in pace. Ahimè certificato con questa sera che i 3 punti di mercoledì con il Napoli saranno serviti più al Milan e alla Juve. La corsa va fatta sul quarto posto e ce la giochiamo con Lazio Roma e Atalanta. Stasera vittoria gettata alle ortiche come tante altre volte. Si è probabilmente pagata la fatica dell’altra sera in termini fisici e di concentrazione (quindi non da grande squadra). Secondo tempo troppo passivo per lunghi tratti, poi avremmo potuto/dovuto chiuderla (un gol l’avevamo anche fatto ma tant’è…). Lukaku credo abbia battuto il record di palle indifese: pessimo apporto ad una squadra che aveva bisogno come il pane di tenerla sù. Amen. A questo punto forza Napoli.

  64. Enzo scrive:

    Come una squadretta qualunque, vincendo con il Napoli e senza dare continuità di vittorie, abbiamo solo fatto un favore alle 2 squadre che ci precedono.
    Stasera, con un secondo tempo disastroso (a proposito… bravo Monza!) e, dopo aver subito il 24° goal (la giuve solo 7!), ditemi, dove vogliamo andare?

  65. Lothar scrive:

    E putt.. La miseria, si riprende a imbarcare reti al passivo ad ogni tiro in porta (quasi), ma come é possibile che si dorma IN SERIE A?????
    Ma come é possibile?!?

  66. Javier + scrive:

    Siamo quello che rimane dopo dei mercati ridicoli. Ogni volta che si fa un cambio siamo più deboli, dopo 4 o 5 siamo al 50%. Sappiamo chi ringraziare.

  67. denny71 scrive:

    Vedo che inzaghi sta mettendo i puntini sulle i, e fa benissimo, siamo stati derubati, pochi cazzi! E non voglio sentire/leggere discorsi sul fatto che abbiamo giocato male etc. etc. questo è uno scandalo, mi aspetto un casino mediatico come quello dei gonzi dopo lo spezia l’anno scorso 🤬 ah, e per chi non aveva capito il discorso sull’arbitraggio contro il napoli, guardate x es. come è stato ammonito skriniar

    • Gus scrive:

      Guarda, stasera siamo ai classici: ci si incazza di più per le nostre magagne (vedi la gestione del secondo tempo, l’apporto di Lukaku, quello di Gagliardini, l’errore assurdo di Miki in mezzo al campo nel recupero…) o per un arbitraggio indecoroso (gestione dei fischi palesemente condizionata dal battage mediatico nei confronti dei nostri “picchiatori”, gol di Acerbi regolarissimo annullato da un fischio molto vintage, visto che bastava tenersi il fischietto in mano e aspettare che il Var certificasse come il difensore del Monza fosse stato abbattuto da un compagno e non da Gagliardini).

  68. Giorgio scrive:

    Avevo scritto in modo critico di Dzeko.
    Visto Lukaku stasera ..me ne scuso col bosniaco e con tutti.
    Correa rischia di salire a terza scelta 😖
    Per il resto…io non credevo al titolo mercoledì sera e non sono abbattuto adesso. Barella e Calhanoglu sostituiti, più Brozo non disponibile…non ce li possiamo permettere.
    Ho la freddezza di ricordare parecchi falli lasciati correre a favore dei monzesi e troppi falli fischiati contro di noi. Se avessimo vinto non avremmo rubato alcunché, ma non è questo il punto. Abbiamo giocato una partita intera con l’attacco retto da uno solo, che per di più aveva giocato i mondiali e ha preso un paio di botte mica male da Izzo.
    Troppo poco per una squadra con ambizioni.
    Serve una seconda punta all’altezza e qualcuno che sappia giocare dietro.
    Se no…saranno tutte partite alla “viva il parroco”.
    Anyway : forza Inter, con Brozo, Barella e Calhanoglu assieme…possiamo star su più che dignitosamente.

    • denny71 scrive:

      No Giorgio, il punto è proprio che ci hanno rubato la vittoria, piantatela di fare gli sportivoni, non mi frega niente di tutti i problemi che abbiamo, era 3-1 stop

  69. gianfba scrive:

    abbiamo giocato male, abbiamo dimostrato tutti i nostri limiti ed il pareggio è giusto.
    Detto questo, anche l’arbitro ci ha messo il suo. Sul gol di Acerbi non c’era motivo di fermare il gioco fischiando prima ancora che il pallone arrivasse in area. Se fosse stato fallo, avrebbe avuto la possibilità di rivedere l’azione al VAR. Invece ha semplicemente stroncato l’azione. Errore grave, da almeno due giornate di stop per l’arbitro.
    Per quanto ci riguarda, abbiamo definitivamente messo fine alle illusioni.

  70. denny71 scrive:

    Vabbè ciao io mi autocensuro, anzi mi autoespello dal blog. Continuate a criticare tutti i difetti di lukaku, dumfries e chi volete voi, non ho più parole, solo bestemmie

    • Enzo scrive:

      Denny71, quando uno di noi esprime un parere, credo sia corretto che non venga considerato come un dogma.
      Quindi, ti esorto a non autoespellerti dal blog, ma continua a esporre i tuoi commenti con la massima libertà.
      Poi ognuno sarà libero di utilizzare la famosa “rotellina”, oppure no.

  71. Javier + scrive:

    Ok allora lo dico.
    Amici a cena (Sic…) accendo il 2 tempo e levo l’audio per non disturbare le donne che ciaciarano. 3 a 1, io dico vediamo se è successo qualcosa, inquadrano in primo piano Gaglia che non fa NULLA ,io dico ok qua non c’è niente, vediamo se è fuorigioco ma non inquadrano nulla e il gioco riprende. Io e il mio amico basiti, boh ci sarà stato qualcosa , non protesta nessuno… Non capiamo.
    Quanto a Miki… eh vabbeh ragazzi se però non avete più voglia di giocare seriamente andate a pescare al lago non occupate un posto che magari occupava qualcuno con più voglia.
    Concordo con Denny, questa ce lhan rubata e la sua osservazione sugli arbitraggi età tutt’altro che complottismo, c’è un secolo di storia che parla. Basta andare a giocare a Monza (no al Bernabeu) per essere trattati a pesci in faccia.
    Partita rubata
    Miki Coglione.
    Perché va bene tutto ma gli occhi ce li abbiamo.

  72. Oannes scrive:

    Raga…sono senza forze. Ero impreparato alla ripresa del campionato.. col Napoli sono crollato di nervi a 20 minuti dalla fine ,( mi chiedevo come avessi fatto a non morire in quel Barca Inter..che ora in 30 secondi di tensione sono pronto a chiamare 118 e 112), stasera mi sono arrotolato sul divano già al 12emo minuti. Per poi ricordare in 50 minuti cosa voglia dire essere Inter: essere derubati dagli amici dei ladri ( che così ne escono puliti), avere 70ennj in squadra che non corrono né giocano più a calcio ( ma coi quali fai mercati cinesi), e avere tutti gli altri che credono che i compagni la risolveranno per loro.
    E nei prossimi due giorni arriverà il resto: nessuna voce alta dalla presidenza, forse un filetto dalla vice presidenza, e alcun comunicato stampa.
    Ah, dimenticavo: e Inzaghi, che ci propone quel centrocampo lì, resta fino a fine contratto così come Lukaku che pare venda magliette a Pechino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.