Avere la Juve come mascotte

Nell’Anno domini 2022 con la Juve ci siamo rapportati al limite del bullismo calcistico. Del resto, i gobbi hanno dovuto fare i conti con il karma per tutta la stagione: giusto così. Era ancora la prima metà di agosto quando si godevano lo spettacolo del nostro giocattolino che si disfaceva con il Chelsea che – pagando bene, per carità – veniva a fare spesa a Milano portandoci via l’Uomo della provvidenza. I più ilari e sprezzanti in quei giorni erano loro. Non sapevano che la luna di miele sarebbe durata una ventina di giorni scarsa: quando Cr7 li ha lasciati in braghe di tela, si sono accorti di una cruda realtà che avrebbe costantemente caratterizzato la loro annata un po’ così. E a rendergliela pessima siamo stati proprio noi: due finali ai supplementari, una vinta al 120′ e una vinta con due rigori, due trofei vinti e nel contempo tolti a loro, una goduria quasi surreale. E poi quella vittoria a Torino nel loro miglior momento e nel nostro peggior momento, poteva essere il sorpasso e invece puff!, il loro campionato è finito lì. Tre vittorie e un pareggio su quattro confronti, prima volta per loro dopo 11 anni senza niente in bacheca: meraviglioso.

Ogni volta che vedo l’Inter vincere, addirittura vincere in rimonta, addirittura vincere in rimonta con la Juve, non posso fare a meno di pensare a un campionato che ci sta sfuggendo in maniera quasi incredibile. Se siamo stati spietati con la Juve, siamo stati troppo generosi con il Milan. Vorrei godermi il momento, ma non ce la faccio. Vorrei essere d’accordo con chi sostiene che con le premesse di agosto tutto quello che è arrivato dopo è un di più, ma non lo sono. La realtà è che questa squadra si è rivelata piano piano la più forte in Italia: e se queste due coppette contese alla Juve sono state la ciliegina della stagione, la torta è invece lì in bilico, sempre più vicina alle fauci del Milan. Poteva andare meglio, e invece no. Anche in finale di Coppa Italia ci siamo dimostrati capaci di fare la qualunque, nel bene e nel male. Soprattutto nel bene. Perisic strepitoso e polemico, stanco ma decisivo. Un po’ come vorremmo tutti: stanchi e decisivi. Domenica in 5 ore si deciderà quasi tutto. Mi porto avanti: grazie ragazzi, spreconi di talento. Vendiamo cara la pelle, il resto si vedrà.

Questa voce è stata pubblicata in Inter e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

77 risposte a Avere la Juve come mascotte

  1. Francesco89 scrive:

    Sto ancora godendo di brutto!!!!

  2. max58 scrive:

    Sto godendo come una BESTIA!!

  3. Francesco89 scrive:

    Ancora non dormo….
    E visto come è andata in Coppa io ci provo ancora…. 😉

    Vorrei parlare un po’ degli altri nerazzurri, quelli di Bergamo:
    1) Gasperini in questi 6 anni ha fatto un lavoro eccellente però non è riuscito mai
    a fare il salto di qualità definitivo: penso per esempio al finale della scorsa stagione in cui perse prima la finale di Coppa Italia con la juve e poi lo scontro diretto in casa col Milan all’ultima giornata che li avrebbe portati ad uno storico 2° posto in campionato! Insomma possiamo considerarlo un “perdente” di successo! Ecco ha ora l’occasione della vita…. la possibilità di essere ricordato nella Storia del Calcio, ossia come colui che ha scucito dal petto lo scudetto dei rossoneri…. io credo che non dovrebbe perdersi assolutamente questa occasione non solo perché potrebbe essere una delle sue ultime ma anche perché gli interisti sarebbero costretti (e non vedrebbero l’ora) di scusarsi con lui per come è stato trattato ed esonerato dopo 5 giornate di campionato nel 2011/12.
    2) Muriel è un attaccante incredibile (9 gol e 8 assist quest’anno), in alcune movenze
    e gesti tecnici spesso mi ha ricordato Ronaldo il Fenomeno. Anche quest’anno ha fatto
    dei goal incredibili…. Ma uno non potrebbe benissimo tenerselo per i cugini rossoneri?!
    3) Pasalic (13 gol e 6 assist quest’anno) qualche anno fa è stato sedotto e abbandonato
    dal Milan quando aveva 22 anni e aveva pure segnato 5 goal. Ora ha 27 anni e
    credo abbia tutto il diritto di avere uno spirito di rivalsa verso coloro che non hanno
    creduto in lui e cerchi di segnare loro almeno una rete!
    4) Non vorrei scomodare Zapata infortunato o Ilicic indisposto ma almeno un altro gol
    sarebbe assolutamente gradito perché con quelli là non si sa mai…. non so per esempio Malinovsky (6 gol e 5 assist quest’anno) potresti pensarci tu! Oppure Demiral (1 gol) o qualsiasi altro giocatore, non dovreste cercare di evitare una stagione fallimentare qualificandovi nelle coppe?! Ricordo bene che sia ad inizio stagione, sia alla fine del girone d’andata (vincendo a Napoli 3-2) eravate addirittura dei seri candidati allo scudetto! Dovreste ricordarvi alcune delle vostre memorabili partite, per esempio avete sfiorato la semi-finale di Champions League rischiando di eliminare il Psg, quindi nessuna impresa vi è preclusa!
    5) Hanno esaltato la grande difesa del Milan, in particolare il portiere Maignan: non
    dico che non sia bravo ma hanno fatto di tutto per screditare Donnarumma solo perché se ne è andato a parametro zero lasciandoli col cerino in mano e quindi esaltano questo portierino anche quando fa cose normalissime. Io penso che ci vorrebbe una sua clamorosa PAPERA per costringerli a dare giudizi più equilibrati su questo portiere e anche per rimettere le cose in pari nei confronti del povero Radu! Questa penso sarebbe giustizia!
    6) I tifosi rossoneri sono “gentilissimi” ultimamente, quindi credo che una piccola lezione di sportività sarebbe educativa: sto pensando a qualcosa che li lasci ammutoliti al Meazza per tutta la partita, in un silenzio irreale. Ovviamente sarebbe altamente consigliato che questo avvenga la prossima Domenica…. ma in realtà non c’è fretta, va bene anche la successiva!
    7) Solo per completezza d’ informazione vorrei ricordare i risultati degli ultimi 7 precedenti di cui 5 da quando c’è Gasperini:
    2014-15 Milan- Atalanta 0-1
    2015-16 Milan- Atalanta 0-0
    2016-17 Milan- Atalanta 0-0
    2017-18 Milan- Atalanta 0-2
    2018-19 Milan- Atalanta 2-2
    2019-20 Milan- Atalanta 1-1
    2020-21 Milan- Atalanta 0-3
    2021-22 Milan- Atalanta 0-?!?
    😀 😀 😀 😀 😀

  4. Keisari10 scrive:

    Una goduria totale, senza la var la Juve avrebbe forse vinto.Non é sempre perfetta,ma sicuramente l’incubo gobbo. Ci lamentiamo delle capellate del nostro difensore olandese, e quello dei gobbi allora. Certo uno stemma tricolore piccolino lo abbiamo, ma senza miracoli brucia regalare lo scudetto per una partita pazza.E non lo dice solo un inteista non neutrale, ma anche tanti giornalisti stranieri. Io non so come fate a vivere con la stampa e i giornalisti italiani. Ogni fallo dell’Inter era sicuro,quelli dei gobbi o non lo vedevano o minimizzavano.E quella schiappa lavora a Inter TV??? Cmq non per fare il polemico, ma a gennaio invece di Gosens si poteva fare debiti e rubare una bestia come Vlaovic o almeno rinnovare con Perisic.Sbagliano tutti pure i mitici dirigenti.Forza Inter 4ever! E Forza Atalanta….

    • Geppetto57 scrive:

      A guardare bene, anche il rientro di Perisic la nostra dirigenza l’ha visto come un incidente, visto che il Bayern ce lo aveva restituito. E magari sarebbe servito anche a loro.

  5. Lothar scrive:

    Vi abbiaaamoo roottoo il culooo
    Vi abbiaaamoo roottoo il culooo

  6. Lothar scrive:

    Siiiii é stupendooooooo (cit. VASCO)
    Mi vieeneee il vomitoooo
    quando veedoo quadraaadooo

  7. Lothar scrive:

    Non so dove voi viviate,
    ma alle 04:58, qui a Udine, tra uccellini e galli vari é tutto un gioioso canto,
    mi piace pensare che l’abbiano vista anche loro ieri seraaaaaa ah ah ah ah ah 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

  8. Lothar scrive:

    Sogno al mio risveglio un camion di Nutellaaaa (Rif. Battisti)
    Che schiacci quella brutta faccia rotta in culo che trova avere il colombianooooo
    Non più bandiera dell’enneesimoo imbrogliooo
    Ma solo l’ornanentooo
    della nostra Coppaaaaa!!!
    Ma che sapore haa..

  9. Lothar scrive:

    Semplicemente stupendo il coro
    “TORNEREEETE
    TORNEREEETE
    TORNEREEETE IN SERIE BIII”

  10. Oannes scrive:

    Lothar …scatenato!
    Francesco70 e Fortebraccio, per cortesia, riportate sulla Terra “il presidente”:-)
    che ci attendono giorni grami e dobbiamo stare tutti uniti.

    PS: TORNERETE, TORNERETE…

  11. Militus scrive:

    Giorgio, ti sei ripreso dalla sbornia Coppa Italia – Monica Bertini?

    p.s.: ma secondo voi Correa…? Io non riesco ancora a credere cosa abbia potuto fare in quel contropiede finale in cui potevamo infilargli il quinto. Più lo vedo giocare e più mi convinco che tanto valeva tenersi Pinamonti.

  12. Kalle73 scrive:

    Egregi tutti buongiorno, e che giorno!!!

    nell’enfasi della vittoria vorrei spezzare un’ulteriore lancia a favore di Simone, i suoi cambi mi fanno rabbrividire, ma bisogna dare merito a questo allenatore di quanto fatto quest’anno.
    e per farlo vi invito a leggere i nostri commenti su questo blog di agosto/settembre. sembravamo in attesa delle sette piaghe d’egitto dopo aver visto andar via il bomber trascinatore della stagione precedente sostituito da un onesto giocatore sul viale del tramonto, aver perduto il pendolino di fascia per uno sconosciuto, ai più, esterno olandese ed aver dolorosamente detto addio ai piedi più pensanti dai tempi di beccalossi per un incostante turco ed invece:

    – due coppe in bacheca vinte contro il male oscuro
    – vittoriosi agli ottavi in casa dei finalisti di champions
    – lotta scudetto, benchè con poche speranze, ancora aperta a 180′ dalla fine

    poi se vogliamo fare i tafazzi ed autoflaggellarci si può fare, probabilmente siamo i più forti ok, ma viste le premesse di inizio stagione io sarò stra contento anche se finisse cosi.

    viva il bicchiere mezzo pieno, viva simone, viva L’INTER e iuve merda

  13. Gaetano scrive:

    @Lothar
    ti consiglio di chiamare Mogol… così magari ti fai bonificare i diritti SIAE per la tua versione di :” Una giornata GOBBOSA” !

  14. Interista Leninista scrive:

    Grazie Settore, finalmente un po’ di ragionevolezza.

  15. Scetticonerazzurro scrive:

    Tutto è bene quel che finisce bene, e in questo caso benissimo. Una partita rocambolesca, di quelle da ricordarsi per un pezzo, a rischio delle coronarie, ma che soddisfazione alla fine! Una nuova medaglia da appuntarsi sul petto dopo il triplete: battere per tre volte di seguito gli eterni rivali, in una sola stagione, che io ricordi non era mai successo, e senza reciprocità, e quindi un record che spero conserveremo a lungo. Per me il bilancio della stagione è già concluso, ed è molto positivo, quale, ad inizio di stagione neppure sognavamo. E lo scudetto? Lo scudetto ce lo siamo giocati, male, nella partita di Bologna, un esempio di tafazzismo da aggiungere a quelli di Mantova e dell’Olimpico. Che ci priva di uno scudetto ampiamente meritato, a favore per di più di una squadra mediocre, che ci ha ingiustamente battuto in campionato e che noi abbiamo sonoramente battuto in Coppa, cacciata ignobilmente al primo turno in Champions, una squadra raccogliticcia di cursori dal gioco improvvisato e senza storia a cui abbiamo offerto su un piatto d’argento uno scudetto già nostro. Direte: se lo sono guadagnato sul campo. Io non ricordo una partita decente e veramente meritata di questa squadra, che ha sempre vinto col minimo scarto, che, se scudettata, non potrà vantare nessun numero a suo favore, come minor gol subiti, maggior gol segnati, nessun goleador tra i primi. Insomma, un caso unico di una squadra che abbia vinto uno scudetto ( se lo vincerà e purtroppo non è la prima volta!) racimolando punti qua e là senza mai convincere i media e neppure i suoi stessi tifosi.
    Infine, tornando alla partita di ieri sera, un dettaglio. Io ho sempre difeso l’allenatore, che ha enormi meriti per ciò che ha saputo dare, in gioco e in fiducia, ad una squadra dalla vita notoriamente turbolenta e poco disciplinata. Tuttavia non ho mai capito come maturino le sue convinzioni sui cambi, che effettua in genere al settantesimo minuto, scegliendo sempre gli stessi, indipendentemente dal punteggio e dall’eventuale consenso degli stessi prescelti, che, come Lautaro, a volte rumorosamente protestano, mai ascoltati. Ieri, per es. sul due a due, con la prospettiva dei supplementari e dei rigori, toglie di squadra i due rigoristi più accreditati: quando ci è stato dato il rigore credo si sia levata un’ondata di improperi contro quell’infelice scelta. Quando poi si è avanzato l’ottimo Perisic, solito a sparacchiare a rete palle il novantanove per cento fuor dello specchio della porta , credo che, come me, i nostri tifosi si siano sentiti gelare. Fortunatamente Perisic è in stato di grazia e il suo rigore è stato perfetto, come lo è stato il tiro successivo che ci ha garantito la vittoria. Insomma, a volte le complicazioni ce le andiamo a cercare col lanternino. Ma tutto è bene quel che finisce bene…
    Un felice settimana a tutti noi.

    • TOTO scrive:

      Dissento su Perisic.
      Magari a volte sparacchia fuori.
      Ma, sui rigori, ha un ottima percentuale, di destro e di sinistro.
      Non ne ricordo sbagliati da lui, con la nostra maglia.
      Naturalmente la mia memoria potrebbe essere fallace.

  16. Bonimba scrive:

    “Vorrei godermi il momento, ma non ce la faccio”

    Tutto in questa frase.

  17. TOTO scrive:

    Ho controllato.
    Con noi 4 su 4, 100%

  18. Bonimba scrive:

    “Vorrei godermi il momento, ma non ce la faccio”

    Tutto in questa frase.

  19. Javier + scrive:

    Scettico intervento perfetto.
    Questa disamina del piccolo milan perfettamente in linea con il mio pensiero fatta da una persona lucida e misurata come te mi conforta.
    Su Inzaghi ha le sue attenuanti, abbiamo più volte verificato il mancato rendimento della panchina, anche se come già piu volte detto è in parte anche colpa dell’allenatore, in questo caso è lui che deve fare le nozze con i fiori di loto e alla fine propende per chi le garantisce un 6 politico.
    Per i 2 rigoristi (diciamoci la verità, uno… che se Lautaro non si fosse fatto scrivere sul contratto che li deve battere lui sarebbe stata la terza o quarta scelta) penso che a quel punto la volesse vincere prima dei rigori, apprezzabile, certo sarebbe stato carino che dopo l’1 a o urlasse ai suoi che avevano lasciato troppo campo alla juve e ci si doveva dare una svegliata prima di prendere gol.
    Però, questi sono discorsi di noi tifosi che vogliamo sempre la perfezione, a lui in definitiva come primo anno e dopo un mercato a perdere si può rimproverare da poco a niente.

  20. luisitosuarezpersempre scrive:

    Ottima stagione a prescindere, punto.
    L’Internazionale deve sempre essere tra le prime tre in campionato, sempre oltre ottavi in Champions , sempre almeno un “titulo” all’anno.
    E sempre vincente almeno una volta contro rubentus e , ahinoi , tasto dolente, contro bblan.
    e non tutto è concluso…..

  21. Il sabaudo scrive:

    Tutto questo giubilo per una partita vinta con 2 rigori dubbi? Vi capisco. Non capita spesso.
    Comunque aspetterò la 2 stella. Ho scommesso su di voi non deludetemi.
    Con la vincita andrò a mangiare alle calandre.
    Cerea

  22. mareintempesta scrive:

    Grande post di Scettico.
    Condivido in pieno il suo pensiero generale.

  23. Giorgio scrive:

    Buongiorno a tutti. NON sarò breve.
    Grazie a Militus che si preoccupa per la mia salute 😉 In effetti…ho avuto difficoltà, ieri sera, perché la guardavo e mi venivano in mente le due…coppe. 😀 😀 😀
    E vorrei ringraziare anche Kalle73, che ha scritto quello che avevo scritto anche io, ma non solo io; a mero titolo di esempio – in tempi recenti – cito :

    denny 2 maggio ore 22,29 (“…abbiamo dimenticato quello che pensavamo ad agosto, ma in realtà è stata una stagione molto più positiva delle previsioni…”).
    Francesco 70 3 maggio ore 16,52 (“…dovrei riconoscere quanto di buono è stato fatto, quanto avrei firmato ad agosto per un campionato del genere con tutte le scusanti che sappiamo.”).
    Quel fesso di giorgio 7 maggio ore 21,57.
    Ancora quel fesso di giorgio 10 maggio ore 8,57.

    Per questo e altro ringrazio sempre l’Inter e le emozioni (anche troppe !) che non smette mai di dare (nel quinquennio 2006-2010 a volte ero quasi annoiato…).
    Ieri sera, quando Perisic voleva tirare il rigore, mi son messo a balbettare “…ma lui è un sinistro puro…forse farà un semicerchio prima di tirare…no, lo tira di destro…ma che fa ?!?! lui è un mancino naturale…” e lo ripetevo – stranito – anche dopo il gol. A quel punto credo che il buon Ivan mi abbia sentito, si sia scocciato e abbia voluto farmi vedere che è ancora un sinistro naturale (chiedere ai difensori che se lo trovano davanti e che fa dannare). 🙂
    Penso che la vittoria di ieri sera renderà meno sgradevole un (eventuale) secondo posto, ma…questo NON fa diventare la coppa Italia chissà che, ecco…
    Intendo dire che dobbiamo sforzarci – pur se tifosi – di valutare l’impegno e le reali possibilità di una squadra INDIPENDENTEMENTE dal risultato finale, su cui fatalmente influiscono fortune e sfortune, episodi insomma.
    In due anni che abbiamo – nel nostro immaginario collettivo – magnificato come sontuosi…abbiamo (come giustamente già ricordato da qualcuno) anche fatto magre figure in Europa e in campionato. Inzaghino non è un trascinatore ? Vale ancora di più quel che fa, allora.
    Ah, dimenticavo : siamo già in finale di supercoppa italiana l’anno prossimo 😉
    Aspettiamo pure, ma per me quest’anno abbiamo fatto più di quel che era lecito attendersi. Perché col blasone, il tifo e la storia…si fa poca strada.
    Non spetta a me, ma…bentornato, Scettico. Si sentiva la tua assenza.

  24. mareintempesta scrive:

    Giusto, siamo gia’ in finale di supercoppa e come detto ieri sera…ah quanto vorrei rifarla con i gobbi

  25. Francesco 70 scrive:

    E’ stato il canto del cigno.
    Impossibile che il Milan perda punti, più facile purtroppo che li si perda noi.
    E con questa coppa si conclude il ciclo di quello che avrebbe potuto essere e che non è stato.
    Ridimensionamento è la parola d’ordine.
    Non capisco perchè il Milan sia così appetibile per gli sceicchi e noi invece attiriamo solo le mezze calzette.
    Ma fa nulla, tutte le cose belle prima o poi finiscono. Dall’esaltazione per lo scudetto, alla gioia per questa Coppa Italia passando da una supercoppa e una vittoria in casa del Liverpool.

    Ricordiamocene, quando andremo ad impattare nei campi di provincia, o avremo come massimo obiettivo stagionale di provare a vincere un derby.

    Resta l’amaro in bocca, poco da fare. Anche con questa squadra, con i Gaglia, i Vidal e i Vecino, lo Scudo era a portata di mano. Peccato.
    Ma da buon interista, non appena la matematica lo dirà, farò mi malgrado chapeau ai cugini. Se lo son meritato, poco da dire.

  26. aquilino scrive:

    Vabbè, si festeggia per una coppetta. Fate bene. In que pianeta vi ricapiterà che vengano fischiato due rigori contro la rubentus? Non è stato ancora inventato. Noi del Bbilan vinceremo con una squadra poco poco stercosa. E ci prendiamo a giugno persico per sostituire il ballerino zlatan, l’uomo delle stampelle. E non confidate su Casper: si farebbe evirare pur di favorire l’inter. Ancora oggi, dopo un secolo dice: cacciato mi hai, anatema per tutta la vita.Forza Bbbilannnn, l’unica squadra di parco Lambro

  27. neroazzurro-rosso scrive:

    Proprio non riesco a capire come si possa definire “dubbi” i due rigori concessi ieri sera ma, considerato da dove arriva il commento, mi sento di sparargli in faccia solo una grassa risata.

    Se li ricorda, esso stesso, le farse di Nedved!

    I tuffi di Inzaghi, quello pippa, per intenderci?

    Tutte le simulazioni di Cuadrado?

    Poveretto, deve prenderne ancora di Malox per digerire appieno la disfatta!

    Nota a margine: sarà per via del numero della maglia che anche Vlahovic, così come CR7, si è tolto la medaglia dal collo?

    AMALA e forza diversamente nerazzurri!

  28. mareintempesta scrive:

    Esatto, altrimenti qua passa, grazie alla propaganda infinita, che noi siamo favoriti dagli arbitri.

    E senza scomodare il passato, ricordo a tutti che noi lo scorso anno non siamo arrivati in finale di coppa Italia grazie al rigore inventato da Cuadrado a San Siro quando si era sull’1-0 e si stava giocando alla grande.

    Poi per onesta’ va detto che abbiamo aggiunto anche noi 1 omaggio, solito problema del portiere…ma oggi siamo in festa e festeggiamo, ne parleremo nei prox gg

    Avviva l’Inter!

  29. mareintempesta scrive:

    Evviva 🙂

  30. Francesco89 scrive:

    Per me i cambi sono stati corretti:
    – Inzaghi fa sempre gli stessi perché le nostre alternative affidabili si contano sulle dita di una mano… e poi lui da molto peso, non a torto, al calo atletico del singolo giocatore!
    – Lautaro a parte il rigore procurato non si è visto, così come Dzeko: se avessimo avuto 2 attaccanti veri sarebbe finita 6-0
    – Calhanoglu si sta adattando al ruolo di interno che è anche di quantità oltre che di qualità e fa fatica a tenere oltre i 60-70 minuti…. ieri è stato un miracolo che abbia retto 90 minuti
    – Su Di Marco è stato molto criticato, ma D’Ambrosio ieri non ha fatto per nulla bene e per di più ha costretto Skriniar a stare a sinistra dove è apparso fuori posto! Se Di Marco cresce difensivamente può diventare un giocatore importante e lo può fare solo attraverso gli errori e la fiducia….

    In generale non mi soffermo mai troppo sui cambi o le scelte tattiche per 2 motivi:
    1 – sarei un “presuntuoso” nel ritenere di saperne più di un professionista che li vede tutti i giorni (è come andare da un medico e poi curarsi da soli)
    2 – ciò che conta, una volta data un’identità di gioco, sono la testa, la personalità e le qualità individuali, tutto il resto sono fesserie, frutto della cattiva abitudine di trovare un capro espiatorio nell’allenatore di turno. Mourinho è stato considerato un genio nel cambiare le partite in corso, ma la verità è che le sue squadre non avevano una chiara identità, si basavano sulle individualità e i giocatori che inseriva dopo, adeguatamente motivati, facevano la differenza soprattutto per le loro qualità.

    Ci sono poi due motivi molto semplici per cui l’allenatore è sempre quello che paga per tutti:
    1) perché la pressione e lo stress a cui sono sottoposti i giocatori sono molto elevate, quindi se essi venissero incolpati direttamente per i propri errori sarebbero immediatamente presi di mira dai tifosi e la pressione diventerebbe presto così insostenibile che questi non sarebbero più in grado di mettere piede in campo. L’allenatore si carica per questo di tutte le colpe per sgravare i giocatori da pesi che li affosserebbero.
    2) perché spesso i limiti e i difetti di una squadra sono dovuti agli errori commessi da parte dei dirigenti nella costruzione della stessa oppure ad errori di valutazione dei giocatori stessi in sede di campagna acquisti. La colpa di questi errori viene scaricata dai dirigenti sugli allenatori dicendo che questi sono incapaci di far rendere tali giocatori per non ammettere le proprie colpe. Questo perché tutti i dirigenti sono dei “paraculo” che manovrano la comunicazione vicina alla squadra per farsi passare come dei fenomeni agli occhi della proprietà (che notoriamente non capisce una mazza di questioni tecniche) e contemporaneamente per influenzare i tifosi aizzandoli contro l’allenatore che verrà esonerato pagando colpe non sue!

    Per fare un esempio Conte è stato mandato via da Marotta perché per 2 anni ha fatto capire chiaramente che Ausilio (e in parte lo stesso Marotta) erano degli incapaci nella scelta dei giocatori! In effetti la capacità si vede nel prendere giocatori sconosciuti che poi rendono bene o pagare non troppo giocatori che rendono benissimo. Certamente non pagare parecchio giocatori che invece si dimostrano delle pippe…..

  31. Javier + scrive:

    scopro solo adesso che il venezia ha battuto 4-3 il bologna, ho visto il rigore causato da medel, un fesso totale…. con noi sembrava Beckenbauer
    mavaff…..
    Certo che questi giocatori (ce n’è in tutte le squadre eh?) che giocano alla morte 1 partita e fanno i turisti per 10 sono delle schegge impazzite che alterano un sacco di risultati ad-minchiam

  32. gianfba scrive:

    Abbiamo fregato Chala ai gonzi, abbiamo (forse) fregato Dybala ai gobbi, ma se qualcuno si permette di fregarci il croato mi incazzo.
    Il problema è che quello vuole 5 cocuzze e, a questo prezzo, qualsiasi società di medio/alto livello ci arriva, solo Suning fa storie.
    Ma Cottarelli non potrebbe lanciare una nuova iniziativa di finanziamento pubblico?

  33. Il sabaudo scrive:

    E tutti tacciono sullo spettacolo funambolico di barella.
    Barella is the new cuadrado al quadrato.

    • denny71 scrive:

      Cagati in mano e prenditi a schiaffi

      • Il sabaudo scrive:

        Che maleducato. Al limite dell’ingiurioso. Linguaggio scurrile che mal di addice a un signore della tastiera. Dovresti migliorare il lessico. Magari ingentilirti un poco. Non è obbligatorio fare l’ultras irriducibile. Suvvia.

      • Il sabaudo scrive:

        Danuele. Spero che quel 71 non sia l’anno di nascita. Capperi hai l’età dei datteri. Allora non sono solo i giovani a essere sboccati.

  34. Javier + scrive:

    Quello che abbiamo fatto (o che faremo…) quest’anno senza Ivan era impossibile, ma che si possa ripetere il prossimo anno, (lui poi vuole 2 anni) è veramente un’utopia.
    Ora, ritorna quindi l’unica proposta sensata che il mondo calcio dovrebbe accettare per non dare il giro: “Ti pago in base a quanto mi rendi”.
    Oh minchia, ma le società non ci arrivano eh? È strabiliante!
    I giochi di potere rimangono invariati, il City offrirà di più, i bonus saranno più facilmente raggiungibili etcetc, il mercato sarà sostanzialmente uguale, ma, alla fine si fanno i conti, ovviamente con un minimo sindacale garantito, ma non il 90% dell’ingaggio come adesso.
    Boh… non mi ci raccapezzo

  35. neroazzurro-rosso scrive:

    @Il sabaudo

    …e i due marò?

  36. Javier + scrive:

    Facciamo degli esempi pratici, così rende più l’idea:
    Sanchez
    Vidal
    Correa
    Caicedo
    Kolarov
    Vecino
    E mi fermo all’attuale rosa…
    Nessuna società al MONDO ci rimetterebbe, anzi ovviamente risparmierebbero circa la metà degli ingaggi.
    Tocca ricordare che i ns eroi sarebbero comunque straricchi?
    Ragazzi questi si chiamano contratti a progetto usati da professionisti o dirigenti, non sto inventando niente.

  37. Giorgio scrive:

    Bah, non so davvero cosa pensare…
    L’altro giorno un amico mi ha scritto del “colpo” ( ? ) del Man. City con Haaland.
    Cosa accadrà quando il giocattolo sarà impossibile da mantenere ?
    Due super-squadre si affronteranno ogni 6 mesi per il “titolo galattico d’inverno” e quello d’estate ?
    Magari è meglio, perché così prima o poi qualche polisportiva vorrà metter su una squadra e giocare un torneo tipo “pizza e birra” (cit.).
    A quel punto potremo ricominciare.
    Se ne stanno accorgendo PERSINO in F1…
    E poi…come stracatacacchio fanno all’Athletic Bilbao ad esser sempre stati in A ? Solo loro, il Real e il Barcellona, in Spagna (in Italia solo UNA 😉 ).
    Non solo ! Sono il quarto club spagnolo per numero di scudetti !
    Eppure tesserano solo baschi, o di origine basca o comunque provenienti da squadre basche…
    Meglio risparmiare un bel pacco di milioni per calciatori (e allenatori) e dare qualche soldo in più ai classici “osservatori” dall’occhio esperto che trovano il ragazzotto in gamba a prezzo “umano”.

    • Von scrive:

      Certe dinamiche societarie sono difficili da comprendere. Contratti a progetto? Temo che i procuratori e giocatori non accetteranno mai.
      Il city e il pgs continuano ad imbottirsi di strapagati pedatori ma la meta principale, la CL, la falliscono. Anche qui mi chiedo., non sono certamente stupidi ma sembrano non capire che ok i campioni famosi ma l’alchimia per arrovare alla vittoria non si costruisce solo a tavolino. Ma ripeto, non gli interessa nulla o quasi, gli interessa il businnes e basta.

  38. Lothar scrive:

    Boh, oggi é stato già detto tutto e il contrario di tutto,
    aggiungo solo che se ieri al 117′, al posto di Correa c’era il buon Lukaku andavano in porta tutti insieme al pallone, cavoli che razza di spreco 32 milioni per questo pulcino bagnato,
    non é solo leggero, no tiene cojones, dai, tanta tecnica ma zero pelotas, e non é in Italia da poco, vendere vendere, sperando di non perderci troppo.

  39. Giorgio scrive:

    C’e’ qualcosa che non va…
    Stavo “spippolando” col telecomando e son capitato nel “riassunto” dei cantanti che si erano esibiti all’Eurovision.
    Ad un certo punto ho creduto di vedere M. Bertini che cantava per Malta.
    Ho avuto una giornata lavorativa normale, non bevo e men che meno uso sostanze allucinogene.
    È chiaro che non mi è passata, da ieri sera.
    A questo punto…basta con Mediaset. 🙁

  40. Von scrive:

    Ma dell’intervento da criminale del colombiano, naturalmente non punito, non ne parla nessuno? Ah, già il mancato secondo giallo a Brozo, i rigori che sono “dubbi” (sono stati assegnati all’Inter) e quel “delinquente”che ha dato un calcio all’acciuga. Visto da nessuno. Si smonta la vittoria da subito, nel dubbio. Vediamo per quanti giorni merdaset, giornalai e giornaletti suoneranno la fanfara per il milan dopo la fine campionato. Ieri sera avrei voluto essere per 10 minuti Nini Rosso, per suonare un bel silenzio fuori ordinanza ai miei vicini juventini. Che silenzio a fine partita.

  41. Javier + scrive:

    Immagino abbiate visto il filmato di Biasin dove si vede il “calcio” sognato da Allegri.
    Che figure di merda! Collezionano figuracce su figuracce e vengono sempre coperti dai media in maniera clamorosa.
    Caro allegri segui il consiglio di denny71, lo trovi un po’ di righe sopra, mi sembra calzante anche nel tuo caso.

  42. Bandini scrive:

    per chi non conoscesse bene il personaggio:

    Nel 2008 furono i carabinieri a far perdere la testa ad Allegri. A Livorno Acciuga –che all’epoca guidava il Sassuolo – sorpassò in un tratto in cui c’era la striscia continua e sfortuna volle che una pattuglia lo vide e lo fermò. Ma Allegri la prese a modo suo: tirò in ballo le Brigate Rosse, a un carabiniere disse “terrone“, minacciò di far perdere il posto a uno dei due. Arrivò a buttarsi a terra, simulando – un po’ come si fa al limite dell’area – uno scontro con uno dei militari, mentre stavano passando alcune persone. Alla fine cercò di spiegare che stava correndo a casa perché un parente stava male. Ma i carabinieri, facendo ricerche nei propri database, scoprono che aveva già un precedente simile – di tre anni prima – con i vigili urbani.

    non cito la fonte per pigrizia.
    Buongiorno a tutti!

  43. denny71 scrive:

    Javier stavo per scrivere anch’io sul video di biasin (a proposito, è il tweet 1525054065301913600 dell’account FBiasin) colgo l’occasione per scusarmi con tutti i commentatori del blog se ogni tanto “mi parte la brocca”, come dice un amico romano, normalmente penso di essere un tipo abbastanza tranquillo ma gobbi e affini mi fanno troppo incazzare… perdonatemi, cercherò di non rispondere più ai troll, anche perché si finisce per incoraggiarli 😓

    • Giorgio scrive:

      Anche perché i Trolls si sono sciolti da un pezzo.
      E anche i New Trolls, eh ? Lo scrivo nel caso qualcuno fosse tentato… 😉
      Inutile : faccio le battute cretine (as usual), ma l’ansia non si lascia abbindolare 🙁

    • Javier + scrive:

      Va detto che lui è stronzo a prescindere dall’essere l’allenatore della juve.
      Poi che la juve l’abbia preso e poi ripreso certo fa pensare 🙂

  44. marcobibe scrive:

    Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:
    navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, juventini lagnarsi degli arbitri nei pressi degli anelli del pianeta di Var…

    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo,
    come lacrime nella pioggia.

    È tempo di godere.

  45. aquilino scrive:

    La cosa più deprimente è stata vedere persico ai margini alla fine della partita contro i rubentini. Se vedete tutte le immagini della festa, quelle ufficiali e quelle dei tifosi, persico cammina ai margini cone se avesse perso. Forse è vero che ha già l’accordo con il chelsea oppure è davvero deluso per non essere stato accontentato. Devo dire che è la cosa che mi ha colpito di più, ancora più della felicità dei tifosi. Mi dispiace per questo. Io lo tratterrà con un contratto differenziato: 6 milioni, che chiede, per il prossimo anno, e 4,8 per gli altri due. Abbiamo strapagati per anni veri bidoni, lui i soldi li merita, nonostante l’età

  46. aquilino scrive:

    Tratterrei….ufff. ovviamente peresic…doppio ufff

  47. Acanfora scrive:

    Se il Milan viincerà lo scudetto sarà per i tanti tantissimi punti fatti. Alzi la mano chi credeva che ne facesse 80 o piu’- Noi abbiamo già fatto il nostro e di piu’. Stagione strapositiva. Altri 6 punti nerazzurri, please, poi vedro’ se fare i complimenti ai cugini o illuminarmi di stelle..

  48. mareintempesta scrive:

    Premesso il rispetto di ogni pensiero, ci mancherebbe, onestamente faccio fatica a capire
    sta cosa, tutta interista, che noi non si riesca a godere neanche nei trionfi.

    A me danno fastidio dichiarazioni fuori posto dei nostri tesserati dopo una sconfitta, dopo un trionfo che dicano cio’ che vogliono che la mia felicita’ rimane intatta.

    Non mi tocco un dente Milito quel 22 Maggio, figuriamoci Perisic.

    E a proposito del 22 Maggio prossimo venturo, alle ore 17.00 portatemi lo scudetto e alle 17.05 per me Barella puo’ dire pure che vuole andarsene alla Juve che i tappi delle bottiglie in frigo partono comunque

    • Von scrive:

      Concordo. Io sarei un po’ più mussoliniano., anche se non mi appartiene come idea politica. Milito, Peresic dichiarano che non sanno dove saranno il prox anno? Parliamo di due (allora Milito) “giovanissimi”? Anche no. Quindi se hai un altro anno di contratto lo fai inn tribuna altrimenti quella é la porta. Ah potrebbe andare gratis al milan o juve?, e chissene. Io sono l’Inter, puoi andare. Abbiamo avuto, se ricordo bene Ronaldo e Vieri venduti per 30 denari. I Perisic, i Ronaldo, i Vieri passano, l’Inter resta. Quindi il sig. Perisic, gran bel giocatore, indiscutibile, puó andare a ricattare chi vuole, ma da un altra parte, please. Gli anni dove Perisic dormiva in campo che faccciamo li mettiamo sptto il tappeto? Mi semmbra sia stato stipendiato.

  49. Javier + scrive:

    A me da fastidio a prescindere che contro di noi i giornali facciano e scrivono quello che cazzo vogliono in ogni momento per delicato che sia. Poi ovvio che a queste condizioni i giocatori ci marchino anche.
    Nello specifico mi sono già espresso, coprano di soldi Perisic ad ogni bonus raggiunto. Gli anni ci sono e come giustamente ricordato da Von ci sono stati anni (non domeniche, ANNI) in cui Ivan è stato terribile senza IL eppure ha incassato la posta piena. Dai su.

    • Acanfora scrive:

      Il problema è che il contratto che figuri tu non lo firmerebbe nessun calciatore, men che che meno i loro agenti. Per quanto milionari anche loro sono lavoratori dipendenti con stipendio fisso- Infatti quello che gia’ si fa è stipendio (lauto) fisso, piu’ bonus accessori concordati.

    • Von scrive:

      Aggiungo, perché queste cose mi infastidiscino molto, che a Monaco non si sono strattapi i capelli perché rientrava all’Inter per fine prestito, forse gli hanno fatto pure il biglietto, gratis, di sola andata, quindi a voi le conclusioni.

  50. Lothar scrive:

    Tra le tante cose dette dopo la vittoria della Coppa Italia, osservo che il Zanghino non mi é sembrato così felice,
    nemmeno quando raggiungeva a piedi la nostra curva.
    Eddai, é pur sempre un giovanotto in buona salute, non dico di far capriole all’indietro, ma un minimo di verve in più me la sarei aspettata, un abbraccio, un saltello, mbah, chissà se avrà mandato qualche foto a papà
    Zhang..
    No eh? Dite di no…🤨…

  51. Javier + scrive:

    @Acanfora
    Lo so che si guardano bene da accettare volontariamente questa cosa, sono le società che devono imporlo mettendosi d’accordo. in fondo, perche no? Lo stesso governo del calcio visto che scassa la minchia tutti gli anni con i Bilanci potrebbe inserire regole a tutela delle società.
    A me non frega nulla di tenere le parti delle proprietà, so bene che il più pulito ha la rogna, il punto è che in questa maniera è matematico il crollo di tutti, chi vince e chi perde, nell’altro modo chi “dovrebbe” pagare 100 per puntare a scudetto e CL e si ritrova 5 e fuori al primo turno spende 30 e non va dal culo.
    E i giocatori guadagnano quanto hanno meritato.
    Dipendenti… da 10ML all’anno… ci mancano gli scioperi con i falò e i cortei nelle piazze.
    Davvero credetemi, non sono livoroso, sono stupito, sconcertato.
    Oh poi se va bene a loro ma che czzmnfrg’mm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.