Come prima, peggio di prima

Ho assistito alle ultime due partite dell’Inter NON dal divano, tanta roba per un pantolofaio come me. Inter-Cremonese: ero a San Siro in tribuna rossa fake, quello spicchio del primo anello una volta considerato “minchia che posto demmerda” e oggi allestito con sedili rossi e venduto profumatamente al pubblico come tale. Milan-Inter: ero in un pub di Padova in prima fila davanti al televisore, con dietro gente che uluvava e davanti camerieri che recapitavano roba buona al tavolo. In entrambi i casi, non ero perfettamente sul pezzo.

In Inter-Cremonese la mente vagava alle incertezze di un mercato non ancora finito, con Gosens che mezzo stadio dava ormai per venduto e Skriniar ancora corteggiato dai saltimbanchi francesi, che due coglioni!, e intanto guardavo lo stadio sold out ma con tanti posti vuoti migliori del mio, e allora mi sovveniva una domanda tipo quella delle anatre del Giovane Holden: cioè, dove sono i detentori dei posti liberi quando giuoca l’Inter? Perchè non sono qui come me, che ho preso due biglietti di tribuna rossa fake e ho parcheggiato a due chilometri, che la prossima volta lascio direttamente la macchina all’Ikea così sono già sulla strada? Tra un pensiero e l’altro l’Inter segnava tre gol e ne subiva uno, come mi confermava il tabellone elettronico.

In Milan-Inter, metà del primo tempo se n’è andato beandomi della strana coincidenza di trovarmi nella città dell’arbitro e consultando il menù del pub con il qr code, ordinando cose, brindando eccetera. Praticamente, mi sono perso la parte migliore dell’Inter. Quando ho iniziato a bere e mangiare, il Milan ha iniziato a bersi e a mangiarsi l’Inter, era tutto un rumore di fauci, una cosa disgustosa. Uno spettacolo triste da cui mi sono svegliato sul gol del 3-2, quando ormai pensavo che sarebbe finita 7-1 tipo Germania-Brasile ed ero pronto a ordinare altri panini e tentare il suicidio tipo la Grande Bouffe, seduto nelle retrovie vicino il cuginastro padovano che a cadenza regolare dava del kebabbaro a Cahla.

Dopo di che, mi sono seriamente interrogato sul nostro futuro prossimo e remoto.

In campo, l’Inter – senza Lukaku – aveva schierato all’inizio una squadra che poteva essere quella dell’anno scorso, con Correa al posto di Dzeko e con chiunque al posto di Perisic. Ecco, della voragine fisica e concettuale che si è aperta sulla nostra fascia sinistra mi ero già accorto sia dal divano che dalla tribuna rossa fake, ma dal pub mi sembrava di vedere Darmian muoversi sull’orlo di un burrone cercando di non precipitare dentro. Quindi ok, sulla questione Perisic bisognerà seriamente attrezzarsi tecnicamente e moralmente. Quanto a tutto il resto – lo stesso portiere, la stessa difesa, lo stesso centrocampo, il quasi-stesso attacco della squadra che lo scorso anno è arrivata secondo per un eccesso di sciocca generosità -, perchè facciamo così drammaticamente ca-ca-re?

Cinque partite. Tre elementari, vinte (una al 95′). Due difficili, perse (male, malissimo, sei gol presi, merda totale). Oggi, 4 settembre, di bilanci non se ne fanno. Ma mettiamoci nell’ottica di provare, senza disfattissimo, un serena preoccupazione. Visto che arriva il Bayern e, con tutto il rispetto, è un pochino più competitivo dello Spezia e un pochino più attrezzato anche della Lazio e del Milan che si sono fatti beffe di noi. Mettici che poi l’Uefa ti sanziona e ti avverte che ti terrà d’occhio nei secoli dei secoli, ed ecco ritornare impetuosa la sensazione delle pezze al culo. Mettici poi che si fanno questioni di principio sul sostituto di Ranocchia, mentre le altre comprano che è una bellezza. Abbiamo vissuto momenti migliori, ecco.

La squadra non sembra mai sincronizzata all’impegno richiesto dalla singola partita. Ho visto Barella fare il fenomeno con la Cremonese e restare ai margini con il Milan: e a noi cosa serve, esattamente, un Barella che fa i numeri con la Cremonese ed è un uomo in meno con il Milan? Poi: perchè la difesa migliore degli ultimi tre campionati adesso sembra preda di un incantesimo che ti fa distrarre o sbagliare movimento ogni volta che arriva un cross, anche il meno creativo? Perché Inzaghi, nella partita in cui deve schierare la squadra più cazzuta, non fa nemmeno una scelta coraggiosa? Perchè l’unica scelta che fa – Correa, l’uomo che non sa cosa sia la garra – la sbaglia?

In questo momento dovrebbe essere l’allenatore a dare qualche segnale importante. La squadra nei momenti difficili si perde – è successo due volte su due – e lui dovrebbe aiutarla a non perdersi. Non è uno scandalo che la condizione fisica sia imperfetta, ma per un club che punta a vincere è piuttosto scandaloso procedere a tentoni, in un clima di provvisorietà che è inutile drogare con le presunte “ottime prestazioni” con le retrocedende.

La “lontananza” dell’Inter dal focus delle partite, quando queste richiedono un livello di sforzo superiore al Cremonese-mode, dovrebbe far riflettere soprattutto Inzaghi. Che in questo inizio di stagione incide poco o niente, se non addirittura in negativo (il Correa col Milan è uguale al Gagliardini con la la Lazio, scelte sbagliate in premessa). La squadra ha bisogno di una scossa, questo torpore è fastidioso. Le supercazzole in zona mista non fanno più tenerezza. Uno dei pregi dell’Inzaghi-1 era l’Inter sempre propositiva e mai passiva che abbiamo visto nel 95% dei match della scorsa stagione. Quest’anno la percentuale si è così contratta che qualche domandina sarebbe meglio farsela prima che qualcuno tiri fuori dal cassetto il counter del panettone, che è una roba tossica tanto quanto le tiritere di Skriniar, Acerbi e Gosens. E noi, adesso, abbiamo bisogno di menti sgombre.

Questa voce è stata pubblicata in Inter e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

132 risposte a Come prima, peggio di prima

  1. Geppetto57 scrive:

    Questo post “a tradimento” di Domenica pomeriggio mi inquieta un pò

    • Geppetto57 scrive:

      Effettivamente, lottare per settimane contro il PSG per tenersi Skriniar, come se da quello dipendessero le sorti dell’intero campionato e scoprire che tutta la difesa ha bisogno di una regolata è sorprendente.

      • Gus scrive:

        Soprattutto se lo Skriniar che viene fuori da questa fiera resistenza ai francesi è lo svagato compare di merende della banda del buco osservata in queste prime giornate. A proposito, a quanto mettono Skrigno via a zero?

  2. TOTO scrive:

    Tutto giusto.
    Però il primo gol, che avrebbe potuto indirizzare la partita, è una geniale intuizione del duo Correa Brozo.
    Per cui non butterei tanta croce sull’argentino.

    A M A L A

    • Geppetto57 scrive:

      È anche vero che, se non sbaglio, di tutto il primo tempo, è stata l’unica testimonianza di vitalità da quelle parti. Fortunatamente, come spesso accade, il BBilan soffre di narcisismo calcistico e non ha concretizzato un dominio evidente.

  3. Geppetto57 scrive:

    Anche perchè con la costruzione dal basso abbiamo già dato abbastanza

  4. Gus scrive:

    Inzaghi.
    Vorrei sommessamente far notare che dopo Inzaghi non si profila Klopp, ma De Zerbi.
    Lasuma perdi…

  5. Gus scrive:

    Questione fascia sinistra.
    Via Perisic dentro Lukaku.
    Solo il Lukaku che si conferma ai livelli di due anni fa (quindi netto upgrade di Dzeko) può controbilanciare il netto downgrade sulla corsia mancina e quindi non vedere peggiorato l’undici base.
    Ho come una sensazione…

  6. Oannes scrive:

    Beh, ragazzi, penso che Sector stia facendo quello che molti di noi più o meno inconsciamente stiano facendo..proteggersi! Anche io ho scelto di andare a San Siro PRIMA che fosse troppo tardi, PRIMA che iniziasse quella discesa agli inferi che i CdM hanno sentenziato con il loro (dis)fare: Sector al pub, Sector a San Siro..ieri sera, al secondo tempo, ho dato l’ok alla presenza di amici in casa (non calcistici) e mi sono visto dal 2-3 in poi mentre bevevo birra e divagavo di altro.
    Cosa facevo? mi proteggevo.
    Perchè avevo accettato di invitarli nonostante il derby? per proteggermi..ùe così fa lui
    Fatelo anche voi!

  7. Lothar scrive:

    Bisogna smetterla di costruire solo e soltanto dal basso, o meglio non solo in un unico modo.
    In vantaggio, in svantaggio, sempre sto lentissimo modo di proporsi che nel frattempo si schiera bene anche mia nonna. Basta, la manovra va sveltita, a volte variata, basta sterile possesso, variare, in corsa, eddai, Inzaghi, ti stai scavando la fossa così!

  8. Alex scrive:

    Sì, forse schierare Correa dall’inizio è stato un errore, come sostiene Roberto. Però a Dzeko non si può chiedere di giocarle tutte dall’inizio e Mercoledì arriva il Bayern, partita nella quale, probabilmente, partirà da titolare. Io però, e scusate se insisto, ma il passare quasi completamente “in cavalleria” il gravissimo errore (?) di Chiffi da parte di tutti i media, lo trovo da una parte allucinante, dall’altra l’ennesima dimostrazione dei due pesi e due misure. L’hanno scorso hanno rotto le palle per un mese su un netto fuorigioco di posizione sul gol di Bennacer in Coppa Italia. Sono arrivate le scuse ufficiali dell’AIA per il fischio dell’arbitro prima del gol del Milan con lo Spezia; cosa mai successa nella storia del calcio (e arbitro della gara completamente sparito dai radar della serie A). E’ stato permesso a Pioli dichiarare che per il finale di campionato si aspettava un certo tipo di decisioni (cioè a favore…
    puntualmente accontentato). Se si fosse verificata la situazione di ieri a maglie invertite, c’è da scommetterci che sarebbero venute giù le cataratte dal cielo. Non parlare di una situazione di una gravità assoluta, solo perchè chi l’ha subita ha giocato male, è pura “Prostituzione intellettuale”, come la definiva uno che in poco tempo aveva già capito benissimo come funzionava in questo Bel Paese; cosa che gli hanno fatto pagare a caro prezzo. Vedere le facce di Zanetti e Zhang in tribuna, come se stessero alla Scala ad assistere al Rigoletto, mi manda discretamente in bestia. Come a parecchi di voi, ancora non mi è passata!

    • Oannes scrive:

      +1 e +2 rispettivamente per questione arbitraggi è questione presidenza molle come la squadra

    • Von scrive:

      Tutto correttissimo. Non ho sentito un giornalaio sollevare un piccolo ma, un se, non ho sentito nessun nostro dirigente alzare la voce. Come dici giustamente dovremo attendere (campa cavallo) un mister alla Mou/Conte per chiedere giustizia. I ns asserviti dirigenti (direi digerenti) , avranno brontolato con la testa dentro l’armadio. Come dici tu non chiedo niente di più solo uniformità di giudizio. Uno schifo. Vedere la mummia-pioli esultare a fine gara mi fa star male. Sto verme.

  9. TOTO scrive:

    Intanto Mou ne prende 4 da una scolorita qualsiasi.
    E a chi si lamenta di Handa consiglio di vedere il portiere romanista sul secondo gol preso.

  10. Dawide scrive:

    Zanetti e Zhang con la faccia di chi guarda l’opera alla Scala è … sublime.
    Un applauso.

  11. Andrea scrive:

    Azz, abito a Padova, ho tutti i tuoi libri in attesa di autografo, e ti stimo tantissimo (cit.). Averlo saputo prima sarei stato il tuo stalker per almeno 1 minuto e mezzo.

  12. Francesco 70 scrive:

    Non passa. Non. Passa.
    Mercoledì altra batosta certa.
    Ma che palle. Che due palle.
    🙁

  13. ErnesTO'O³ scrive:

    L’alcool non ha funzionato; passata la ciucca mi è tornato in mente Chala che la passa ad un bbilanista che manda in gol leao. Poi flash di chitti che mi urla in faccia “non è fallo”.

    Bisogna distrarsi, corazzarsi, sopravvivere: ho iniziato ad informarmi sul curling.
    😀

  14. Rubens scrive:

    Secondo me avete un serio problema: l’allenatore.
    Quindi vi propongo di prendere il ns Fenomeno che abbiamo in panchina, che vi risolverà tutti i problemi (così come li sta risolvendo a noi, peraltro).
    Chiaramente, tutto questo dietro congruo corrispettivo. Per cui, per portare a termine questa cosa, quanto vi dobbiamo dare?

  15. Geppetto57 scrive:

    Comunque, come conseguenza diretta del derby, siamo già a “Leao come Mbappe”. Come li liscia la Gazza non ce n’è. Stomachevoli.

  16. Gubella scrive:

    Mi pare che il trend iniziato con le prime amichevoli non sia mai stato interrotto. Squadra che gioca sempre allo stesso modo, in allenamento come in partita, in modo svogliato e svagato. Un simil tiki-taka sterile che prende gol alla prima palla persa ( e ne seguiranno molte altre) con difesa e portiere immobili ed i centrocampisti che non contrastano. Mi sarei aspettato di vedere una certa grinta nei confronti di chi lo scorso campionato ha regalato partite al Milan nel finale di campionato, invece con la Lazio hanno giochicchiato come all’oratorio. E sabato hanno persino permesso che uno buttasse in campo un secondo pallone durante un’azione che avrebbe potuto cambiare la partita. Temo sia finito l’effetto Conte, dal punto di vista atletico e mentale e che Perisic fosse uno che attaccava la gente agli armadietti.

  17. Gus scrive:

    Il non verbale dei giocatori è spesso più eloquente di tante parole; il famoso linguaggio del corpo. Che preparazione è stata fatta quest’estate, come è stata approcciata la nuova stagione per presentarsi così poco sul pezzo sia fisicamente che mentalmente?
    Speravo che la famosa questione del rifiuto di prendere in considerazione offerte da parte dei nostri cosiddetti big fosse il preludio di una stagione da gruppo compatto, coeso e concentrato prima del probabile “liberi tutti” dell’anno prossimo. Non vorrei avessero skippato la parte del “gruppo compatto, coeso e concentrato” e fossero già a quella del “liberi tutti”.
    Inzaghi si sta rivelando quello che tutti temevamo: un allenatore da Lazio. Non il leader dello spogliatoio in grado di tirare fuori il 110% dai suoi giocatori. Non la personalità in grado di reggere le pressioni di un ambiente come il nostro.
    Speravo sinceramente di più nella capacità di gestire gli uomini e di andare oltre la sostituzione ruolo su ruolo.
    Dopodiché questi siamo. Non ha senso adesso mettere in discussione il tecnico per non tornare ai tempi dell’Inter dei cambi in corsa (chi mettiamo: Zenga? De Zerbi? Per carità). C’è tutto il tempo per raddrizzare e reindirizzare una stagione, poi si tireranno le somme. Intanto prepariamo il pallottoliere che arriva il Bayern…

  18. Paolo scrive:

    Ma avete visto Tonali che butta una seconda palla in campo sperando di fermare il contropiede dell’Inter? Ragazzi, noi gli abbiamo regalato lo scudetto ma quelli restano una banda di scappati di casa, una mentalità così neanche in terza divisione… Come quando Pioli ha richiesto favori arbitrali, consapevole di non potercela fare con le sue forze.
    E nonostante questo, sabato siamo stati indubbiamente più scarsi di loro. Non fasciamoci la testa, la stagione è lunga e strana: tutto dipenderà da come ripartiranno le squadre dopo la pausa mondiale, per il momento l’importante è solo non perdere troppo contatto con l’alta classifica. Resto convinto che, nonostante le pezze dove sapete, la nostra rosa resti superiore a quella roba lì. Il vero ostacolo sarà la nostra testa… ostacolo non da poco, purtroppo.

    • Von scrive:

      La situazione che descrivi del fenomeno tonali conferma ancor di più l’arbitraggio venduto. E nou qui a dannarci l’anima per un campuonato falsato

  19. Javier + scrive:

    Tutto vero
    però….
    la differenza tra la fame di questi scappati di casa e la pancia satolla dei nostri campioni oramai affermati da anni e anni di trionfi è sconcertante.
    Se io fossi l’allenatore di questi mollaccioni farei vedere loro, No la palla buttata in campo da Tonali o la centesima simulazione di Theocuadrado (quelle cose le deve guardare l’arbitro, e vedi che dopo un paio di espulsioni magicamente cambiano atteggiamento) ma piuttosto filmati con la garra dei giocatori del Barca o del Madrid quando si incontravano nel derby (e non solo, puntualizzo, ma anche con l’Osasuna…). E attenzione che non parlo di questo Barca o questo Madrid ma di quelli che hanno insegnato calcio e vinto la qualunque, Iniesta, Xavi, Raúl, Carlos, Hierro, Salgado.
    Nel calcio di oggi, con la velocità e il pressing che c’è appena entri in campo con la testa un po scarica te ne torni a casa con 4 pere da Udine, non da Barcellona.
    Cazzo ma non è che questi sono i segreti di Nostra Damus eh? vedere professionisti di questo livello ( sia tecnico che economico ) sbagliare totalmente l’atteggiamento nelle gare è VERGOGNOSO.

  20. Scetticonerazzurro scrive:

    Rispondi

    Scetticonerazzurro scrive:

    Nel mio ultimo intervento, dopo la sconfitta dell’Olimpico avevo invitato a non strapparsi le vesti dopo una sconfitta alla terza di campionato. Oggi dopo la partita di SanSiro il mio invito è scendere coi piedi per terra, a non accarezzare sogni di possibili coppe e di scudetti e di prendere atto che siamo ripiombati a prima della vicenda contiana, quando il massimo obiettivo era uno strapuntino nella Champions, l’ambito quarto posto, nulla di più e nulla di meno. Capisco che è difficile accettare una parte secondaria dopo che per almeno quattro anni le ambizioni sono state altissime, in Italia e anche in Europa (ricordarsi che in League, in anni di carestia per il calcio italiano, siamo stati ad un passo da vincere il torneo!). Non si fanno nozze coi fichi secchi! Magari per un po’ la cosa riesce, poi il gioco non funziona più e allora le magagne saltano all’occhio. Conte, quando venne ad allenarci, pose condizioni precise alla società (acquisto indispensabile di certi giocatori) e soprattutto alla squadra (quella garra in campo, quell’entusiasmo che sono foriere di successi) Oggi quelle condizioni non ci sono più: la società lesina sulle spese ( e nel calcio di oggi una società sparagnina, al massimo, come l’Atalanta, può aspirare a piazzamenti onorevoli, ma quanto a vincere coppe o tornei, nisba!) e la squadra si è fatta molle, lenta nella manovra, con giocatori fuori condizione e talvolta malmessi in campo. Intendiamoci, non voglio far dell’allenatore il solito capro espiatorio: ha dato un gioco alla squadra che la scorsa stagione in condizioni particolarmente favorevoli ci ha fatto sognare un meritato scudetto. Io, dico la verità, da decenni avevo dimenticato un’ Inter bella e convincente come quella messa in campo da Inzaghi: mi son divertito nonostante il finale triste e gliene sono grato. Oggi quel gioco si manifesta solo a sprazzi: quando succede, come nei primi venti minuti di SanSiro, il nostro è il migliore tra quelli oggi in Italia, ma dura poco, magari all’inizio, illudendoci, e alla fine, quando è troppo tardi. Contro un Milan, che, secondo me, resta tecnicamente inferiore ai nostri (ma quanta più garra mette in campo, quando è in difficoltà! Finché ha giocato di fioretto contro i nostri si è rivelato inferiore, ma dopo il gol ha tirato fuori lo spadone ( garra e fisico) e sono iniziati i nostri dolori) la sconfitta fa più male, dopo tante gare contro di loro dominate da noi. Certo, anche lo scorso anno abbiamo perduto la gara decisiva, ma giocando di gran lunga meglio di loro e eliminandoli dalla Coppa con un rotondo tre a zero. Ma proprio questa era la caratteristica delle poche nostre sconfitte, che perdevamo giocando meglio dei nostri avversari. Oggi purtroppo viene a mancare anche questa attenuante: perdiamo meritando la sconfitta. Ci aspetta ora un ciclo terribile di partite da cui rischiamo di uscire con le ossa rotte. Ma forse proprio nei momenti difficili (ricordarsi della partita contro il Liverpool) la nostra squadra dà il meglio del suo gioco. I tempi di recupero ci sarebbero ( i nostri rivali non avanzano a passi da gigante, almeno in Italia). Manca ancora quel colpo di reni a dimostrazione che siamo ancora vivi. Ma, almeno nel calcio, mai negarsi alla speranza. Anche per uno scettico come il sottoscritto.
    Una buona giornata a tutti.

    • Oannes scrive:

      Grande Scettico! Molto lucido e condivido tutto, sei riuscito a sintetizzare la visione, la percezione e il sentire di molti noi (credo). Quindi grazie, e grazie a tutti, perchè ho già detto più volte questo blog ha -anche – una funzione psicoterapeutica e, almeno a me, analizzare continuamente l’accaduto mi aiuta a rinunciare.
      Un pò passa…come il condor!

    • Lothar scrive:

      Grazie per l’ottima analisi Sector,
      anzi chapeau!

    • Scetticonerazzurro scrive:

      No, Lothar, ti ringrazio ma non sono affatto d’accordo. A me manca il dono dell’ironia, che è la dote più preziosa dei post di Settore, e che è la giusta misura per chi scrive di un argomento “futile” come il calcio. Io, vecchio come sono, tendo a somatizzare troppo le vicende della mia squadra, e non sono affatto in condizione di sorriderne, forse perché è una delle poche passioni che mi è rimasta da preservare intatta anche nel tempo presente.

  21. Von scrive:

    E aia, (accuratamente minuscolo) é irritata dalle dichiarazioni di Sarri! Ah, ah, ah, meglio di una barzelletta di Proietti,

  22. ErnesTO'O³ scrive:

    Io penso che alcuni dei nostri “campioni” abbiano sovraperformato con Conte, che li seguiva anche al cesso e che urlava come un forsennato.
    Si sono convinti di essere davvero campioni, e passare da uno che ti dice anche quando far l’amore con la moglie in relazione al calendario, ad uno che l’anno scorso si vantava di lasciare spazio alla creatività di ognuno (cosa confermata dagli stessi giocatori), e che fa le interviste post gara con una moscezza che neanche il peggior Stramaccioni, li ha demoralizzati, dopo che l’anno scorso hanno sfiorato il colpaccio – complice un campionato in cui tranne il bbilan tutti hanno mollato per varie cause.

    Ma sono (siamo) tornati con i piedi per terra.
    Ribadisco: entriamo nei 4, sennò il giocattolo si smonta

  23. ErnesTO'O³ scrive:

    Dimenticavo: questa merda di società ieri non ha scritto neanche una riga sul Cipe.
    A Giacinto (uomo solido e misurato) sarebbe importato poco.
    A me, uomo rissoso e tifoso sanguigno, girano le palle ad elica.

  24. Gaetano scrive:

    Penso che su una cosa qui siano tutti d’accordo:
    occorrono cambiamenti sostanziali ed importanti, di modulo e di formazione.
    Siamo ancora d inizio campionato e c’è ancora la possibilità di fare modifiche tattiche, anche rilevanti …
    COSA MI PIACEREBBE VEDERE .
    Un bel 4 – 4 -2 così composto:
    Onana in porta. ( La statua di sale la lasciamo in panchina).
    DIFESA , da sx a dx: Bastoni ( da laterale SX che però si spinga in avanti “con giudizio” per non scopriRe troppo la difesa:
    Acerbi ( de Vrij spiaze… ma al momento è impresentabile)
    Skriniar ( imprescindibile, sempre e comunque…)
    Dumfries
    CENTROCAMPO:
    una sorta di rombo, con vertice basso Brozovic, un pò più avanti Asllani ( che copre più di Chala e di Mikitaryan ed ha un bel passaggio filtrante… e non dimentichiamo che ha 20 anni e tanta freschezza…)
    a sx : Gosens ( bisogna farlo giocare per fargli recuperare la forma !)
    a centro dx Barella

    ATTACCO:
    Dzeko e Lautaro ( Correa , per il tipo di gioco che fa, a mio avviso NON è mai da mettere a inizio partita… )

    COSA INVECE MI ASPETTO CHE FARA’ INZAGHI-
    Solito 3 5 2 …
    Uniche differenze rispetto al derby: Di Marco al posto di Darmian a sx e Dzeko dal primo minuto al posto di Correa…
    Solite scelte …SENZA CORAGGIO.
    E vai col liscio…

  25. Von scrive:

    Già, allenatore che riflette la proprieta che lo ha ingaggiato. Propeietà che non riflette i tifosi che rappresenta. Il giocattolo è già smontato, nei primi 4 non ci arriviamo per tante ragioni.

  26. ErnesTO'O³ scrive:

    Ribadisco, una enorme bandiera di Taiwan in curva nord e vedi come si incazzano

  27. Geppetto57 scrive:

    Dal momento in cui Antonio Conte andò al fatidico incontro con la dirigenza, da cui se ne uscì dando le dimissioni con effetto immediato, capimmo che uno dei motivi, se non il principale, era la gestione economica della società. E non è che tutti i più grandi allenatori del mondo fossero lì ad agognare la nostra panchina. Conte si accomodò dove ha avuto soddisfazione dal mercato e noi ci trovammo dall’oggi al domani a doverci trovare un altro allenatore (come dopo il 22 Maggio 2010, as usual). Dovemmo quindi ripiegare sul buon Inzaghi, attirandoci pure le ire di Lotito (e non ci vuole molto). E credo proprio che lo stesso discorso che aveva fatto scappare a gambe levate Conte, sia invece stato preso come un’occasione irripetibile dal nostro attuale Mister, che con un pò più di carattere avrebbe anche pouto fare il colpaccio al primo anno sulla nostra panca. Purtroppo è andata altrimenti e siamo qui a pensare come proseguirà la stagione, senza molte certezze e qualche dubbio di troppo. Ma siamo Interisti, che diamine. Ne abbiamo viste di peggio. Hasta la victoria siempre.

  28. Militus scrive:

    Credo che la formazione suggerita da Gaetano e il bandierone di Taiwan in tribuna siano due ottimi suggerimenti da cui ripartire.

  29. neroazzurro-rosso scrive:

    Intanto, come da pronostico, i “diversamente nerazzurri” sono in vetta alla classifica ed il PSG della brianza a zero punti dopo ben cinque partite…la prima, forse, la vinceranno con noi…sgrat, sgrat.

  30. Enzo scrive:

    Dopo il gesto becero e antisportivo di Tonali, ho visto 11 dei nostri correre inferociti e con il sangue negli occhi a redarguirlo.
    Qualcuno addirittura gli ha rifilato un calcio sui coglioni!
    Un altro gli ha sputato in faccia, dicendogli che queste cose in passato le faceva SOLO Franco Baresi…

    Come dite? Non è successo nulla di tutto questo?
    Chiedo scusa.

  31. ErnesTO'O³ scrive:

    Buongiorno confratelli, e CdM forever.

  32. Javier + scrive:

    Buongiorno a tutti e un pensiero a Giorgio, Livornese tignoso, che ha detto che non scriveva ed è da due giorni che va in giro con le moffole per non cedere alla tentazione. Grazie Giorgione con il tuo sacrificio asfalteremo i crucchi.

  33. Von scrive:

    CdM assolutamente si.
    Aggiungo, così per completezza:
    Pioli vermiciattolo, qua, qua, quaraqqua
    Tonali di M.

  34. ErnesTO'O³ scrive:

    E intanto sembra che inzaghi faccia un minimo di turnover, con Micki, Gosens e qualcos’altro.
    Le cose sono due:
    o cerca gente che dia una scossa e che debba rilanciarsi
    oppure
    punta tutto sul campionato e risparmia energie

  35. gianfba scrive:

    C’è PSG-Bjuve, qualcuno avrebbe un meteorite di cui non sa che farsene?

  36. Gaetano scrive:

    Carissimi, per cercare di capire quello che sta succedendo alla nostra Beneamata possiamo fare tutta una serie di ragionevoli ipotesi ( magari anche azzeccate… ) che nulla c’entrano con il nostro “portierone”, tantomeno con il nostro allenatore…
    Ne ho sentite tante in questi giorni: le ristrettezze economiche dei CdM trasmettono insicurezza ai giocatori… (come ho sentito da più parti, anche molto attendibili , vedi Gian Luca Rossi su YouTube), la preparazione atletica che, per via del calendario, è stata troppo compressa… e l’Inter, atleticamente , con tanti giocatori sopra l’ 1,85 di altezza è una squadra che ” è lenta a carburare”… ecc. ecc.
    Però, però… a volte il calcio è molto più semplice di quanto può sembrare.
    Giusto per tirarmi su il morale ( si fa per dire…), ieri mi stavo leggendo le statistiche sui portieri di serie A in queste cinque giornate.
    Scopro che il nostro capitano ha subito finora ( in 5 partite ) 19 tiri.
    Ebbene, 11 li ha parati, 8 no.
    Non sono un matematico, però mi pare che, in termini percentuali, si possa dire questo:
    finora ( e sottolineo” finora”…) chi riesce a inquadrare lo specchio della porta dell’Inter ha il 42% di probabilità di segnare…ripeto, il 42% …
    Io sono un tantino preoccupato, ( e non solo a causa dei CdM)… non so voi…

  37. Mick scrive:

    C.d.M. ma anche T.f.e. Taiwan for ever, bellissima quella del mega bandierone in curva nord!! Magari già col Bayern, in Mondovisione…

  38. Mick scrive:

    Con tutto il rispetto per le argomentazioni di Giorgio, tutt’altro che campate in aria ma con l’Inter non si può fare così dài, non si può…

    • Javier + scrive:

      Non so a cosa tu ti riferisca ma ti appoggio in pieno.
      Se non ne approfittiamo in questi giorni che è in silenzio stampa!
      Possiamo dire tutto quello che vogliamo, tanto fino a domani sera non può parlare.
      Tipo:
      ah Giorgio? quello che non cede mai il posto alle vecchiette sul treno e fa finta di leggere il giornale.
      Dicono che quando era piccolo tifasse Pisa
      Ah poi io gli ho sentito dire che non sopporta i colleghi romani.

      Lo trovo liberatorio…

  39. Mick scrive:

    Ahahah, Javier+ troppo forte come al solito, mi riferisco alle sue argomentazioni in difesa dei CdM, che hanno comunque molto senso ma noi tifosotti come possiamo accettare di buon grado lo scempio che è stato fatto di una squadra che aveva appena vinto e prometteva ragionevolmente di vincere ancora.
    Ne è passato di tempo ma ancora non mi va giù questa cosa, è stato un coito interrotto all’ennesima potenza,una cosa che solo chi non ha la più pallida idea di cosa sia la passione calcistica poteva fare, non ci posso pensare altrimenti mi sale il crimine…

  40. EpicBrozo scrive:

    Immaginando per un attimo che i cdm siano invece milanesi i cento pe cento. Mi spiegate cosa hanno fatto di sbagliato i cdm a parte non essere qualcosa che evidentemente non esiste più?

  41. Mick scrive:

    Io l’ho scritto chiaramente eh Epic, il mio è un discorso da tifosotto quindi tutto cuore e poco raziocinio, ma credo i milanesi 100% si sarebbero inventati la qualunque pur di non tarpare le ali alla fantasia del mondo Inter in quel preciso momento, pensiero mio eh…

    • EpicBrozo scrive:

      Chiaro Mick.
      Ma fammi un esempio della qualunque.
      Come avrebbero fermato Lukaku che voleva andare al Chelsea? Dandogli il doppio? E poi come rinnovavano gli altri?
      Oppure come avrebbero potuto assecondare il mercato di Conte?
      Avrebbero potuto agire come fece Moratti in passato, ma appunto questo non è più consentito ( salvo aggirando il pur stupido ffp come fanno gli sceicchi).
      Volete gli sceicchi? O peggio rubare pur di vincere?

  42. Fortebraccio scrive:

    Inter – Bayern Monaco 0 – 6

    ‘notte

  43. Mick scrive:

    Scusa Epic, sono stato un po’ indaffarato, anzi, a dire il vero so che hai abbastanza ragione e non so cosa risponderti…
    Vabbe’, quisquilie a parte credo che una risposta potrebbe essere la tua frase tra parentesi, se esistono delle regole queste devono essere rispettate da TUTTI indistintamente, se ciò non avviene allora TUTTI sono autorizzati a provare ad aggirarle, più o meno quello che succede da sempre in Italia, a qualsiasi livello.

    Gli sceicchi? perchè no? pecunia non olet a quel che mi risulta, non ho capito invece perchè parli di rubare, a cosa o a chi ti riferisci precisamente?

  44. Mick scrive:

    A proposito, colgo l’ occasione, credo di non averlo mai fatto, di ringraziare tutto il Blog per il sostegno che è sempre in grado di fornire nei momenti down, così come per il surplus di euforia che regala nei momenti up!!!

    • EpicBrozo scrive:

      Anche io mi associo a ringraziare il padrone in primis Settore e tutti coloro che scrivono e che leggo con immenso piacere anche quando non si è in accordo.
      Non vi conosco ma vi voglio bene 🙂

  45. Geppetto57 scrive:

    C’è troppo “silenzio” su questo blog e la cosa mi preoccupa

  46. Geppetto57 scrive:

    Tipo “il silenzio prima della tempesta”

  47. Hjc scrive:

    Speriamo che non ci tocchi invece il frastuono dopo la catastrofe… anche se, per quanto io mi sforzi di pensare che “la Champions è un’altra cosa” dubito che improvvisamente la nostra difesa torni ad essere impenetrabile, dopo che – da luglio – viaggia a due gol (presi) a partita. E tutto ciò senza avere mai incontrato una squadra forte come quella che ci si prospetta stasera.

    Il livello attuale del campionato italiano si è purtroppo visto con il pareggio della squadra dell’amore contro il Salisburgo, e con l’irridente dimostrazione di superiorità tecnica del PSG contro gli scoloriti. Superiorità solo parzialmente annacquata dalla sconsiderata uscita, come gli è da sempre consueto, dell’ ex “portiere più forte del mondo per i prossimi dieci anni”.

    Confidando che le mie fosche previsioni siano smentite, mi associo sentitamente al collettivo CdM che permea il nostro blog e vi saluto tutti.

  48. ErnesTO'O³ scrive:

    Il confronto a livello europeo è oggettivamente ingeneroso, i gobbi sono stati scherzati dai parigini, e solo degli idioti possono pensare che il distacco giusto sia di un solo gol – peraltro facilitato, anzi permesso, dalla solita cappellata di do££aruma (come scritto da Hjc).
    I gonzi potevano vincere, ma anche perdere, dal Salisburgo, squadretta niente male, veloce e reattiva.

    Noi stasera abbiamo il bayern, che nelle 18 partecipazioni precedenti, alla prima nei gironi, ha fatto 18 vittorie, 45 gol fatti e 2 subiti.

    Se, e ripeto se, abbiamo ancora un pò di voglia, di garra, di furore… beh, è il momento giusto per dimostrarlo.

    Razionalmente, mi metto in attesa di una brutta serata.
    Col cuore, col sentimento, mi aspetto altro.

  49. Javier + scrive:

    Prima di concentrarci sulla partita di questa sera dove
    certamente faremo bene, mi fa sorridere Icardi al Galatasaray ma mi fa scompisciare pensare a Wanda sul social turchi.

  50. Gaetano scrive:

    Considerazioni (sparse) dopo aver visto le partite di ieri sera:
    1) Le fortune del Bilan, sono clamorosamente iniziate nel momento esatto in cui $ARUMMA ha deciso di andarsene al PSG e, contestualmente, i Bilanelli sono andati a prendersi Maignan dal Lille… alzi la mano chi di noi all’epoca (soprattutto dopo i Campionati Europei e l’apoteosi di $ARUMMA), ha pensato che il Bilan avrebbe realizzato un “upgrade” …
    A mio modestissimo parere, questo dovrebbe far riflettere tutti coloro che sottovalutano l’importanza del portiere nel calcio di oggi.

    2) Come correttamente scrive ErnesTO’O, è bastata una ” squadretta veloce e reattiva” a mettere in crisi i Bilanelli… non mi pare che il tanto osannato Leao abbia fornito una prestazione ” da urlo” ( ha giocato da 6 …) , mentre l’altrettanto celebrato Giraud è stato uno dei peggiori in campo ( ha preso 5 in pagella da tutti …)
    Diciamo che, dal punto di vista logico, dalla (giusta) osservazione di cui sopra ne discende un’altra conseguenziale, ossia che l’INTER è una squadra attualmente lentissima e assolutamente NON reattiva…Per cui, teniamo tutti presente questo:
    il risultato del derby è stato MOLTO più figlio della prestazione indecente dei nostri, piuttosto che di una “fantasmagorica” prestazione del Bilan…

  51. denny71 scrive:

    Statistiche incoraggianti: negli ultimi 18 anni nelle partite di esordio nel girone champions il bayern ha fatto 18 vittorie con 45 goal fatti 2 subiti, inoltre inter-bayern a san siro si è giocata 3 volte nella storia con 3 vittorie loro… io stasera ho quasi paura di guardare la partita 😓 (effettivamente Fortebraccio una volta tanto sei stato quasi ottimista)

  52. Gaetano scrive:

    Ho appena letto che il Chelsea ha esonerato Tuchel…
    Questi hanno mandato a casa il tecnico che gli ha fatto vincere la Champions !

  53. Enzo scrive:

    Lettera di un tifosotto eternamente ottimista.

    “Cara mia vecchia Beneamata, stasera smentisci tutti gli scettici di questo blog, e batti ‘sti crucchi mangiapatate. Sappi che potresti regalarmi una gioia infinita!
    Toh, mi accontento anche di un autogol del loro portiere al 97°”.

    Come dite?
    Sto chiedendo troppo?

    • ErnesTO'O³ scrive:

      La Champions è tutta una roba strana, puoi azzeccare una mini serie di 9-10 partite e la vinci, ne sbagli una e vai a casa.
      Ciò premesso, è OVVIO che tutti, scettici, sfiduciati, depressi o altro, si augurano che l’Inter faccia l’impresa, e batta crucchi e culè e stravinca il girone.
      Quello di cui, personalmente, almeno, dubito, è che la squadra “ammirata” finora sia performante contro dei panzer veloci e potenti come quelli.
      Quando hai bisogno di un gol di testicolo di Dumfries contro il Real-Lecce al 95°, pensare di giocartela col Bayern… è (appunto) un’impresa.

      Speriamo di farla, questa impresa. Io ci spero, da innamorato, ma ho pronto il boccione di grappa pluri-distillata, monovitigno di Traminèr.

  54. Gus scrive:

    Gira voce di Onana titolare stasera.
    Non ci credo, ma fosse confermata questa voce avrebbe dell’assurdo farlo debuttare proprio nella partita più difficile in assoluto per il momento, per la pressione, per la caratura tecnica dell’avversario.
    Cos’è, improvvisamente Inzaghi si è reso conto di avere un portiere da CL in panca? Di averne schierato fin qua uno a fine carriera (meglio dire: a carriera finita)? Si è piegato alla volontà popolare che chiede in maggioranza la testa di Handa?
    Come la giri la giri, ripeto fosse confermata la scelta, confermerebbe quello che già abbiamo sotto gli occhi rispetto alla personalità (non all’altezza) del nostro tecnico.

    • denny71 scrive:

      Volendo vedere il lato positivo, stasera non c’è niente da perdere, anche se onana subisse un po’ di goal (mi tengo vago sul numero 😓) non credo che potrebbe essere ritenuto responsabile, se invece magari facesse grandi parate e ci aiutasse a fare un’impresa sarebbe un motivo in più per farlo giocare anche le prossime partite. Ah, per me un’impresa sarebbe anche una sconfitta di misura tipo col real o liverpool l’anno scorso…

      • Gus scrive:

        Beh, debuttare in mondovisione con il pallottoliere non sarebbe proprio il massimo eh…😉.
        Comunque, metti mai che ne esca il partitone. Speruma.
        In partenza mi accontenterei di fare una figura…tipo i gobbi col psg…mala tempora currunt

  55. Hjc scrive:

    Ciao GUS, approvo!
    Mandiamo a debuttare, davanti a un probabile bombardamento (premesso che stiamo vivendo un periodo storico in cui certi termini andrebbero usati con cautela), un portiere che non ha mai testato i meccanismi difensivi della squadra in gare ufficiali.

    Sembra quasi, a pensar male spesso si indovina, che Inzaghi voglia poter dire “ecco perché schieravo sempre Handa”. Comunque vada, poi, avremo perso uno dei leader dello spogliatoio, almeno per quanto è dato sapere a noi che la viviamo da fuori.

    Buona partita a tutti.

    • Gus scrive:

      Ciao Hjc! Si, l’opzione “…lo manda al macello per poter tornare serenamente al vecchio Handa subito dopo..” non l’avevo scritta per non cadere in un eccesso di malpensantismo, ma confesso che l’ho pensata anch’io.
      Comunque se Handa è veramente un leader (e non solo uno dei senatori con maggior peso nello spogliatoio) dovrebbe dare il suo supporto al giovane rampante, dando l’esempio anche agli altri (uno su tutti: Barella. I 20 minuti di Mikitarian nel derby mi son piaciuti per impegno e concentrazione molto più che i 70 dello svagato sardo).

  56. ErnesTO'O³ scrive:

    il nostro mister, con Onana, fa un’operazione win-win.
    Se va bene o se va male, lui srotola il discorso “qui non ci sono gerarchie, gioca chi sta meglio, visto che bravo?”, oppure “ora avete capito perchè gioca handa?”.

    Ad ogni modo, qui si misureranno le circonferenze di Onana.

    Ha una chance, se la spreca, si (lo) brucia.
    Oppure azzecca la sestina vincente del superenalotto.

    Io tifo per la seconda.
    Portiere più giovane, reattivo, con margine.
    Handa (a volte) sembra un ex

    • Gus scrive:

      Io sono per l’avvio della successione (non sarei partito stasera, però) senza se e senza ma.
      Handa ha fatto il suo tempo. Onore a lui ma si faccia da parte (e chiuda magari giocando la coppa italia, come usava una volta).

  57. mareintempesta scrive:

    Comprensibili tutti i vostri ragionamenti ma a questo punto dobbiamo essere concreti e basta.

    Il punto e’ che Handanovic NON puo’ piu’ essere il portiere dell’Inter, basta!

    Puo’ difenderlo ormai un genitore, la moglie, stop

    Poi quello che faranno i media lasciamoli stare,tanto lo sappiamo che a prescindere sono contro.

    Avanti con Onana.

    Fara’ peggio di Handanovic?

    Questo non riabiliterebbe Handa, come con Radu..significherebbe solo aver sbagliato l’acquisto,stop.

    Ma proviamoci, che in questo momento anche un Perin gli e’ nettamente superiore, non si pretende mica uno Zenga.

    • Gus scrive:

      Concordo. Però il debutto stasera sembra dettato da pressioni esterne (di qualsiasi genere, strumentali o meno). E un allenatore che si fa dettare dall’esterno (ambiente, media, società…) le scelte, non è un allenatore da Inter.
      Dopodiché, forza Inzaghi e forza chiunque giochi, che stasera c’è da tenere alta la bandiera senza sciogliersi as usual come neve al sole.

  58. ErnesTO'O³ scrive:

    Handa ha fatto il suo tempo, solo che non ho capito il suo rinnovo.
    Handa è un leader di spogliatoio, è il capitano, non sarà facile, a meno che egli stesso non si faccia avanti per fare da chioccia (sarebbe un gesto nobile).

    Per panchinarlo ci vogliono due palle così, e non so se Inzaghi le abbia.

    • Von scrive:

      Penso che il rinnovo di un anno fosse nell’ottica chioccia. Oppure qualche suo record personale a cui tiene, tipo numdro partite champions ecc

  59. Javier + scrive:

    è sempre interessante leggervi ma in questo momento il mio pensiero è unicamente rivolto ad una cosa:
    La grappa pluri-distillata, monovitigno di Traminèr di ErnesTO’O³
    Un consiglio, quella non va bevuta SE vinciamo o SE perdiamo
    quella va bevuta a prescindere, anzi proporrei un augurale brindisi pre-partita.
    Prosit!

  60. Scetticonerazzuro scrive:

    Io sono scettico, ma non pessimista ad oltranza, di quelli che godono di fronte ad una sconfitta dicendo vittoriosi “Io te l’avevo detto!”. In questo caso, poi, date le circostanze e lo stato delle cose, essere a tutti i costi ottimisti diventa una forzatura insopportabile. Meglio prendere atto della situazione e trovare, con sereno scetticismo, motivi di consolazione anche nei casi più disperati. Per esempio, prendere atto che il nostro calcio non è in questo momento competitivo con quello medio europeo; che i tedeschi verranno a SanSiro col dente avvelenato, a vendicare una delle sconfitte più dolorose della loro storia, quella del triplete che ci consegnò la coppa dalle grandi orecchie. Altri tempi, direte voi, e chissà chi se lo ricorda. Eppure è l’ultima grande affermazione del calcio italiano di club. E SKY ce lo ricorda ad ogni stagione, trasmettendo quella memorabile partita, la partita del nostro orgoglio, non certo perché innamorata dei nostri colori, ma perché non trova di meglio negli ultimi dodici anni da ricordare in occasione dell’inizio della Champions o di qualche altra manifestazione calcistica, la volta in cui l’Italia pallonara è stata con pieno merito regina d’Europa. Magra consolazione, direte. Ma serve, per rendere meno amara una sconfitta, se sconfitta sarà. Purché onorevole, come furono la scorsa stagione contro il Real e il Liverpool. A testa alta. A me, da scettico, basterebbe.
    Buona partita a tutti.

  61. Francesco 70 scrive:

    A me non passa ancora per il derby.
    Vabbè.

    • Pastorius scrive:

      Mah, con la Lazio Gagliardini, con il Milan Correa, oggi D’Ambrosio e fuori Barella…in Champions! Meno male che Onana mi è piaciuto. Non si dovrebbe perdere in casa per coltivare speranze…

  62. Fortebraccio scrive:

    Inter – Bayern 0-6
    ‘notte

  63. Francesco 70 scrive:

    Ci sei andato giù leggero sto giro! 🙂
    Ma ci sta tutto, purtroppo.

  64. gibson3 scrive:

    Onana mi piace.

  65. mareintempesta scrive:

    Peggior avversario non poteva capitare

    Altra categoria

    Potrebbe finire male male

  66. Javier + scrive:

    È dal min 1 che urlo che il 10 fa che cazzo vuole ed è sempre a 10mt da qualunque Interista. Ma che guardano?

  67. Militus scrive:

    Purtroppo sembrano due squadre di categorie diverse. Speriamo di non prendere l’imbarcata.

  68. Fortebraccio scrive:

    Inter – Bayern Monaco 0-6

    ‘notte

  69. Francesco 70 scrive:

    Pensavo peggio,dai… Non sarà un massacro.

  70. Javier + scrive:

    Non so da dove cominciare…
    Però a parte cose sapute e risapute va proprio detto de oggi Gosens non vale niente, ma veramente niente. A questo punto Di Marco tutta la vita con i suoi limiti in difesa, così è regalare un uomo

  71. denny71 scrive:

    Mamma mia, questi fanno davvero paura… speriamo di resistere sullo 0-1, sarei quasi contento… cmq onana almeno si butta anche sui tiri più angolati

  72. TOTO scrive:

    Comunque vada stasera non si potrà dire nulla al mister.
    Praticamente la formazione l’ha fatta il tifosotto qualunque.
    Fuori il citofono, l’olandese e Barella.
    A furor di popolo.
    Speriamo nel solito fallo di mano in area dell’olandese sbagliato.
    Intanto è già ammonito. Magari va anche fuori, oltre a causare rigore.
    Io…..ci credo.

    A M A L A

  73. Oannes scrive:

    Nettamente inferiori. Ma la pochezza di Gosens e la poca incisività di Mikhy e Chala, cui si somma l’incredulo niente che è diventato Bastoni..mi lasciano di stucco.
    Solo un colpo di culo ci può salvare. Ma serve tirare in porta quando si ha l’occasione..

  74. giardinero9cruz scrive:

    Siamo sempre in ritardo, lenti e non riusciamo a tenere palla. Inizio a temere che si sia sbagliato qualcosa nella preparazione…

    Loro vanno il doppio, non è possibile!

    Onana ha fatto il suo

  75. Javier + scrive:

    E cmq, e qua mi taccio, una condizione fisica così, è da licenziamento in tronco di tutto lo staff preparatori, allenatori, medici. Sono paonazzi al 30esimo e stremati a 45esimo.
    E il loro 10 corre come Forrest Gump.
    Boh…

  76. Javier + scrive:

    No ma aspetta altri 10min a fare i cambi. Ma va a cagher Inzaghi!

  77. Militus scrive:

    Javier, al di là dei cambi, credo che a questi livelli l’Inter attuale sia improponibile. Pensiamo alle due partite con il Plzen per andare in EL dove forse possiamo giocarcela.

  78. Francesco 70 scrive:

    A me sembrano combattivi. Almeno questo. Poi la botta del derby non l’abbiamo affatto assorbita, come prevedibile.

  79. giardinero9cruz scrive:

    Mentre Inzaghi tentenna e riflette sui cambi il Bayern dilaga…

  80. Javier + scrive:

    “Voi non avete conosciuto ancora il nuovo Correa”
    (Correa anno del Signore MMXXII)

  81. EpicBrozo scrive:

    Manco a porta vuota avremmo segnato. Al posto di tirare facciamo l’ultimo passaggio…agli altri. Correa ma va a cagare.

  82. Enzo scrive:

    Correa, il più asino e scarso calciatore che ha indossato la nostra maglia negli ultimi 12 anni, è stato già detto?

  83. Francesco 70 scrive:

    Solo due goal. Potrebbe essere un buon viatico. Lo so che sembra assurdo: ma non è stato affatto tutto da buttare.

  84. mareintempesta scrive:

    Aldila di ogni discorso tecnico, la cosa che al momento piu’ mi preoccupa e’ l’aria di rassegnazione ad una stagione negativa che si percepisce nella squadra, nell’ambiente, a soli 9 mesi dalla conclusione

  85. ErnesTO'O³ scrive:

    Inzaghi è un asino, Correa una monnezza di giocatore.
    Onana è meglio del tetraplegico sloveno, almeno è vivo…

  86. giardinero9cruz scrive:

    Squadra involuta, lenta che ha ormai perduto tutte le certezze e gli automatismi costruiti nei 2 anni di Antonio Conte.

    Purtroppo, a questo punto è chiaro, l’anno scorso Inzaghi ha vissuto di rendita. Ora, alle prime difficoltà, sta dimostrando di non essere all’altezza.

    Attenzione al Torino che è la peggior squadra che ci potesse capitare in questo momento.

  87. vittorio scrive:

    come prima peggio di prima (cit)

  88. Gus scrive:

    Imbarazzante la differenza di livello tecnico di base in campo. Imbarazzante vedere il numero di controlli sbagliati, passaggi fuori misura, di fronte a professionisti del pallone di livello top. Poi vabeh, se si è eletto Gagliardini a capro espiatorio della pochezza tecnica di molti dei nostri allora… Risentire le bordate di fischi di San Siro nei confronti del malcapitato di stagione, è un’ulteriore conferma della china che sta prendendo l’annata.
    Comunque, non si esce dal match massacrati e qualcosa, dopo un primo tempo tremebondo (che differenza con Inter Real dello scorso anno…) l’abbiamo proposta. Brozovic però conferma di sembrare tornato quello che stava per andarsene a furor di popolo quel famoso gennaio: che gli prende? E Bastoni? Espressione smarrita, prestazioni pessime. E Skrigno? Ma cos’hanno? Barella in panca 90 minuti? Come si sono allenati quest’estate? Cosa sta succedendo nello spogliatoio? Mah…

  89. Enzo scrive:

    Oramai è palese la frattura che si è creata tra l’allenatore e gran parte della squadra, a cominciare da quella checca isterica di Barella.
    Le magre finanze del CdM, purtroppo non permettono un immediato cambio di guardia di chi siede in panchina, cosa che a questo punto sarebbe la cosa più ovvia.

  90. gibson3 scrive:

    Pagheremo caro la partenza di Perisic.

  91. ErnesTO'O³ scrive:

    Squadra paurosa, tranne quella ventina di minuti del secondo tempo,
    Onana ha preso quello che si poteva prendere, ha preso quella palla di Muller all’incrocio in modalità maignan.
    Dumfries oggi male male, lento, imballato, timoroso.
    D’Ambrosio ha ancora il mal di testa, Bastoni se non trova la maniera di far addormentare la figlia e riposare, non ne viene fuori.
    Micki non il peggiore, da ordine quando può, ma poi si allinea alla mediocrità della truppa.
    Gagliardini bersagliato, ma ingiustamente…recupera tre o quattro palloni, tra cui quello che Correa regala alla linea di fondo.
    Lautaro e Dzeko appena sufficienti, più Lautaro che Dzeko.
    Brozo lasciamo perder (ma che ha fatto Asllani, si è trombato la sorella di Scemone)?
    Scrigno sotto standard, gli altri… tristezza.
    Gosens protagonista di “chi l’ha visto”, ci ha fatto giocare in 10.

    Ma è l’atteggiamento che non va.
    Degli agnelli a Pasqua; non sanno quando, ma sanno che non ce la faranno.

    Vado.
    Prosit
    Gli

  92. Pastorius scrive:

    La partita ha confermato il momento di confusione che regna nello spogliatoio e nella testa del nostro allenatore. Secondo me l’esclusione di Barella è una cosa grave, deve essere successo qualcosa di grave. La squadra è lenta, gli automatismi non esistono, sul primo gol mi è parso di vedere un gesto di insofferenza di D’Ambrosio verso Dumfries (sic!). Anche in altre occasioni avevo notato che in campo si mandano a quel paese con facilità. Con tutto il rispetto per i giocatori, non penso che un tecnico nel pieno possesso delle sue facoltà mentali possa pensare di panchinare dei “titolari” in favore di Gagliardini, Correa, D’Ambrosio o Darmian. Anche io mi chiedo che tipo di preparazione abbiano fatto quest’estate. Siamo nei guai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.