PuntE di vista

Oggi ho letto un curioso articolo sul Corrierone, dal titolo “Punte di domanda”, dedicato a Mbappè, Haaland e Lautaro. Questi tre attaccanti della top class europea, finora autori in totale di 93 (novantatrè) gol, non stanno passando – fa rilevare il Corriere – il migliore dei rispettivi momenti. Lautaro, come sappiamo, non segna da più di un mese. Mbappè nell’ultima partita è stato sostituito, s’è incazzato con il mister ma il suo sostituto ha segnato il gol vittoria. Haaland fa una delle sue periodiche non-partite e Roy Keane, commentatore in studio, dice che “a volte sembra un giocatore di quarta serie”.

Diciamo che il tema può essere sfizioso. Mettici che Mbappè s’è rotto i coglioni del Psg e non vede l’ora di andare al Real, che Lautaro tratta faticosamente per il rinnovo e si dibatte tra i sensi di colpa del rigore sbagliato in Champions, e che Haaland continua ad avere un rendimento un po’ così nelle partite che contano. Ok, detto questo: tutti e tre sono gli attuali capocannonieri del loro campionato. In particolare Mbappè, in stagione, è a quota 38 gol in 38 partite. Vabbe’, insomma: ho visto giocatori peggiori e crisi peggiori.

E quindi la mia mente bacata e selettiva da appassionato di calcio ha azionato il rewind ed è tornata a domenica, giorno di Pasqua, quando la mattina ho aperto la Gazza e ho trovato questo titolo:

Ricapitoliamo. Secondo il quotidiano più diffuso in Italia, quei tre là sopra (93 gol in tre) stanno facendo cagare e sono in crisi e moriremo tutti, noi e loro, ma soprattutto loro. Secondo il quotidiano sportivo più diffuso in Italia, il milanista Leao è oro.

Perchè è oro, secondo la Gazza? Perchè in Fiorentina-Milan ha fatto un assist e segnato un gol nella vittoria 1-2 dei cuginastri. Voi li avete visti, vero? Nell’assist di Leao, Milenkovic scivola a un metro dalla porta che neanche Buster Keaton nelle comiche di un secolo fa. Nel gol di Leao, tre difensori della Fiorentina si allineano come i pianeti (“prego, vai pure, noi seguiamo una nostra direttrice indipendente dal tuo cazzo di contropiede”) e il portiere (roba che un ufficio inchieste serio avrebbe aperto un fascicolo) esce dirigendosi altrove, cercando forse di opporsi al gol dell’amico immaginario di Leao (che però non viene servito da Leao) (e al quel punto avrei segnato anch’io, e la Gazza avrebbe titolato “Oro Settore”) (figata).

Ascolta “Caramba!” su Spreaker.

E’ stato, questo gol ridicolo, il quinto in campionato di Leao. Il quinto. Cinque. Cinque gol, capite? La superstar del Milan ha fatto 5 gol in campionato. Mbappè, che ne ha segnati 38 in 38 partite in stagione, secondo il Corriere è in un momento di appannamento. Lautaro, nel campionato in cui Leao ne ha segnati 5 (in 26 presenze), non segna da un mese ma è a quota 23. Però, è Oro Leao.

Ora, io lo so come vanno le cose in un giornale. Alla Gazza disegnano una pagina in cui nel titolo di Fiorentina-Milan (che finisce alle 22,40, se va bene) ci stanno una foto e due (2) parole. Al fischio finale, un caporedattore dovrà comunicare al grafico che foto mettere e che due parole mettere nel poco tempo che resta per assemblare il titolo e finire la prima. Vince il Milan, Leao fa assist e gol: foto di Leao, “Oro Leao”, e via così, anche stasera l’abbiamo sfangata, dammi il cinque, “Oro Leao”, bella lì.

Leao, 5 gol in campionato.

Avesse giocato l’Inter, e avesse segnato il gol-vittoria Lautaro cosa sarebbe mai successo? “Oro Lautaro” ci sarebbe stato, ok. Ma complichiamo un po’ la situazione. Ora che due azioni casuali di un giocatore che ha segnato 5 gol in campionato vengono definite “oro”, se la prossima partita fosse risolta da Lautaro (capocannoniere quasi con il quintuplo dei gol di Leao) come ci si dovrebbe comportare per rispettare le proporzioni?

Fossi io il caporedattore della Gazza, comunicherei al grafico il seguente titolo:

tutto l’oro della Zecca di Stato e tutto l’oro dei palloni d’oro già assegnati e opportunamente fusi in un grosso lingottone e tutto l’intero stanziamento del Pnrr previsto per l’Italia

LAUTARO

Al che il grafico mi direbbe: “Non ci sta”. Perché poi la questione base è questa: oro è corto, tutto l’oro della Zecca di Stato e tutto l’oro dei palloni d’oro già assegnati e opportunamente fusi in un grosso lingottone e tutto l’intero stanziamento del Pnrr previsto per l’Italia è lungo e non ci sta. E quindi Leao e Lautaro (uno 5, l’altro 23 gol) sono la stessa cosa. Anzi, quello in crisi è il secondo. Il primo è oro.

Questa voce è stata pubblicata in calcio, Inter e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

33 risposte a PuntE di vista

  1. TOTO scrive:

    Primo. Ora leggo e segnalo.

  2. TOTO scrive:

    Ho segnalato sul post vecchio.
    Ho letto.
    Mi sono ribaltato.
    Tuttappost!
    Mi metto in modalità “aspetto solo lunedì”.

    A M A L A

  3. Bandini scrive:

    Power of narration.

    Che poi, fosse così solo per il calcio, ci riderei quasi su.

  4. vittorio scrive:

    Letto oggi su gazzetta online: la juventus in base alle statistiche dovrebbe avere solo 6 punti meno dell’Inter.
    Occhio, non per le scelte arbitrali della marotta league per carità ma per oggettivi dati quali grandi chance create (?), punti attesi (a che fermata?) e avversari overperformanti (pillole blu?).
    Questo si chiama fabio russo ma un clone (evidentemente parola sintesi di altra con più vocali e consonanti) vale l’altro.
    What else?

  5. Militus scrive:

    Avevo notato anch’io la strana uscita di Terracciano (che se non erro non è nuovo a simili prodezze contro il bbilan) che si butta dal lato opposto a quello in cui avanza Leao, il quale non mi sembra abbia fatto particolari finte. Chi non ce l’ha presente vada a rivederlo sul web. Episodio curioso, definiamolo così. Devo dire che quest’anno Lautaro ha tirato la carretta per molti mesi ed è questa la sua prima “pausa”. E’ stanco, si vede chiaramente e Thuram sembra nelle stesse condizioni ma non possiamo recriminare nulla nei suoi confronti. Vincerà la classifica dei cannonieri e per un attaccante credo sia, dopo lo scudetto ovviamente, il massimo traguardo. Certo, il prossimo anno si spera che Taremi e un altro attaccante che sicuramente prenderemo qualche golletto lo mettano dentro, perché i due rincalzi di quest’anno si sono rivelati disastrosi. Settore ha pienamente ragione ma del resto, ormai siamo abituati ai titoloni di Ruttosporc, alle sparate dei vari penninvendoli che infestano l’informazione e, dulcis in fundo, alle uscite arteriosclerotiche e senza capo né coda del geometra di Fusignano. Niente, non ce la fanno proprio a riconoscere che quest’anno abbiamo giocato un calcio sublime e che li abbiamo asfaltati tutti.

  6. Gaetano scrive:

    Consiglio alla “Cazzetta dello Sporc “:
    alla prossima partita, nella quale Leao (come spesso gli succede…) caracollerà stancamente per il campo con quel suo “simpatico” ghigno ironico stampato sulla faccia, trascinandosi pigramente ben lontano dal vivo del gioco, magari sfanculando i compagni perchè non viene servito a dovere…ecco pubblicate il seguente titolo:
    MERDA LEAO
    (tutto in colore marrone , ovviamente…il marrone sul rosa è una figata..)

  7. Paolo scrive:

    Gli articoli di Settore, quelli belli. Quelli che ti raddrizzano una giornata di merda, come la Juve. GRAZIE SET!

  8. Geppetto57 scrive:

    Beh, il titolo è coerente. Se i bilanelli non avessero Leao che di riffa o di raffa segna o fa segnare, sarebbero lì a lottare per restare in Serie A. Quindi, relativamente a loro, è oro.

  9. neroazzurro-rosso scrive:

    Il “profeta” di fusignano ne ha sparate un altro paio delle sue:

    – l’Inter ha speso più del bbilan (cercando on line si evince tutto il contrario)

    – “l’ Europa League una squadra italiana non l’ha mai vinta e vincerla non sarebbe mica un traguardo da mettere in secondo piano”…fino al 2009 si chiamava Coppa Uefa e l’Inter ne avrebbe vinte 3 ed il bbilan ZERO…

    Ormai è partito per la tangente.

    AMALA.

  10. Gino scrive:

    Vedo una fiorentina più pimpante rispetto a sabato…come mai?

  11. Enzo Primo scrive:

    Pietro Terracciano è BBilanista sotto mentite spoglie.

    Ah, dimenticavo… La Gazzetta dello Sporc (da sempre) è un giornale di merda.

  12. Alex scrive:

    Leao è sicuramente un giocatore con un grandissimo potenziale; il suo problema però è la testa. Alterna ottimi momenti, in cui è decisivo (meno) a momenti in cui zonzola un pò a casaccio per il campo. La differenza fra lui e Lautaro la vedi nello sguardo. Come faceva notare giustamente Sect, Leao ha fatto cagare per sei mesi e sta giocando bene da 1 e mezzo; Lautaro ha giocato divinamente per sei abbondanti e da uno sta facendo abbastanza cagare. Direi che mi tengo Lautaro. Poi, magari un giorno Leao mette la testa a posto, trova continuità e allora saranno davvero ca….i per gli avversari. Poi, voglio dire, di cosa ci stupiamo ? Anche se non ce n’era bisogno, dal momento che l’avevamo capito da soli, l’ha detto perfino Maldini che il Milan gode di una stampa particolarmente compiacente. Poi stasera ho visto il secondo tempo della semifinale di Coppa Italia. Non ho visto la partita di campionato fra Milan e Viola, ma posso solo immaginarmi che quest’ultima non sia stata proprio la stessa. Il migliore della Dea è stato Carnesecchi e solo a lui si deve se la qualificazione è ancora in bilico. Anche Terraciano ha fatto 2/3 discreti interventi; col Milan invece…. Va beh; storie vecchie.

  13. Lothar scrive:

    Lunedì mi vedo la Stupenda allo stadio e non vedo l’ora di cantare per i ragazzi💪💪💪.
    E tutto il resto, compreso merdleao, é noia.

  14. Hombre vertical scrive:

    Per coerenza, il rotocalco rosa dovrebbe mettere alla terza pagina foto di donne nude. Il popolo lo esige.

  15. Cruz Pallone d'Oro 🖤💙 scrive:

    E intanto, sempre sulla Gazza, leggo le parole di Samardzic: “Dopo tutto quel caos, ho capito di non avere alcun tipo di rimpianto per non essere andato all’Inter”.
    Lottare per non retrocedere è meglio che lottare per lo scudetto (dei record) e la Champions.
    Che strano concetto di priorità e rimpianto ha questo qui.
    Contento lui…

  16. Cipe64 scrive:

    Mah le notizie vere sul bilan sono che a breve la Procura FIGC interrogherà Furlani e Gazidis sulla presunta (ahahah) falsa vendita del club e che rischia sanzioni…anche in termini di punti di penalizzazione, non so in quale stagione.

    Altra indiscrezione è quella secondo la quale si preparano a cedere almeno due tra i loro pezzi grossi.

    Non compro o leggo la gazza web da decenni, non so se hanno dedicato almeno un trafiletto a queste cose.

  17. Dawide scrive:

    Si, in effetti siamo davanti ad uno scandalo. Siamo sempre stati lo zimbello di tutti. Dopo calciopoli abbiamo acquisito anche quel grado di antipatia che un tempo si attribuiva solo alla juve. Gli youtubers interisti (quelli che hanno un minimo di credito… fabio bergomi, gianluca rossi, luca mastrangelo… mica gente come cassano o similia eh!) stanno tutti quanti stigmatizzando i commenti fuori luogo, le uscite stralunate, i sarcasmi reiterati, la dilagante cattiva fede nei confronti dell’Inter che ormai non hanno più argini.
    Giornalisti, ex tecnici, ex giocatori, ex intelligenti. Sono tutti schierati compatti contro un unico obiettivo: l’Inter.
    Ripeto: non vedo l’ora di vedere il solito cartello (a questo punto una tradizione giustificata dall’atmosfera che ci circonda) con scritto “LO SCUDETTO METTETEVELO NEL CULO” esposto dai milanisti mentre festeggiano la europa league.

  18. Paolo scrive:

    Se vincono l’Europa league, mi do al curling. Già che passino con la Roma non è certo sicuro, ma che possano battere Liverpool o Bayer non esiste

  19. Dawide scrive:

    Hanno già stampato le magliette

  20. Dawide scrive:

    Per non parlare di queglialtri che vinceranno la Coppa Italia, dal 2024 il trofeo nazionale più importante.

  21. Dawide scrive:

    Tengo la bandiera sul terrazzo fino a gennaio!!!
    Maledetti. Fino a gennaio lì a sventolare.

  22. Er pomata scrive:

    Grandissima prossssstitussssione intelectuale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *