I ragazzi irresistibili

Sommer 10. Sempre attento al look, restituisce la divisa immacolata. Con il risparmio della tintoria Marotta conta di alzare l’offerta per il rinnovo di Lautaro. Batte ogni record interplanetario di clean sheet senza fare un cazzo: magico.

Pavard 10. Un signor giocatore, oggi non avrebbero segnato neanche Maradona, Ronaldo (quello vero), Gigi Riva e Ganz schierati assieme. Ora, non per farmi i cazzi del Bayern: ma hanno una tale abbondanza in difesa da lasciare andare uno così? Boh. Una bellezza assoluta. Mandate lui a Sanremo al posto di Sinner.

Acerbi 10. Un signor giocatore, oggi non avrebbe segnato neanche Van Basten, Spillo, Lewandowski e Ciccio Caputo schierati assieme. Ora, non per farmi i cazzi della Lazio: ma hanno una tale abbondanza in difesa da lasciare andare uno così? Boh. Se non avesse già tipo 40 anni o giù di lì, gli offrirei un quinquennale.

Bastoni 10. Quando ha aizzato il pubblico (cioè, tipo 10mila persone in delirio) per aver conquistato un fallo laterale, ho pensato che la Juve non avrebbe pareggiato neanche con Ceccarini arbitro e Kim Jong-Un al Var.

Darmian 10. Ormai è una figura rassicurante. Mi ricorda il Gigante buono dei Caroselli della Ferrero. Succedeva un guaio, i bambini chiedevano aiuto cantando «Gigante, pensaci tu!» e lui interveniva riportando la pace e punendo Jo Condor (sospiro).

Ascolta “Felini (perché Sanremo è Sanremo)” su Spreaker.

Barella 10. Quando batti la Juve, chi se ne frega se Barella non ha fatto i numeri assoluti. Comunque c’è sempre, domina i suoi raptus e Szczesny gli toglie un gol fatto con una parata di piede che se la rifà cento volte Barella segna cento volte, diventando capocannoniere con 100 reti, che Piola al confronto era stitico.

Calhanoğlu 10 e lode. La Giornata mondiale della masturbazione è il 28 maggio, ma dopo la visione dei passaggi e dei lanci di Cahla in Inter-Juve è probabile che la data dall’anno prossimo venga anticipata al 4 febbraio. Ora, non per farmi i cazzi del Milan: ma hanno una tale abbondanza a centrocampo da lasciare andare uno così? Boh. Il bello è che lo insultano, quando è chiaro che dovrebbero insultarsi da soli. Anche la Giornata mondiale dell’autoinsulto è il 4 febbraio e si celebra con un corteo di asini da Milanello a piazzale Axum.

Mkhitaryan 10. E’ assai probabile che Mkhitaryan lasci l’Inter prima che io impari a scrivere correttamente il suo nome. Ma io non voglio che lasci l’Inter: potrei anche incatenarmi al salamellaro dell’antistadio come gesto estremo. Tra l’altro, mi chiedo quale abbondanza di centrocampisti abbia mai avuto la Roma per lasciare andare uno così.

Dimarco 10. Abbiamo passato mesi e mesi, chi più e chi meno, a fare la conta dei suoi errori e a valutare la sua scarsezza intrinseca. Oggi è il miglior esterno mancino italiano, un pericolo ambulante per la squadra avversaria, dalla sua parte succede sempre qualcosa e Dimarco ce lo abbiamo solo noi, tiè.

Lautaro 10. Non fateci incazzare, rinnovate ‘sto contratto a quest’uomo, il nostro capitano, un uomo che di solito segna e quando non segna ce la mette tutta. Al diciassettesimo fallo da dietro ho chiamato il 112 dicendo che a Milano stavano brutalizzando un uomo. L’agente mi ha chiesto in che zona. Ho messo giù.

Thuram 10. Mi chiedevo in questi giorni quale abbondanza di attaccanti avesse il Borussia Mönchengladbach. Poi mi chiedo anche: ma perchè devi farti i cazzi degli altri? Non ti basta vedere questo spilungone fisicato fare cose deliziose a spargere il panico nelle difese altrui? Al che mi sono messo a fissare il soffitto e ho risposto: sì, mi basta.

De Vrij 10. Molto bravo.

Carlo Augusto 10. Molto bravo.

Dumfries 10. Casinista ma molto bravo.

Arnautovic 10. E’ il Darwin Nunez dell’Inter: segna un gol ogni 18 occasioni. E tu sei lì a chiederti: è positivo che abbia le 18 occasioni o è negativo che ne sbagli 17? Comunque Szczesny, porca troia, ha fatto una parata che Tiramolla al confronto ha l’artrosi.

Klaassen 10. Il Cesare Ragazzi dei Paesi Bassi meriterebbe più spazio, però è stato bello rivederlo in campo in una partita così importante. E’ un uomo sereno e lo si vede. Alla prossima partita potrebbe presentarsi pettinato come Joey Tempest degli Europe.

Inzaghi 10 e lode. Avete ragione, avevo dimenticato Inzaghi. Cioè, sai, è come quelli di famiglia: lo saluti la mattina, poi non è che ogni volta che lo incroci in cucina lo saluti. Però bisognerebbe farlo. “Grazie mister”, “Ma mi hai ringraziato tre minuti fa”, “Ah davvero? Grazie mister”, “Ma mi hai già ringraziato 15 volte e sono le nove di mattina”, “Solo quindici? Grazie mister”.


(per l’angolo Podcast, vi ricordo che io e il mio socio aspirante pensionato attendiamo sempre i vostri vocali al numero dedicato Whatsapp 351 351 2355. Cosa dovete dire? Quello che vi pare. Dopo Inter-Juve vi mancano gli argomenti? Siete sociopatici?)

(il podcast, ormai 40 episodi, ha inaspettatamente ha mangiato il panettone e punta dritto all’uovo di Pasqua e al Grammy. Oltre che su Spreaker – il cui player trovate qui sul blog – lo potete ascoltare anche su Spotify, Audible, Apple Podcast, Google Podcast e tutte le principali piattaforme. Non lo trovate? Vi spiego come farlo (non è difficile): scrivete “Settore” o “interismo moderno” nell’apposito campo e per incanto vi apparirà. Oppure, certo, potete non ascoltarlo. Massì, ascoltate quei pipponi di Barbero, certo, ok)

Questa voce è stata pubblicata in Inter e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

89 risposte a I ragazzi irresistibili

  1. Oannes scrive:

    Primo!!!

  2. Oannes scrive:

    Scusate… stanotte non dormo…

  3. uppg34 scrive:

    Ma non ti chiedi quanta abbondanza di attaccanti abbia il Bologna da lasciare… ah no..

  4. Samuele De Marchi scrive:

    Settore, Manca il voto ad Inzaghi.

  5. Francesco89 scrive:

    Qualche settimana fa avevo pronosticato un 4-1 per noi in questo Derby d’Italia e in effetti questo sarebbe stato il risultato più giusto per quello che si è visto in campo! Abbiamo stradominato esattamente come era previsto…. ed è stato ancora più bello vincere di “corto muso” e con un autogol! 😀

  6. Lothar scrive:

    SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIÌIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIÌIIIIIIIIIIIII😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁

  7. Lothar scrive:

    P.s. Settore 10 e lode!
    Il nostro fuoriclasse con la penna!❤️

  8. Lothar scrive:

    Quanti al voto di Inzaghi un bel 10 e lode anche a lui!
    Per come ha mantenuto l’aplomb al fischio finale dopo 90 e rotti minuti di superiorità netta e pressioni varie subite nei fuori antecedenti el partidon (che ha partorito un topolin),
    che però è andato di traverso al Gatton
    Ahahahahahahah 🤪🤪🤪🤪🤪🤪🤪🤪

  9. Paolo scrive:

    Dio, quanto godo! Buongiorno fratelli nerazzurri, sarà una splendida settimana di beata solitudine in vetta..

  10. Cruz Pallone d'Oro 🖤💙 scrive:

    “A me interessa soltanto batterli domenica. 1-0 con autogol al 97esimo oppure 18-0, non me ne frega un cazzo. Battiamoli e basta”.

    Mi auto-cito per sottolineare che anche al 37esimo l’autogol va comunque bene.

  11. Bandini scrive:

    (Giornalista): Mister Allegri, beh che dire…perdere così fa male, una grande partita dei suoi, ma più di così contro lo strapotere di un’Inter costruita per vincere…però un altro passo del vostro percorso di crescita?

    (Allegri): Mah non direi. Avremmo potuto prenderne 4. Abbiamo fatto zero tiri nello specchio giocando come si faceva 50 anni fa. E poi basta con sta storia del percorso, abbiamo speso molti più soldi di loro, per vincere, non per percorrere. Solo che noi abbiamo speso male e loro bene. Hanno un Signor allenatore a cui peraltro la stampa non perdona nulla. Complimenti a loro, noi dobbiamo riconsiderare tutto, a partire dal nostro concetto di etica sportiva e non.

    Ooohh, finalmente un commento corretto e onesto, sono sinceramente spiazzato, e tu cosa ne dici Margot?
    (Margot Robbie, di fianco a me sul divano, annuisce colpita mentre giocherella con la spallina del reggiseno. Poi ricordo che è entrato Umberto Eco che voleva mostrarci di aver imparato il famoso “passo Mick Jagger”, e poi le cose si fanno un po’ fumose…

  12. Javier + scrive:

    Quando non ti ricordi con chi gioca l’Inter la prossima partita ma salti su come una molla leggendo il tuo blogger preferito che cita il gigante buono e Joe Condor allora vuol dire che boomer comincia a starti stretto e sei avviato verso la categoria cariatidi.

  13. Geppy57 scrive:

    C’è anche la categoria “vintage” nel mezzo

  14. fortebraccio scrive:

    Non esaltiamoci. Domenica c’è la Roma e non è più quella di Mourinho.

  15. Alex scrive:

    Buongiorno a tutti ( e che buongiorno!). Per una volta il “horto muso” di quel simpaticone di Allegri è finito proprio col naso in mezzo alle chiappe del nostro Mister; ma solo per il risultato. Perchè, come ha sottolineato il nostro Settore e un pò tutti quanti voi, sul piano del gioco non c’è stata partita: troppo superiori, decisamente più forti. E questo, unico rammarico della serata, è il punto su cui riflettere per l’ennesima volta in stagione. Sei/sette occasioni gol pulite con la Juve credo non le avesse mai avute nessuno; eppure abbiamo segnato solo su autogol di quella m….. di Gatti (che goduria comunque averla vinta così). O perchè tiriamo troppo bene, o perchè non tiriamo con la sufficiente cattiveria, o perchè invece di tirare la passiamo (magari male), o perchè invece di passarla a uno piazzato meglio, tiriamo. Insomma, non siamo tanto concreti quanto belli e tendiamo a “specchiarci” un pò troppo. Detto questo innanzitutto complimenti a Inzaghi per come sta facendo giocare la squadra e per il lavoro svolto fin qui. Sui singoli ho visto un Chala e un Pavard da 9 in pagella; molto bene tutti gli altri tranne Di Marco e Lautaro (molto stanco) che non erano nella loro migliore serata; ma capita eh, ci mancherebbe. E Sommer, che ancora una volta ha praticamente fatto lo spettatore, non per colpa sua. Quasi tutti hanno parlato di una grande prestazione di Maresca: a parte che contro di noi sono riusciti a inventarsi anche il VAR per un calcio d’angolo, nel secondo tempo ha fischiato a senso unico, per i gobbi ovviamente, anche se danni particolari non ne ha fatti, aiutato dalla correttezza dei giocatori e dall’assenza di episodi dubbi, dovuta probabilmente alla superiorità dei ragazzi vestiti di nerazzurro. E concesso 5 minuti di recupero quando non c’era stato assolutamente nulla oltre i cambi, peraltro multipli. Una volta tanto, come auspicato, dopo questa partita si può parlare solo di calcio: e, guarda caso, sono parole al miele per i nostri colori.

  16. Dawide scrive:

    Quando non ci sono “casi arbitrali” , un inter-juve ogni 20 circa, bhe: è matematico che vinca l’inter.

    Aggiungo che ho trovato estremamente intelligente la tattica, forse suggerita da Marotta, di non segnare di nostro, evitando in questo modo ogni polemica tipo: prima ha spinto, prima ha sfiorato con il braccio, prima ha guardato male il difensore eccetera. Abbiamo preferito non fare i soliti gol bellissimi e vincere con una loro autorete.
    Geniale.

  17. mare scrive:

    Ma che squadra è diventata la nostra, tostissima, gioca bene, concede pochissimo.

    Chala padrone del centrocampo e Pavard in continua crescita, autentico top nel suo ruolo tanto da essere dominante dietro e sempre più propositivo davanti

    Per la perfezione mancherebbe solo una terza punta decente

    Evviva l’Inter

  18. Kalle73 scrive:

    bene, bravi, bis, chapeau ed applausi per tutti, per chi ha fatto la sua onesta partita e per chi, calha e pavard, è stato sontuoso, ma ora testa bassa che non è per nulla finita

    non so in che sequenza, ma a noi spettano roma, atalanta, bologna, genoa e due volte l’atletico, mentre gli scoloriti avranno fanfulla e pergolettese. non so che input hanno dato all’algoritmo nel creare il calendario, ma sembra fatto apposta per incasinarci febbraio

    se andiamo dietro, sappiamo benissimo che sarà difficile recuperare, non tanto per nostre prestazioni e per il calendario a quel punto in discesa, ma perchè inizierebbe lo scansamento come abbiamo già visto due anni fà.
    per cui oggi riposo, ma da domani testa bassa come se nulla fosse successo che da roma dobbiamo tornare coi tre punti

    ps:vincere su autogol dopo averli dominati. che goduria

  19. GuS scrive:

    La sensazione straniante di un Inter Juve senza polemiche arbitrali. L’umiliazione gobba di non avere uno straccio di replay var a cui attaccarsi per straparlare di Marottaligg (anzi si aspetta, guarda c’è Lautaro a centrocampo che ad un certo punto rotola a terra e strizza l’occhio…simulatohreeeehh).
    Il divertimento orgasmico di cercare uno per uno baristi, condomini, colleghi gobbi da salutare con estrema sadica piemontesissima falsa cordialità (e il suono dolce dei boia faus al mio approssimarmi).
    E sono solo le h10.30…

  20. Scetticonerazzurro scrive:

    Che dire? Di fronte a tale e tanta bellezza di gioco offerto dalla nostra squadra, quale raramente si è visto nel nostro campionato da molti decenni a questa parte, è stato però anche ieri preoccupante il constatare, già alla fine di uno smagliante primo tempo, come tutta quella montagna di gran gioco avesse partorito il solo topolino di un gol, addirittura un autogol, goffamente concesso dai nostri avversari . Insomma, la nostra squadra ormai gioca con il piglio e l’autorevolezza della squadra di Guardiola ( e non è affatto un’esagerazione), ma di quella squadra purtroppo non possiede i frombolieri in grado di realizzare una parte anche minima delle decine di occasioni che capitano di volta in volta. Nessuno pretende di avere a disposizione in attacco un bomber come Haaland, ma basterebbe almeno un finalizzatore come Icardi per evitarci secondi tempi aggrappati ad un punteggio sempre in bilico, che rischia infine di vanificare tutto quello che di buono in precedenza la squadra ha dimostrato . La preoccupazione non riguarda tanto le vicende del nostro campionato ( dove a volte basta un gol per assicurarci la vittoria), quanto piuttosto le partite di Champions, dove dovremo affrontare squadre non così arrendevoli come le italiane e le occasioni da gol si faranno rare e tutte da sfruttare se vorremo superare i turni senza uscire con le ossa rotte. Intanto godiamoci questo momento particolarmente felice che ha messo tutti d’accordo, sostenitori e avversari , sulla superiorità manifesta e ampiamente dimostrata sul campo della nostra squadra nei confronti di tutte le altre . Da oggi in avanti saremo solo noi a decidere del nostro destino, in Italia e in Europa, e questo non è di poco conto, considerando tutto il cammino che ci attende fin dal prossimo turno all’Olimpico contro una squadra rinnovata e tradizionalmente non facile da battere ora che, liberatasi dal Vate, vorrà dimostrare di valer molto di più di quanto la classifica attualmente dimostra.
    Una felice settimana.

    • GuS scrive:

      Buongiorno @scettico. Non credo che il solo Taremi (che pare essere cosa fatta) possa risolvere il problema atavico del chiudere le partite). Continua a mancare quel guizzo tecnico all’approssimarsi all’area di rigore, quel cinismo sottoporta (si, i movimenti in area di Icardi a tagliare sul primo palo ad esempio, o il suo tempismo aereo…ma anche quel “figliodiputtanismo” d’area che fu del fratello del nostro mister)…

  21. Cruz Pallone d'Oro 🖤💙 scrive:

    Comunque da “Zeru tituli” a “Zeru tiri in porta” è un attimo.

  22. daniele fc scrive:

    Sector voto 10

    Grandissimi ragazzi tutti menzione speciale per Chala e Benji , che goduria !

    comunque continua nostro calendario pazzesco e loro le prossime giocheranno vs verona udinese e frosinone , dobbiamo compattarci e far passare sti 15 gg

    abbiamo vinto una battaglia ma la strada è lunga .

  23. TOTO scrive:

    Buongiorno.
    Io, a suo tempo, mi ero dato due scadenze per capire dove saremmo potuti arrivare.
    Il 4 febbraio, per ovvi motivi, ed il 28, col famoso recupero.
    Ora aggiungiamo anche questo step intermedio proposto da Daniele.
    Anche se il citato calendario pazzesco propone, opposte al trio VE UD FR, la Roma, la Salernitana ed il Lecce, non proprio da perderci il sonno. 😁

  24. Gaetano scrive:

    So che qualcuno penserà che sia impazzito… ma, pur essendo molto soddisfatto (ovviamente ) per la vittoria di ieri, credo che, in chiave futura, in realtà per l’Inter sarebbe stato, paradossalmente, meglio un pareggio e spiego il perchè.
    A me pare che il difficile per l’Inter stia per arrivare proprio ora, dopo una vittoria come quella di ieri, non roboante nel punteggio, ma convincente per il gioco espresso, il rischio maggiore è quello di pensare di avercela fatta… non è vero niente !
    Mancano quasi 4 mesi di campionato, con 16 partite ancora da giocare.
    Il punto debole dell’ Inter di Inzaghi di questi anni, è stata la deconcentrazione, la tendenza a rilassarsi…questo, d’altra parte, è anche il motivo per il quale, nelle partite “secche”, l’Inter ha sempre dominato, facendo diventare Inzaghi il “re di coppe”, proprio perchè, in partite come quelle, ossia da “dentro o fuori”, la concentrazione è “implicita”.
    Senza rabbia e concentrazione questa squadra vale il 50% in meno… mi fanno paura le tante partite che avremo davanti contro squadre di medio-bassa classifica ( tra l’altro in casa, che è ancora peggio, a causa del modo di giocare di questa Inter …) , Ricordiamo che l’unica sconfitta sinora, è maturata contro una squadra di bassa classifica (Scansuolo ) e, appunto, in casa.
    In questa ottica, mi ha alquanto allarmato l’intervista a Inzaghi post partita di ieri.
    Come sappiamo, di solito il nostro Mister è molto misurato e mai spaccone… ieri invece, l’ho sentito dichiarare cose come “abbiamo dominato dall’inizio alla fine”,
    “non c’è stata partita” , ” Sommer ha fatto da spettatore” ecc. ecc…. tutte cose vere, intendiamoci, ma avrei preferito una maggior prudenza da parte sua e, soprattutto, mi sarei aspettato una bacchettata alla squadra per non aver “ucciso” la partita al momento opportuno, sprecando occasioni e lasciando il risultato in bilico sino alla fine…giusto per tenere “sulle corde” i nostri baldi eroi in ..non vorrei che, adesso, subentrasse la rilassatezza di chi pensa di aver già tagliato il traguardo!
    Sotto questo aspetto ( puramente psicologico ) ieri sarebbe stato meglio un pareggio…può sembrare un paradosso ( e forse lo è, anche con un pizzico di tendenziosità da parte mia, lo ammetto… ), ma siamo rimasti tutti troppo scottati da quanto accaduto nel campionato 21-22, regalato ad una squadra di scappati di casa…pensando di avercela già fatta e invece non avevamo fatto ancora niente…

    • Cruz Pallone d'Oro 🖤💙 scrive:

      E’ la tecnica della Juve, stanno iniziando a perdere punti per evitare di deconcentrarsi. Li lascerai sperimentare senza disturbarli, se non vi dispiace. Dei risultati della ricerca ne riparliamo a fine campionato davanti al pallottoliere. Nel frattempo, per cortesia, sbranate anche le squadre dell’oratorio in amichevole. Non fosse mai che tra un pareggio di concentrazione e l’altro…

  25. neroazzurro-rosso scrive:

    Al contrario di Gaetano, mi trovo molto d’accordo sulla disamina di Inzaghi nel post partita: ha iniziato dicendo “vittoria strameritata”, “Sommer si è molto riposato” e “il risultato l’ha tenuto in bilico solo Scezny (o come cacchio si scrive)” ed ha anche sottolineato come questa vittoria sia solo una tappa di un lungo percorso.

    Ben detto.

    Ora testa alla roma di De Rossi e bjuve/bbilan merdacce.

    AMALA.

  26. TOTO scrive:

    @Settore
    Mi permetto di far notare che l’intero post è stato copiato e riproposto su una pagina fb, senza citazione dell’autore.
    È normale?
    A me pare di no.
    Ma se lo è, o c’è un tacito accordo tra voi, ……mi faccio i caxxi miei! 😂😂

    A M A L A

  27. Cipe64 scrive:

    Scusate …non so se è stata notata una cosa.

    Sullo zero a zero fallo laterale assegnato all’Inter.
    Barella corregge l’arbitro dicendogli che l’ha toccata lui e quindi la rimessa viene riassegnata ai ladri.

    Bel gesto…degno di chi veste la maglia del Cipe e, da bravo Sardo, è un “figlioccio” sportivo di Rombo di Tuono. Gesto che mi rende fiero di essere Interista.

    L’arbitro stringe la mano a Barella per ringraziarlo e complimentarsi.

    Non un articoletto, non una parola in studio nel post.

    Oggi sui siti gobbi lo sdegno per quella stretta di mano ce prova il complotto Inter-Arbitri….con faccette che vomitano.

    Parafrasando il grande Lolli no so se mi fanno più “più rabbia, pena, schifo o malinconia.”

    Forse pena.
    Che vite tristi.

    • GuS scrive:

      @Cipe, a cui va aggiunto lo sdegno per un frame di Lauti che a terra strizza l’occhio (smorfia di dolore fatta passare per sceneggiata).
      È che non hanno nessuna cagata var a supporto della marottaligghe da sbandierare a sto giro, e quindi raschiano il fondo del barile.
      Checcifrega, si fottano i subumani gobbi da social e i loro consimili gonzi.

      • Cipe64 scrive:

        E’ solo che mi piace sottolineare certe differenze antropologiche…che valgono nel 99,9% dei casi.
        Conosco pochissimi gobbi ripettabili…mosche bianconere disprezzate dal 99,9% dei loro cotifosi.

    • Bandini scrive:

      Cenare all’all you can eat cinese tre volte a settimana.
      Comprare una Range Rover prodotta in India.
      Frequentare una tipa con più di 4 gatti in casa.
      Sbirciare i siti gobbi.

      Sono tutte azioni cripto-autolesionistiche che portano, per vari e diversi motivi all’amarezza, e che rientrano nell’ambito del “te la sei andata a cercare”.

      • Cipe64 scrive:

        Bandini, io i siti gobbi non li calcolo…

        …ho di meglio da fare nella vita per fortuna e ci tengo moltissimo al mio tempo ed alla mia energia.

        Ho letto la notizia su una testata web …fanpage…

    • Chun-li Chung scrive:

      @Gus, tu distrai Cipe con una foto di Inzaghi in slippino al mare, mentre io lo immobilizzo e lo riporto all’ovile.

      • GuS scrive:

        Devi promettergli che presto posterai sul blog natìo succulente novità su capitan cadrega prossimo allenatore della Primavera e al contempo diffondere nell’aria un afrore di pasta alla norma… vedrai che ti seguirà docile come Poldo Sbaffini…

  28. Von scrive:

    Anche io sono stracontento della vittoria, ci voleva proprio.
    Detto questo spero che il mister riesca a tenere le redini ben salde e in tiro. Troppo forte il ricordo amaro del recupero a Bologna. Scudo buttato nel cesso e io incolpo ancora il buon Simone.
    Tante battaglie ancora ci aspettano e tutti giocheranno per sgambettarci, altro che scansarsi.
    Ultima cosa. Letto dichiarazioni dei giocatori Juve e dobbiamo aspettarci battaglia fino in fondo, questi non molleranno fino all’ultima giornata.

  29. Geppetto57 scrive:

    Vi dirò che la tecnica che sto utilizzando ultimamente nei confronti dei tifosi diversamente colorati è dargli ragione su tutte le loro teorie complottistiche circa la Marotta League. Provo una bieca soddisfazione nel vedere come non siano proprio strutturati fisicamente e psicologicamente a sopportare di essere messi sotto in questo modo da un’altra squadra tra i confini nazionali. La sequela di scuse che vanno accampando circa la loro incapacità di stare davanti, comprende i giocatori della loro squadra descritti prima come guerrieri invincibili ora come scarsissimi brocchi, il loro allenatore che da saldo condottiero di cortomusisti diventa un irriducibile catenacciaro di cui vergognarsi. Senza dimenticare la proprietà, rea di non difendere nel modo consueto la squadra nei confini patrii. Momentaneamente sbandati.

  30. Alex scrive:

    @Gaetano.
    Va bene tutto, ma meglio un pareggio proprio no! Anche se quest’anno non vale più la regola di assegnare lo scudo in caso di parità a chi ha fatto più punti negli scontri diretti (dopo il calendario asimmetrico, guarda caso proprio quest’anno; ma siamo nella Marotta League, no ?), troppo importante una vittoria nello scontro diretto per iniziare un Febbraio che sarà complicatissimo per noi e quasi ridicolo per loro, a cominciare dalla non-partita contro l’Udinese, che, come recita la statistica, si potrebbe anche assegnare a tavolino. Importante sia a livello di punteggio che di morale e consapevolezza. Rispondo anche a Von dicendo che credo, e spero, che dagli errori si possa e si debba imparare; per cui credo che difficilmente questo campionato rischi di venire considerato già vinto. Se lo perderemo sarà solo per un calo di condizione soprattutto da parte degli attaccanti, dal momento che quelli di scorta abbiamo visto anche ieri quello che possono dare, cioè poco/niente. Oppure per fattori “esterni”, e ci siamo già capiti. Inzaghi l’errore più grosso lo fece nel derby; col Bologna direi proprio Radu.

    • Paolo scrive:

      Mi sbaglierò, ma l’Udinese, essendo squadra molto fisica, si accoppia piuttosto male con i gobbi. Loro segnano il 90% dei loro pochi gol buttando la palla in area dove 5/6 individui enormi fanno casino spingendo, ribattendo e credo ruttando, e da quei mischioni nasce il gol. Con l’Udinese la faccenda può essere complicata. Inoltre possono dichiarare quel che vogliono, ma la squadra, pur essendo una squadra di merda, il contraccolpo psicologico della sconfitta di ieri lo sentirà eccome. Sono venuti a Milano sentendosi forti quanto noi e sono stati brutalizzati ben oltre quel che dice il misero punteggio. I giocatori ste cose le sentono, eccome selle sentono.

  31. neroazzurro-rosso scrive:

    @Alex

    Radu e Perisic, giusto per essere precisi.

  32. Enzo Primo scrive:

    Il mio bentornato anche a Severio più!

    Stamattina – dopo una lunga notte insonne – mi hanno dovuto accompagnare al pronto soccorso (CONTRO la volontà di mia moglie).
    Il primario dell’ospedale (un andrologo) mi ha prescritto una cura per risolvere la sindrome di erezione continua.
    Purtroppo, durante questo campionato è già la seconda volta che mi accade.
    La prima volta era successo subito dopo il derby vinto 5 a 1.
    Pare, l’unica persona felice è mia moglie.
    Mi devo preoccupare?
    Vi terrò aggiornati.

  33. Alex scrive:

    @Paolo
    Il calcio è bello anche perchè ognuno lo vede a modo suo e a volte in modi completamente opposti, senza che ci sia per forza uno che tutta la ragione o tutto il torto. Comunque, sarà un caso, ma dopo quella partita Radu è letteralmente sparito dal calcio che conta.

  34. giardinero9cruz scrive:

    Intanto la Roma, cacciato Mou, si rivitalizza e con 3 vittorie consecutive sembra essere tornata ad essere una squadra vera.

    Dybala e Pellegrini recuperati, Baldanzi appena acquistato, Lukaku sempre pericoloso… insomma, tutti puntualmente in grande spolvero per la partita con l’Inter.

    Chi ha elaborato il calendario è stato veramente diabolico. Sabato ci aspetta un’altra sfida complicata e sofferta…

  35. Lothar scrive:

    Svegliarsi nella notte e ricordare di aver battuto le merde e poiiiiii…..

    Ritrovarsi aaaa volareeeeee (mini cit)

    Scusa forte ma qui da Udine non si riesce a smettere di godereeeeeeeeee

    😁❤️😁❤️😁❤️😁❤️

  36. denny71 scrive:

    L’11 banter era di GuS per curare il priapismo di Enzo Primo mi fa iniziare la giornata col sorriso 😁 intanto i colleghi gobbi da ieri sono insolitamente schisci, saranno preoccupati per qualche motivo…

  37. Militus scrive:

    Buongiorno a tutti, leggetevi il tragicomico colloquio tra sala Var e arbitro in Fiorentina-Inter su come è stato concesso il rigore Sommer-Nzola. Se queste sono le consuete modalità c’è veramente da preoccuparsi. Oppure, come ha detto qualcuno, è stato un rigore “decretato dal popolo indottrinato”.

    • Giorgio scrive:

      Buongiorno, collega.
      In effetti…abbiamo ancora MOOOOOLTO da imparare… : o ci facciamo furbi, e commettiamo falli prudenti, oppure tanto vale farne di sfacciati 😉
      Ma dimmi tu cosa bisogna sentire 🙄🙄🙄

  38. Paolo scrive:

    “Sfioricchia la palla” e “colpisce contestualmente con un pugno la faccia di N’Zola” sono i passaggi chiave del colloquio del Var con l’arbitro in campo.

    Qua o sono io completamente obnubilato dal tifo, oppure loro sono in malafede.

    Delle due una, perché tertium non datur. A me “pare” di vedere che Sommer becca prima la palla (e non la sfioricchia) e una frazione di secondo dopo (e non contestualmente) prende la faccia.

    Spero di essere io completamente obnubilato dal tifo, a questo punto.

  39. Militus scrive:

    A beneficio di chi non lo ha letto, questo il dialogo tra arbitro e sala Var, dopo che Aureliano ha chiesto più volte se Sommer avesse preso il pallone.

    Sala Var: “Se non prende la palla…

    Arbitro: “Ok, ok”.

    Sala Var: “La sfiora… Che dici Dani? Un attimo Gianluca”.

    Arbitro: “Si, si, si”.

    Sala Var: “Da questa? Vai. La sfioricchia, non è che la prende. Ci arrivano praticamente in contemporanea. Sì, arrivano insieme. Secondo me è da chiamare, è più rigore, sì. Perché anche se la sfiora… Un attimo Gianluca perché sto verificando e…”.

    Arbitro: “Se Sommer ha preso il pallone o no”.

    Sala Var: “Arrivano praticamente in contemporanea, serve una camera per capire chi arriva prima. Molto contestuale. Contestuale. Pugno in faccia. C’è un possibile calcio di rigore, arrivano contestualmente sul pallone”.

    Arbitro: “Non lo prende il pallone Sommer?”

    Sala Var: “Praticamente no, cioè, lo sfioricchia ma…”.

    Arbitro: “Sembrava che lo prendesse…”.

    Sala Var: “Allora Gianluca ti invito per un possibile rigore per la Fiorentina”.

  40. Francesco 70 scrive:

    Bando alle ciance.
    Sabato si perde con la Roma (ritrovatasi, ovviamente, prima di incontrarci) e lunedì l’impero del male strapazzerà l’Udinese.
    Poi riusciremo ad impiccarci anche con Salernitana e Lecce.
    Detto, fatto. Loro primi e noi secondi, ma per poco. Anche il Bilan ci sorpasserà facile, alla fine.

    E’ vero, ora siamo i più forti. Ma servirà a nulla: davanti siamo contati, basta un niente per non avere più nessuno che la butti dentro. E gli impegni champions saranno deleteri.

    Forte, pensaci tu. Un po’ di sano realismo in questa esaltazione del tutto inappropriata.

    Non è stato fatto davvero nulla. Nulla

  41. Giorgio scrive:

    Speriamo non sia proseguito, tipo : “…insomma, vuoi capire che devi fischiare ‘sto rigore o no ?!?!”, perché il crescendo sembra andare in quella direzione.
    Poi magari…ora spunteranno nuove inquadrature inedite, con Sommer che era negli spogliatoi e ha intenzionalmente scaraventato un boiler addosso a Nzola, che gli dava le spalle…
    O tempora, o mores… (son stato incoraggiato dal latino di Paolo 😁)

  42. Alex scrive:

    Sul rigore di Firenze: a farmi dubitare inizialmente erano state le immagini che avevano proposto, almeno sulla CBS (non so su DAZN perchè non ce l’ho). Si trattava di immagini “schiacciate” e riprese lateralmente. Poi hanno cominciato a girare immagini dove si vede chiaramente che Sommer colpisce il pallone prima di colpire N’Zola e quindi non può mai essere rigore, altrimenti i portieri non possono uscire più di pugno. Bisogna vedere quali immagini avevano a disposizione in sala VAR; risulta abbastanza difficile credere che non ne abbiano da più angolazioni, ma una soltanto. Considerando anche l’audio, viene da credere che, visto tutta la pressione che c’era stata nelle settimane precedenti, e temendo di fomentare nuove polemiche pro-Inter, abbiano deciso di utilizzare quella che faceva più comodo. E’ chiaro che è stato un rigore indirizzato dal VAR: l’arbitro di campo è sembrato molto più dubbioso. Cambiando argomento: certo che noi le squadre che cambiano allenatore ce le andiamo a prendere proprio tutte. Temo sarà durissima, perchè sembra che abbiano cambiato atteggiamento: più offensivi e più propositivi. E quando davanti hai due come Lukaku e Dybala…. sarà durissima, per di più senza il Mister in panchina.

    • Javier + scrive:

      Mi immagino i tifosi della Roma.
      “Ahò proprio adesso che abbiamo cambiato allenatore e cerchiamo un po’ di fiducia e di misure ci capita l’Inter! Ma li mort…”

    • Paolo scrive:

      La Roma ha vinto tre partite con Verona Salernitana e Cagliari.

      Come tipico in quei paraggi, saranno superesaltati, anche se Derossi fa il pompiere.

      Ma restano una squadraccia.. se fanno un tanto di sbilanciarsi, li infiliamo come polli da mettere sullo spiedo.

  43. Scetticonerazzurro scrive:

    Qualche considerazione in margine alla partita di domenica. Quanto ai voti attribuiti da Settore, mi è piaciuto il 10 e lode assegnato ad Inzaghi. Anzi, con la lode avrei premiato solamente lui, perché il turco è in fondo una sua creatura, sistemato grazie a lui in quel ruolo in cui si sta affermando come il miglior centrocampista in circolazione. Il vero artefice di tutto quello che di bello e di buono la squadra sta mostrando è fuor di dubbio il suo allenatore, indipendentemente dai meriti dei singoli che mai come in questo caso stanno dando il meglio di sé , sia i pochi fuoriclasse come i molti di medio livello, perché valorizzati al massimo grazie alla guida di questo allenatore, tanto bravo ( forse il migliore del continente dopo Guardiola) quanto modesto, che però non trova mai nei commenti del post partita adeguati riconoscimenti dei suoi meriti. Altro artefice in ombra, almeno nei giudizi del post partita, è Barella, un giocatore veramente insostituibile, il vero creativo in quella zona indefinita tra centrocampo e attacco dove inventa gioco e crea spazi ai compagni. Purtroppo, a mio parere, non esiste un possibile sostituto, in caso di assenza. Non lo è Frattesi, piuttosto giocatore d’interdizione e di rilancio che geniale inventore di gioco e di spazi come sa esserlo Barella. O meglio, uno ci sarebbe, il primo Sensi, quello che ci aveva fatti tutti innamorare del suo gioco e che per oscuri motivi di salute non è più riuscito ad emergere. È ancora a disposizione della società, essendo falliti gli accordi per il suo trasferimento in Inghilterra. È un giocatore ventinovenne e in buona salute, se si prospetta un suo utilizzo in altra squadra. Rimane per me un mistero perché non trovi utilizzo nella nostra squadra in corso di partita al posto magari del cileno o dello stesso Frattesi, a mio parere più adatto come sostituto degli altri due centrocampisti che di Barella. Diceva un illustre storico fiorentino, che è assurdo utilizzare un asino, bestia da soma, nei ruoli tipici dei cavalli, da trotto e da corsa. Sensi , a mio parere, credo sarebbe un ottimo sostituto di Barella, che io ritengo avrebbe diritto ad essere risparmiato in corso di partita più spesso, per il ruolo faticoso che gli è stato affidato. Sembra però che non sia più nelle grazie dell’allenatore e della società. Mah!…

    • Bandini scrive:

      Buono ma fisicamente inaffidabile, avendo mercato credo tentino di venderlo nelle rare finestre in cui non si infortuna tipo cambiando le pile al telecomando.

      Di conseguenza non lo utilizzano per non romperlo e venderlo sano, e concordo con te, direi purtroppo.

  44. mare scrive:

    È così, l’unico modo per non farlo infortunare è non farlo giocare

    Ma se non sbaglio a Giugno gli scade il contratto,considerando quindi che non potremmo più ricavarci 1 euro, vista l’assenza di Frattesi, io lo utilizzerei…poi al secondo spezzone di gara si spacca ma a sto punto non abbiamo più niente da perdere

  45. Javier + scrive:

    Definire Sensi in buona salute mi pare un leggero azzardo.
    Diciamo che se la gioca con Don Argante.
    Però, a questo punto, con il mercato chiuso e l’ultimo anno di contratto io lo utilizzerei più spesso, tanto cosa può capitare, si infortuna?
    Classe superiore, questo è certo.

  46. GuS scrive:

    @Javier definire Sensi in buona salute è come definire Valentina Nappi astinente: sono solo contingenze del momento.
    Piuttosto tocca preoccuparsi della prossima: tutti i complimenti che stanno rimbalzando da più parti (compresi quelli di De Rossi) sembrano messi lì apposta per farci entrare in campo con il fioretto. A Roma sarà battaglia.

  47. mare scrive:

    Dopo Salernitana,Frosinone,Sassuolo,Lecce,Empoli arriviamo finalmente noi,dopodiché Udinese,Verona e Frosinone !

    Non è che in questo campionato giocheranno 3 volte con i Frosinone,Verona,Lecce

    🙂

  48. Chun-li Chung scrive:

    augurare a Sensi lo “spezzone” di gara più che un’arma tattica pare un presagio funesto. o tirargliela proprio.

  49. Luca scrive:

    Scusate leggo di un buon arbitraggio.
    Ma del rigore netto su Thuram non parla nessuno? Non quello di spalla, quello in cui in due lo prendono in mezzo e lo atterrano. Rigore netto.
    Cosa hanno detto al var? Nessuno di voi lo ha visto? Possibile?
    Pistocchi ne chiede conto a Rocchi (ma figuriamoci, sarebbe come chiedere all’oste di spiegare perché il vino sapeva di aceto).
    Altra cosa: perché nessuno scrive juve merda? Così, giusto per un saluto cordiale, l’educazione sempre.

  50. denny71 scrive:

    Ho recuperato in ritardo l’intervento di adani alla ds dove finalmente spiega che l’inter negli ultimi anni ha preso giocatori che non voleva nessuno spendendo pochissimo (in confronto ad altre squadre, gobba in primis) e costruendo una squadra che *adesso* è considerata forte grazie al grande lavoro di inzaghi, ma non è certo “obbligata” a vincere! Che vi devo dire, adani sarà esagerato nelle telecronache quando parla di garra charrua e simili, capisco che molti possano non gradire il suo stile, ma mi sembra uno dei pochissimi che ha il coraggio di dire le cose come stanno, anche perché in fondo è stato uno dei nostri. Chapeau!

  51. grigio47 scrive:

    …nuovo post…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *