Come sono cunzato

Castellammare del Golfo (Tp), 24 maggio 2024

Solo una volta mi era capitato di essere in vacanza e lontano da casa nel giorno in cui succedeva una cosa molto importante per l’Inter. Era il 26 luglio 2006 e mi trovavo a Gressoney: ora di cena, le mie figlie sedute a tavola – sapete, quelle scene tenere tipo uccellini implumi nel nido che aspettano che il papà arrivi dal cielo con qualcosa da mangiare – stavo scolando la pasta quando il Tg3 mi informava che ci avevano assegnato lo scudetto, tolto come giusto che fosse alla banda Bassotti. Festeggiai così, molto sobriamente – mi stappai una birra, se non ricordo male. Vabbe’, era già tutto nell’aria, ma era un momento clamorosamente importante per almeno due motivi: 1) si ristabilivano alcune regole elementari nel vivere civile e sportivo, e 2) si vinceva uno scudetto dopo 17 anni. Poi c’era il problema del blog. Ero ancora nella fase anonimato assoluto, totale, familiari compresi. Per cui durante quella breve vacanza in montagna ogni tanto commettevo il reato di abbandono di minore: “Ragazze, vado al supermercato” e invece andavo nell’unico internet point del paesello a scrivere di getto i post e tornavo. “Scusa, non hai comprato niente?” “No, era chiuso per una valanga”, “Ma è il 26 luglio”, “Pare si sia staccato un iceberg dal ghiacciaio”, “Ah”.

Ascolta “Sarago” su Spreaker.

Stavolta succede un cataclisma societario del tutto inedito e io sono nella lontana Sicilia, che è una terra molto ospitale soprattutto se rapportata a Pavia, la città meno ospitale dell’emisfero boreale, dove l’ultimo sorriso di una commessa di un negozio è stato registrato nel secolo scorso, durante il primo governo Prodi. Qui invece il ristoratore più musone ti racconta la sua vita e ti offre un liquore fatto in casa a fine cena, un evento che a Pavia risale al 1976 (e probabilmente il ristoratore era siciliano). E siccome queste vacanze fuori stagione sono un piccolo lusso – meno casino, meno caldo, meno code – me le sto godendo. Nel momento in cui era chiaro che Zhang non avrebbe restituito quei tipo 400 milioni a Oaktree e che Oaktree si sarebbe tenuto l’Inter – l’Inter! la mia Inter! -, io ero a San Vito lo Capo, una località che tra qualche settimana sarà una specie di Gallipoli siciliana ma che adesso è a misura di uno schizzinoso come me, e siccome stavo alternando brevi bagni in una delle acque più limpide mai viste a brevi merende a base di pane cunzato, quando ho letto sullo smartphone le ultime news mi sono messo a sedere sul bagnasciuga e ho detto:

“Minchia”.

Nelle ultime ore, la situazione non è migliorata. Non ho capito un cazzo del comunicato ufficiale, una roba che ci vuole un master alla Bocconi e io ho fatto il classico a Voghera. Le conseguenze mi sono invece chiare, ma a me questi di Oaktree potrebbero anche stare simpatici se manterranno quello che promettono. Mi provoca un sussulto interiore parlare di Inter come di un asset, ma va bene così: cari ‘mericani, tenete alto il più possibile il valore del vostro asset, noi siamo solo contenti.

Ascolta “Il podcast siete voi! (letteralmente)” su Spreaker.

Cosa si prova a essere di proprietà di un fondo? Cosa ci succederà di preciso nei prossimi mesi? Io sono fiducioso. Credo sia l’ultimo bicchierino di marsala homemade al profumo di carruba, ma sono fiducioso. Quanto a Zhang, la stranezza di questo calcio moderno ci costringe a salutare frettolosamente un presidente che ha portato in bacheca lo stesso numero di trofei di Moratti padre (anche se non dello stesso peso) ed è secondo nella nostra storia solo a Moratti figlio. L’era cinese poteva essere meravigliosa ma l’incanto è durato poco, per i noti motivi. Ma gli Zhang hanno onorato l’impegno con l’Inter riportandoci ai massimi livelli. Non potevamo continuare così, questo era chiaro. Il futuro è tutto da scrivere, ma siamo in buone mani – parlo della liquidità, della solidità, anche se gestire prestigiose società di calcio non rientra nelle loro strette competenze.

Comunque, finchè sono in Sicilia posso far finta che non sia successo niente. Guardare attonito il soffitto sarà la mia prima occupazione al ritorno a Pavia. Adesso sono sereno: niente Gazza e solo pane cunzato, non potete capire che razza di sciccheria è.


(per l’angolo Podcast, giunto all’episodio #66, vi ricordo che io e il mio socio aspirante pensionato, il mitico Max, attendiamo sempre i vostri vocali al numero dedicato Whatsapp 351 351 2355. Cosa dovete dire? Quello che vi pare. Cioè, tifate Inter, avete venti scudetti e due stelle, siete di proprietà di un fondo: avrete un sacco di argomenti, no?)

(il podcast, oltre che su Spreaker – il cui player trovate qui sul blog – lo potete ascoltare anche su Spotify, Audible, Apple Podcast, Google Podcast e tutte le principali piattaforme. Non lo trovate? Prendete appunti – non è difficile – : scrivete “Settore” o “interismo moderno” nell’apposito campo e per incanto vi apparirà. Ci riuscirebbe anche uno juventino)

Questa voce è stata pubblicata in Inter e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

293 risposte a Come sono cunzato

  1. TOTO scrive:

    Buongiorno.
    Primo come l’Inter, spero, negli anni a venire.
    Ora leggo.

    L O V E I T

  2. Mandorlo scrive:

    Primo?
    E ho già letto
    Non ci posso credere

  3. Cipe64 scrive:

    Settore…ottima la scelta del periodo. Assaggia anche il cous cous e le cassatelle di ricotta fritte calde calde.

  4. TOTO scrive:

    Ora ho letto e, pur non essendo siciliano, ma avendo vissuto per due anni la Trinacria, ho una tremenda nostalgia del pane cunzato.
    A breve mi tocca tornare a gustarne.

  5. Mandorlo scrive:

    Ah ecco mi sembrava strano

  6. TOTO scrive:

    Buongiorno.
    A proposito di anniversari…….oggi ricorre quello del famoso forno LIVERPOOL, che cuoce 11 polli in 7 minuti! ⚽️⚽️⚽️🤣🤣🤣

  7. Giorgio scrive:

    Ottima.
    Non la conoscevo.
    Una notazione : la foto NON rende giustizia a Stefanino. Tra quella e l’articolo in stile siciliano…vengono subito in mente T. Buscetta o M. Messina Denaro. Cos’è… Romeo deve morire ?
    Ha fatto solo a me questa impressione ? 😬

    • Cipe64 scrive:

      In questi giorni dovrebbero venire in mente anche Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutti i martiri della lotta a quella merda colossale che è la mafia.
      Tutti Siciliani anche loro.

      Nessuna polemica per carità …ma solo rilevare il fatto che la memoria di certe cose putroppo tende ad affievolirsi.

      Sarà anche che la tendenza della politica – a livello nazionale bada – da un po’ di anni a questa parte, mira a rendere normale ed accettabile ciò che normale ed accettabile non è….non parlo soltanto di saluti commemorativi ma anche di pratiche corruttive ormai quasi legalizzate ed un sistema degli appalti veramente filo mafioso…altri termini non ne trovo…

    • Giorgio scrive:

      ???
      APPUNTO avevo scritto che la foto richiama brutte cose.

      • Cipe64 scrive:

        Nessun problema…è che, purtroppo, la Sicilia oggi porta alla mente soltanto brutte cose.

        La colpa non è tua…é che per le altre, meno brutte, sento che quest’anno la memoria collettiva inizia ad avere delle preoccupanti amnesie. Soprattutto istituzionali.

        Niente di personale…forse mi sono appoggiato al tuo post per dire questa cosa…ma non hai detto nulla di strano o di riprovevole.

        Lo avrei scritto anche io scrivendo da lassù.

        Forza Inter e giuve e mafia merda.

        • Cipe64 scrive:

          PS Comunicazione di servizio.

          Diffidate lassù di chi – anche non Siciliano – viene pervaso da strani fuochi come la smania di un inutilissimo ponte sullo stretto; deregulation amministrativa sulle preocedure degli appalti; abolizione dell’abuso d’ufficio; depotenziamento di strumenti di indagine fondamentali contro tutte le mafie come intercettazione uso di trojan etc etc.

          Diffidate del garantismo peloso portato avanti anche da Roma in su…basta fare due più due…

          Chiudo sull’argomento.

          • Cipe64 scrive:

            E riforme della magistratura che assoggettano il potere giudiziario a chi decide su quelle cose dette sopra.
            Chiuso…giurin giuretta🤞

            • Cipe64 scrive:

              Scusa Giorgio ma mi è partito l’embolo…

            • Giorgio scrive:

              Persino gli emboli non resistono, in quella terra bellissima e oppressa…
              Battuta a parte… Non me la sono presa : nel mio piccolo, per convinzione e per lavoro, cerco ogni giorno di combattere le ingiustizie (le carità pelose, le porcherie, le sinecure, le false mani d’aiuto, come si dice…)… E certamente anche il ponte sullo stretto 😉

              #Javier+comeback

  8. Claudio Troisi scrive:

    Viva Settore ! …..Viva il pane cunzato!…..Viva Trapani e il suo mare!…..e a questo punto bisogna dirlo: Viva OakTree, il fondo più bello del mondo!…..che potrà comprare e vendere qualsiasi cosa ma il nostro “Interismo” non c’è lo porterà via mai nessuno!

  9. Cruz Pallone d'Oro ⭐🖤💙⭐ scrive:

    Vorrei farvi notare che l’ultimo presidente-tifoso è stato Massimo Moratti. Dopo di lui – che le azioni siano state formalmente nelle mani di un fondo, di una spa o di qualsiasi altro soggetto giuridico, poco cambia – l’Inter è stata sempre posseduta da speculatori più o meno capaci. Ma pur sempre speculatori. Alcuni di questi ci hanno guadagnato (Thohir), altri hanno fatto male i conti. Chi viene da un altro continente a comprare una società di calcio di cui non sa nemmeno pronunciare il nome, non lo fa certo perché è innamorato dei colori della sua divisa. Si tratta solitamente di operazioni che hanno un fine speculativo, ma anche di veicoli per entrare con più facilità e una certa credibilità in nuovi contesti finanziari nei quali, altrimenti, il miliardario di turno sarebbe comunque un signor nessuno. Per capirci: avreste fatto affari con più fiducia con il signor Thohir prima o dopo che è diventato presidente dell’Inter?
    E veniamo al presente. OakTree è un fondo speculativo (tenete bene in mente questo aggettivo) specializzato in finanziamenti a società in sofferenza. Dai quali guadagna in due modi: con interessi ai limiti dello strozzinaggio, se il debitore riesce a onorare il debito, oppure procedendo all’escussione del pegno e alla successiva rivendita – in tempi quanto più possibile rapidi, perché gli azionisti battono cassa – per generare una plusvalenza almeno pari al mancato incasso degli interessi.
    Il secondo scenario è quello che vede protagonista l’Inter. Per guadagnare dalla cessione di una società sportiva, ovvero cederne le azioni a un valore più alto di quello attuale, esistono due strade: ripulirla dai debiti oppure renderla appetibile nonostante i debiti. La seconda opzione non è per noi percorribile, perché significherebbe investire per avere continuità di risultati sportivi al livello del Real Madrid e introiti commerciali per merchandising, sponsor e diritti tv ai livelli delle squadre di Premier League.
    Conclusione: Oaktree proverà a ripulire l’Inter dai debiti con una cinica ristrutturazione fatta di taglio dei costi, qualche cessione eccellente e mercato a saldo zero, puntando sulle capacità di Marotta e compagni di mantenere un dignitoso livello di risultati. Nel frattempo proverà a fare passi avanti sul nuovo stadio (non penso che voglia costruirlo, ma sicuramente desidera avere in pancia la proprietà dei terreni e il progetto già approvato), in modo da poter mettere nel piatto del prossimo speculatore qualcosa che abbia davvero un interesse commerciale.
    Ormai da qualche anni siamo abituati a fare le nozze con i fichi secchi, ma da qui in avanti ho l’impressione che i fichi saranno un po’ più secchi (e meno dolci) del solito. “Adda passà ‘a nuttata”, diceva il grande Eduardo. Speriamo di risvegliarci.

  10. rossana scrive:

    oltre al pane cunzato va a mangiare un caldofreddo al cavalluccio marino, se non lo hai già fatto, e fa scorpacciate di cous cous. poi se passi da Erice vai a mangiare le cassatelle da Maria Grammatico. al ritorno a Pavia potresti rotolare ma ti metti a correre e ripristini la forma fisica.

  11. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Dal mio punto di vista, nessuno sano di mente può pensare di ottenere utili da una società di calcio, a meno che questa non abbia un solidissimo merchandising a livello globale (tipo il RM o il Liverpool, per dire).
    Quindi il desiderio di acquistare uno di questi costosissimi giocattoli è lo stesso che muove ad acquistare una automobile o un orologio da un milione di Euro.
    Ovvero entrare in qualcuno dei “salotti buoni” dell’economia europea non essendo il solito “Paperone pieno di soldi” ma il presidente della prestigiosa società calcistica Vattelapesca.
    Visto che Oaktree, così a naso, di tutti i “salotti buoni” ha la tessera onoraria, cercherà qualcuno desideroso di visibilità in grado di accollarsi l’onere dell’acquisto.
    A questo punto. e qui viene il bello, le vie sono due : ridurre i costi per rendere il prezzo più appetibile oppure mantenere il livello attuale cercando di aumentare il prestigio della società e quindi spuntare un prezzo più alto?
    Da quale via decideranno di seguire dipende gran parte del nostro futuro a breve termine, oltre naturalmente alla “garra” che i nostri esprimeranno da Campioni d’Italia bistellati. Comunque sia, un’ormai storico “Fozza Inda”.

    • Cruz Pallone d'Oro ⭐🖤💙⭐ scrive:

      Se con utili intendi cedole per gli azionisti, è ovvio che si tratta di un’impresa ardua. Ma operazioni del genere vengono fatte nell’ottica della differenza di valore tra prezzo di acquisto e di vendita. Detto questo, ci sono molte realtà virtuose (anche in Italia) che riescono a tenere conti in ordine e risultati soddisfacenti. Il problema è che per una squadra come l’Inter (ma anche per Milan e Juve) il concetto di soddisfacente è piazzato molto più in alto rispetto a quello di un’Atalanta o di un Bologna, visto che tutte le posizioni sotto la prima in classifica sono comunque insoddisfacenti.

  12. Giorgio scrive:

    Avrei un altro dubbio, dopo aver letto i commenti precedenti…
    Se Oaktree non ha bisogno di visibilità ne’ – tanto meno – ha difficoltà ad entrare nei “salotti buoni”, bensì l’obbligo di realizzare un buon prezzo dalla spesa sostenuta… Allora si concretizza minaccioso all’orizzonte il rischio che venda al primo “parvenu” che in quei salotti vuole entrare 🙄
    O anche – peggio – a qualcuno che abbia messo su un po’ di soldi con operazioni “traballanti” e di cui potremmo essere l’ultima.
    Ci sono MOLTI esempi, in Italia e all’estero 😬

    • Cruz Pallone d'Oro ⭐🖤💙⭐ scrive:

      Mi sembra logico. A chi vende interessa il denaro, non le sorti della squadra, altrimenti la terrebbe. Esempio lampante il passaggio del Milan da Berlusconi a Yonghong Lee.

    • Giorgio scrive:

      Bah… Su quello…conservo intatti i dubbi che avevo (e che ho letto più o meno ovunque 😉).

      • Cruz Pallone d'Oro ⭐🖤💙⭐ scrive:

        Fosse anche stata un’operazione per lavare soldi sporchi, non farebbe altro che confermare gli interessi di chi vende.

  13. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    PS : a leggere i pennivendoli, sembra che abbiano scelto la via di vincere 10 Campionati e 10 Champions di fila, ma tra il dire e il fare …
    Che la Forza sia con noi.

  14. neroazzurro-rosso scrive:

    Atene, 25 Maggio 1983 Amburgo 1 (Magath) – bjuve 0

    Istanbul 25 Maggio 2005 Liverpool 6 – bbilan 5 (dopo i rigori)

    Buon 25 maggio a gobbi e gonzi, che continuano a rompere il cazzo col 5 maggio.

    AMALA.

  15. Cipe64 scrive:

    Il comunicato di Zhanghino è bellissimo e scritto con un cuore veramente nerazzurro.
    Ne consiglio la lettura.

  16. neroazzurro-rosso scrive:

    @Cipe64

    Dove lo trovo?

    • Cipe64 scrive:

      E’ uscito sul suo profilo Instagram ma io, boomer poco social, l’ho ascoltato sul canale YT di Alessandro Cavasinni in un suo video.

  17. neroazzurro-rosso scrive:

    Trovata.

  18. GuS scrive:

    “Cari interisti,
    gli addii non sono mai facili, soprattutto quando devi salutare qualcuno che ami. Nella vita, tutto ha un inizio e una fine. Ho sempre saputo che un giorno avrei dovuto dirvi addio. La semplice verità è che non ero pronto e probabilmente non lo sarei mai stato. Otto anni fa, quando da ragazzo di 24 anni sono entrato per la prima volta a San Siro per assistere a una partita di calcio, non avevo assolutamente idea di cosa mi aspettasse. Le incredibili emozioni provate in quel giorno hanno poi guidato le mie decisioni in tutti questi anni. Questo mondo nerazzurro, unico nel suo genere, mi ha accettato immediatamente, riempiendomi di passione, gioia e tanto amore. Da allora sono cresciuto molto a livello professionale, e porterò tutto questo per sempre nel mio cuore.
    All’inizio della mia presidenza ho promesso di riportare l’Inter ai vertici, dove era sempre stata. In questi otto anni abbiamo conquistato sette trofei, due finali europee e abbiamo conquistato due volte il campionato di Serie A. La leggendaria Seconda Stella è una testimonianza del nostro successo. Dopo importanti investimenti e innumerevoli ore di lavoro, l’Inter si è trasformata in un club moderno, innovativo e vincente, al livello più alto del calcio europeo.
    Negli ultimi tre giorni ho ricevuto tantissimi messaggi, chiamate e post da parte di tutti voi. Devo ammettere che questo mi ha fatto sentire amato, ma ha anche reso questo addio ancor più difficile. Grazie all’Inter, ho trovato persone che oggi sono come una famiglia per me, di cui farò tesoro per il resto della vita. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare tutti i miei dirigenti, Ale e Beppe, Javier e Piero, Dario, Luca, Matteo, Angelo, Andrea, Lionel, Mark… Che mi hanno sopportato, sostenuto, protetto e che mi hanno insegnato a fare il presidente. Voglio anche ringraziare tutto il nostro staff, che da Viale della Liberazione, Appiano, Interello e San Siro ha lavorato diligentemente per far crescere il club e realizzare gli incredibili successi della nostra amata Inter.
    Un ringraziamento speciale va ai nostri ex calciatori e gli attuali Campioni a due stelle. Molti di voi mi hanno trattato come un amico, includendomi nel vostro gruppo come se fossi uno di voi, il legame che avevamo andava ben oltre quello tra presidente e giocatori. La mia più profonda gratitudine va anche a tutti i nostri allenatori, in particolare a Simone Inzaghi, un uomo con valori veri e forti nel cuore, che ho avuto la fortuna di avere durante la mia presidenza.

    Infine, l’Inter non sarebbe l’Inter senza i nostri fantastici tifosi. Grazie a tutti voi per i vostri bellissimi messaggi. Significa davvero molto per me in questi momenti di grande emozione. Non vedo l’ora di unirmi a voi sugli spalti di San Siro cantare per la nostra Inter, magari dalla Curva Nord. A coloro che porteranno avanti questa Società, vi prego di amare la nostra Inter, di proteggere la sua gente e, soprattutto, di rispettare il suo valore fondamentale. E’ un grande onore e una grande responsabilità assumere la guida dell’Inter. Con amore e cura, l’Inter vi ripagherà, con enormi risultati, emozioni e gioia. Per me è stato il più grande onore della mia vita.

    Forza Inter Sempre. Amala!

    Sempre uno di voi,

    Steven”.

    Aspettavo l’esito del passaggio di proprietà per dare il mio parere definitivo sull’epoca Zhang.
    Non è un parere: è un grande e sentito GRAZIE.
    Un figlio di papà cinese diventato Presidente dell’Inter. Un alieno tra gli alieni. Un ragazzo diventato uomo. Meglio: un uomo diventato uno di noi, un interista.
    Per sempre un posto d’onore nei nostri cuori e sulle tribune di San Siro.

    • Cipe64 scrive:

      Mi ha commosso il pischiello…sarà l’età…

    • Pastorius scrive:

      Grazie per averlo postato e complimenti a Steven Zhang. Vincere due scudetti e gli altri trofei con la mafia che domina il calcio italiano e tutti i media è tanta roba. Mai, 8 anni fa, avrei sperato che una proprietà cinese potesse vincere così tanto e con dignità da veri interisti.

  19. Er Pomata scrive:

    Fantastico il riferimento all’ultimo liquore offerto a Pavia nel 1976 da un ristoratore siciliano 😄😄😄 chissà se si trattava dell’amaro Omero?!?
    Ma anche il cameo dedicato al classico di Voghera, che abbiamo condiviso 👏

  20. Düsseldorf scrive:

    Non sono d’accordo con chi teme che ci spolpino.
    Oaktree ha prestato 275 mio nel 2021, altri 420 sono in pancia, totale 695.
    Valore attuale sicuramente superiore 1.000 mio. (Con lo stadio in costruzione anche 1.500) se la vendono così com‘è (1a in Italia, e di gran lunga, e tra le 10 in Europa).
    Se vendono Lautaro, Barella e Bastoni recuperano diciamo 200?
    Poi però voglio vedere chi gliene offre 500 per un’Inter risanata ma svuotata e da 5-7 posto come in era thoir.
    Non sempre si trova un coglione come Redbird che paga 1200 (forse) per una società a posto (forse) con i conti, e in più investono 150/200 sul mercato per ritrovarsi con una squadra di scappati di casa.

  21. Lucky scrive:

    Grande Settore, io, in vacanza dalle tue parti, a Castelluzzo, ho vissuto il passaggio nello stesso modo. Non potevi esprimerlo meglio

  22. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Zhanghino ci lascia con un post da autentico interista. Non credo avrebbe potuto fare di meglio sia nel messaggio che nella gestione. Pur con tutti i dubbi che ci ha fatto venire in questi anni, nonostante la ridotta capacità di manovra, ci ha riportato a livelli più che consoni alla nostra tradizione. E ci ha ha portato la seconda stella, che può essere considerata a ragione una pietra miliare nella nostra storia ultracentenaria. Fozza Inda forever.

  23. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Nel frattempo un patetico MC si fa scippare la coppa dal MU, nonostante un regalone a tempo quasi scaduto del nostro ex portierone. Qualcosa mi dice che Sommer, l’Onana di quest’anno se lo mette agevolmente nel taschino.

  24. bellins scrive:

    Che tristezza per noi poveri Internauti nerazzurri.

    Senza un presidente, con un solo blog attivo e costretti a postare qua…a consumarsi i polpastrelli prima di trovare l’ultimo commento inserito e un cazzo di textbox per digitare il proprio pensiero.

    #oak3epensacite

    • Geppetto57🌟🌟 scrive:

      Non chiederti cosa può fare l’Inter per te, ma quello che tu puoi fare per Inter.

      • bellins scrive:

        Non lo so cosa posso fare io per l’Inter e forse nessuno lo sa veramente.
        Tutto passa ma l’Inter rimane…basta chiedere a Steven Zhang.

        P.S. Scusami se ti ho risposto solo adesso, ma ci ho messo un quarto d’ora per scorrere i commenti e poi in questo blog c’è il fuso orario di Greenwich.

        • GuS scrive:

          Bellins, Settore è una delle ultime esperienze analogiche rimaste. Ai mie figli faccio vedere come si chatta qui dentro, godendomim il loro stupore, quasi ascoltassero il gracchiare stonato del 56k modem in connessione.
          PS Comunque sù in altro a destra ci sono persino i recent comments

          • bellins scrive:

            Ho dovuto zoommare in 4K ultra HD per trovarli…

            Grazie.

            • Cipe64 scrive:

              Belliiins…azzo ci fai qui?

              • bellins scrive:

                Azzo ci fai tu…

                Io commentavo qua prima ancora che tu prendessi la specializzazione in trattamenti sciazzu e limonamenti con Mister dal cuoio capelluto ancora intatto.

                #gnegnegne

                • Cipe64 scrive:

                  😄Quindi scrivi qui da quando ancora il blog non esisteva. Se vuoi puoi limonarci anche tu con il Mister adesso che ci ha dato la seconda stella in quel modo, non sono geloso.
                  Benritrovato…attento a non scrivere c.g.te che qui non le puoi correggere o cancellare.

    • Cipe64 scrive:

      #gnegnegne

  25. Alex scrive:

    Complimenti a Sect: per le vacanze ha scelto un gran bel posto, confermo molto ospitale, e in una stagione perfetta. Quanto al resto, certo: non riconoscere a Steven Zhang degli indiscutibili meriti, sarebbe da tarati mentali oltre che da spudorati irriconocenti. Però ribadisco quanto detto in un altra occasione: io dopo le indiscutibilmente belle parole aspetto i fatti, e cioè che per questione di qualche milione in più o in meno, il ragazzo non ci metta i bastoni fra le ruote andando a compromettere l’operatività nei prossimi mesi. Dopo di che, sarò ben felice di sciogliermi in un bel “Grazie Zhang”.

  26. neroazzurro-rosso scrive:

    Immaginatevi questo scenario:
    Lautaro (in verità il suo procuratore) tira la corda per arrivare a 12 milioni annui.
    La dirigenza risponde con un 8 + bonus e, sempre il procuratore, dice di no.
    Si arriva quindi all’uscita a parametro zero ma…qualche mese prima della fine dell’avventura in nerazzurro, un infortunio pregiudica il futuro sia del giocatore che dell’avido procuratore che restano impietriti con “solo” quanto estorto fino ad allora…ed io mi faccio un sacco di grasse risate, alla facciazza di tutti gli avidi procuratori dello sport.

    AMALA.

  27. Francesco89 scrive:

    milan- salernitana 3-3! Si finisce in bellezza! 😀 😀 😀

    • GuS scrive:

      Ma era chiaramente per celebrare la ricorrenza del 3-3 di un indimenticabile 25 maggio…

      • Francesco89 scrive:

        …2005! 😉

        • Geppetto57🌟🌟 scrive:

          E gli ha detto bene che non sono andati ai rigori

        • Giorgio scrive:

          🤣🤣🤣
          Pensa che ieri sera, PRIMA della partita, avevo scritto al figlio (milanista) dei miei ex padroni di casa che avrebbero facilmente “spezzato le reni” alla Salernitana, e – siccome sono perfido – gli ho rivolto una domanda “innocente” : “Come farà adesso la scala del calcio, senza…Pioli ?” 😇

  28. gianfba scrive:

    Scene strappalacrime a San Siro con baci, abbracci e saluti a Padre Pioli e gli altri partenti, ed i gonzi chiudono in bellezza con un fantastico 3-3.

  29. Scetticonerazzurro scrive:

    Mai fidarsi soprattutto di chi in qualità di proprietario entra nel mondo del calcio senza passione, spinto solo dalla necessità di salvaguardare i propri interessi finanziari (come Oaktree) o , come accadde ai cinesi , con l’intenzione di far della squadra in loro possesso un gadget di promozione pubblicitaria dei loro prodotti. Ricordo che quando nel 2016 si diffuse la notizia della vendita del nostro club ai cinesi io espressi nel blog tutta la mia diffidenza per un’operazione che ritenevo assai rischiosa per la sopravvivenza stessa della nostra squadra, anche se i primi investimenti per rinforzare la squadra e soprattutto la ricerca di un allenatore di completo affidamento ( venne scelto inizialmente Conte, che però preferì l’Inghilterra , e si ripiegò sulla provvisoria scelta di Spalletti in attesa dell’allenatore preferito) li condivisi pienamente , e tuttavia mantenni intatta tutta la diffidenza iniziale . Le vicende successive mi hanno dato ragione solo in parte: come succede spesso nelle vicende umane, i sentimenti prevalgono spesso sugli aridi interessi. Non prevedevo che il figlio del proprietario si innamorasse della nostra squadra e, nonostante i tempi avversi e l’ostilità del Celeste Impero, si è meritata ampiamente tutta la nostra riconoscenza per gli investimenti onerosi e soprattutto per le scelte oculate da lui fatte negli otto anni di presidenza, rivelandosi tra i migliori presidenti che la nostra società abbia mai avuto nella sua lunga storia. Oggi però la stessa storia sembra ripetersi e la mia diffidenza si raddoppia : non credo che i nuovi padroni s’innamorino dei nostri colori come è successo a Zhang, ma, come è stato giustamente detto, alla prima occasione si libereranno di un’incombenza che non rientra nei canoni della loro attività , a meno che…A meno che non si rendano conto , come ho scritto di recente, di aver tra le mani una gallina dalle uova d’oro, un imprevisto cespite non solo di guadagno, ma di prestigio e di pubblicità che dal mondo sportivo si dirami in ogni direzione, utile a incrementare la loro attività oggi in settori esclusivamente finanziari. Insomma, a mio parere, siamo agli inizi di una nuova avventura, indubbiamente molto rischiosa per la nostra squadra, non tanto per la sua sopravvivenza. L’alternativa è piuttosto che la squadra, una volta privata dei suoi elementi migliori, sia destinata ad una vita di scarsa rilevanza nel panorama del calcio internazionale , oppure che avvenga una ulteriore sua valorizzazione , che le consenta quel salto di qualità lasciato incompiuto dai cinesi. A mio parere, molto dipenderà dalla prossima stagione: se al prestigio in campo nazionale sapremo aggiungere anche quello europeo nelle vicende della Champions, tanto da spingere i nuovi proprietari a impegnarsi di persona in una vicenda per loro inedita , potremo non solo mantenere il prestigio del passato ma accrescerlo. Non voglio neppure immaginare quello che sarà il nostro destino nel caso che quest’ ultima ipotesi non si realizzi. Al solito, in questa circostanza , mi affido a Eupalla e alla voce del poeta che scrive “vinci l’ambascia, con l’animo che vince ogni battaglia…”
    Felice domenica.

  30. Semperfi scrive:

    Mi stupisce la cerimonia toccante e strappa lacrime alla Klop dedicata a un allenatore che non si ritira ma viene allontanato per evitare lo sciopero a oltranza dei followers e le normali figure di cacca dall’infuocato titulo ripescato per finire con il dominio dei cinque minuti. Mi sorprende anche la farina di altri sacchi nel testamento lasciato dall’ex capo che in tanti anni avrà si e no pronunciato e scritto quattro-cinque tweet e altrettanti post, chiaro i tiktok e qualche memorabile reel, in ambedue i casi vedo o meglio ho visto, un matrimonio di interesse e un palese amore platonico mai consumato.
    Chiaro non voglio criticare l’affetto e i sentimenti degli altri, solo sottolineare la capacità ormai normalizzata di generare profili artificiali e far passare certi personaggi per quello che non sono e non lo sono mai stato. Se stessi.
    Con i nuovi controllori, dire proprietari mi sembra esagerato, navighiamo a vista as usual, spero almeno di vedere al timone una persona vera e capace, che parla e scrive di testa propria, che si fa rispettare e detta la linea a seguire, sarebbe già un bel cambio di rotta, anche perché di gente virtuale e apparente ne ho viste abbastanza.

    • JAD scrive:

      Letto costretto a rientrare per dirti BRAVO.
      Commento perfetto a mio parere.
      Detto questo (e parlo per me) sembra che i cattivissimi Oak siano arrivati da Marte .
      “Che sfiga!”
      Invece succede che il presidente nonché proprietario decida di mettere in pegno la società ad un fondo nel caso non riesca a rimborsare il prestito.
      Mica altre sue proprietà, averi , rendite o Suning stessa. No, l’ Inter.
      Ma come, mi avevano detto che il prestito era a carico suo e che la beneamata non c’entrava niente…
      Talmente “niente” che ora “grazie” a Stefanino siamo del fondo tanto odiato.
      Ma qualcuno sogna ancora il bel visetto del Piccolo Zhang ?
      No, perché lui sapeva di non aver un becco di un quattrino ma sperava di fare il colpaccio e beccarsi una bella vagonata di quattrini vendendo l’ Inter.
      Altrimenti, avrà pensato, resto insolvente e che l Inter vada pure a Oak . Al minimo mi becco la differenza e tanti saluti.
      Grazie Zhang, per esserti innamorato dei nostri colori (però da quando ti sei innamorato di soldi non se ne sono più visti) grazie per i titoli.
      Se poi è stata una somma di coincidenze ( come è arrivato Marotta e perché, bla bla bla) o se sei stato un grande stratega , sicuramente hai saputo delegare (prima a Sabatini e Kia ,poi a gente più competente) io non lo so.
      So che ti abbiamo visto piangere dopo quella famosa contro la Lazio . Non dimentichiamo.
      Grazie con qualche riserva.

      Ci risentiremo solo dall’altra parte forse e se riaprono.
      Ciao ciao

    • Cipe64 scrive:

      Ciao SF…rispetto il tuo scetticismo però, gugolando, leggo che nei primi anni Zhang ha pompato più di 800 mln in cassa, prima di affidarsi ai prestiti.

      Vedo un prima ed un dopo Zhang…e mi sembra che il divario sia no enorme…ma gigantesco. Due scudetti, altri trofei…siamo entrati ritengo, di fatto, nella top ten europea al di là del piazzamento di questa stagione.
      Abbiamo una struttura societaria forte.
      Insomma…al di là di tutto il saldo è oggettivamente quello.

      Poi sarò anche un boccalone sentimentalone ma a me è sembrato abbastanza sincero.

  31. Marco Bianchi Carnevale scrive:

    …qualche anno fa l’azienda per la quale lavoro da presto 40 anni (…e che casualmente ha un paio di stabilmenti in provincia di PV…uno a Certosa…) finì per poco più di tre anni nelle mani di un fondo d’investimento…l’inferno dei vivi…speriamo in bene…🤦🏻‍♂️

    • Geppetto57🌟🌟 scrive:

      Purtroppo la realtà delle aziende che finiscono nelle mani di alcuni “fondi di investimento” è semplicemente quello di essere “svuotate” di ogni professionalità per rivendere a buon prezzo il portafoglio clienti. Si presentano come “salvatori della Patria” e saldano i cancelli dopo due mesi. Ma se metti i soldi davanti a tutto, questo è il minimo che può succedere.

  32. fortebraccio scrive:

    Verona – Inter 2-0

    ‘notte

    E con questo vi saluto e vi auguro buona estate.
    Ci rivediamo ad agosto.

  33. Lothar scrive:

    Grazie forte,
    sei stato straordinario,
    come l’Inter Campione!
    Buona estate anche a te e a presto 👍

  34. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Arnautovic. Incredibile.

  35. neroazzurro-rosso scrive:

    No, la tripletta no, per favore, altrimenti pretende 10 milioni all’anno!

  36. mare scrive:

    Perché Di Marco fischiato in quel modo?
    Motivo?

    Ok che non conta nulla ma come si fa a non fischiare quel rigore?

  37. Alex scrive:

    Peccato: non contava nulla, ma avremmo strameritato di vincerla. Alla faccia che il loro era il portiere di riserva! D’altra parte molti portieri, quando vedono nerazzurro, diventano dei fenomeni. Acerbi chiude con una partita abbastanza imbarazzante: con gli europei alle porte e il problema fisico avuto recentemente, non si capisce perchè non abbia giocato De Vrij. Va beh: chiudiamo questo grandissimo campionato con due sole sconfitte contro la stessa squadra, retrocessa in B con una giornata di anticipo. Cosa difficilmente spiegabile. Adesso non ci resta che vedere come si svilupperanno tutte le vicende “in fieri”, tra nuova proprietà, rinnovi e mercato. Buona estate a tutti.

  38. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Frosinone si addorme sul più bello e si risveglia in B. Spiaze

  39. Lothar scrive:

    Ho notato solo io che Barella é uscito “plaudendo” ironicamente Simoni?
    Comunque dai, benvenuta la fine di questo campionato (già finito un mese fa..).
    Non se ne poteva più di queste inutili partite.

  40. denny71 scrive:

    Vabbè era la classica partita ininfluente all’ultima giornata, abbiamo comunque creato un bel po’ di occasioni ma ne abbiamo anche concesse… una osservazione da rosicone rancoroso: se i veronesi fischiavano dimarco per l’esultanza dopo il rigore sbagliato all’andata, spero proprio che se duda dovesse ripresentarsi a san siro venga sommerso da una quantità di fischi almeno doppia 😡
    p.s. purtroppo l’udinese si è salvata ma non si può avere tutto nella vita

  41. Militus scrive:

    Ma il loro portiere era quel Perilli che giocava col Pordenone e che parò l’impossibile, compresi un paio di rigori, nella partita di Coppa Italia contro l’Inter di Spalletti? Si vede che gioca da fenomeno solo contro l’Inter perché dopo quella partita era scomparso…

  42. Deki scrive:

    Finito il campionato.
    Oggettivamente era ora: abbiamo preso più gol nelle ultime 5 partite che in tutte le altre 33 precedenti. Già il maxi vantaggio aveva allentato la tensione, poi la vittoria nel derby ha fatto proprio scattare il contatore. Arrivederci al prossimo anno cara Inter.

    Settore parliamo di cose serie: sono stato in vacanza a San Vito un paio di anni fa.
    Consiglio il “Ristorantino Syra” e “dal Cozzaro”, il primo a metà viale sulla sinistra, il secondo in fondo al viale sulla destra. Andammo anche all’Azzurra Makari, giustappunto alla vicina frazione di Macari ma non ci entusiasmò.

  43. Alex scrive:

    @denny71
    Verona credo che abbia il pubblico più di merda di tutta l’Italia; era lo stesso quando c’era anche il Chievo. Ieri ne ha dato l’ennesima conferma.

  44. Mandorlo scrive:

    Comprare un canadese a gennaio e ritrovarsi a maggio di proprietà di fatto canadese è solo una coincidenza ( ma le coincidenze non esistono cit. Gibbs) o segno di grande lungimiranza?
    Come dice il Magro: cane vecchio sa.

  45. GuS scrive:

    Vedo che Oaktree ha comprato anche uno spazio sui quotidiani per “salutare” i tifosi dell’Inter. Bene, personalmente apprezzo questi primi passi in cui si intravede lo sforzo nel volersi smarcare dall’immagine impersonale e distante alla quale è associata la figura del fondo. Dopodiché, a breve scopriremo se hanno già in mano, e quanto grandi, le forbici…

  46. Enzo Primo scrive:

    I commenti di Semperfi e JAD li ho trovati impeccabili.

    L’avevo letta da qualche parte…
    Il cinese che vuole andare a mangiare nel ristorante di Antonino Cannavacciuolo ma, nel portafogli ha solo 10 €.

    Un cordiale saluto a Fortebraccio.

  47. Maura scrive:

    Ma, a parte ste americanate idiote, col Sassuolo, andare a Lourdes?

  48. TOTO scrive:

    Nella regular season gliene avevamo fatti sette! 🤦‍♂️😡

  49. Alex scrive:

    Si; come dice giustamente Maura con ‘sto ca…. di Sassuolo riusciamo a perdere anche con la Primavera, dopo che i ragazzi di Chivu avevano chiuso in testa la Regular Season. Io più che “cunzato “ direi che per ‘sta cosa sono piuttosto incazzato. Che palle, oh !

  50. estecambiasso ** scrive:

    Non vorrei sbagliarmi ma

    Oaktree ha sostanzialmente detto:
    Egregi interisti,
    la pila degli ultimi tre anni e mezzo sono i nostri.
    E visto che Zhang non ha restituito un cazzo, a questo punto la seconda stella ce la appuntiamo noi.

    Beh oh,
    ci sta.

  51. GuS scrive:

    Eh…allora girassero sul mercato gli interessi lucrati sul triennio.

  52. Semperfi scrive:

    Target 2.0.3.1
    Non si tratta di un patch o una upgrade di un noto software ma del piano di OT per i prossimi tre anni:
    2 miliardi per la cessione de pacchetto. (+In caso di ammore non corrisposto+)
    0 debiti a medio-lungo termine (check)
    3 Tituli nazionali (SC/CI/SUP) abbiamo esperienza in materia
    1 Titulo Internazionale (?) abbiamo tanta voglia di lei..
    Se il Demone Piacentino e M.A.A. accettano la sfida, si può fare.
    Abbiamo dalla nostra la miglior dirigenza in circolazione, una rosa competitiva e molto unita, corpo tecnico rodato, ambizioso e preparato.
    I controllori potrebbero smuovere i loro contatti per prendere sponsors e partners importanti più immagine e mktg mondiale di qualità e più efficiente addirittura dell’attuale bravissimo team di cacciatori di brand amici.
    Se gira con vento a favore.. abbiamo le carte in regola, la facciona sorridente di M mi lascia ben sperare. Vediamo dopo la prima riunione come rimane la struttura di comando e revisione, in generale mi sento abbastanza ottimista.
    PS: C al Napoli ? amore tossico,, auguroni.

  53. Cipe64 scrive:

    Avviso ai Bausciani che, come me, occupano abusivamente questo suolo web.
    Bel post di Hendrik su Bauscia.

  54. Scetticonerazzurro scrive:

    Mah!, circola molta “gente nova” nel blog , facile all’ottimismo verso i nuovi padroni e poco riconoscente verso i vecchi, dimenticando che se i vecchi avevano confuso la nostra squadra per un gadget pubblicitario, da affidare magari al giovane erede per farsi le ossa nel mondo delle pubbliche relazioni anziché rompersele con la solita Ferrari, i giovani sono delle volpi matricolate, quelli che un tempo venivano appellati come usurai, i famosi prestatori di moneta a principi e papi, condannati da Dante nei luoghi peggiori del suo inferno. Insomma , per dar voce al poeta, “tra male gatte era caduto il sorco!”. Almeno Zhang si era sinceramente appassionato alle sorti del giocattolo vivo che si era trovato tra le mani, e almeno entro certi limiti si era preso cura, affidandolo a chi meglio di lui poteva provvedere ai suoi bisogni, per mantenerlo in buona salute. I nuovi temo fortemente che non si preoccuperanno più di tanto della sua salute e al primo raffreddore provvederanno con metodi drastici a risolvere ogni questione, poco curandosi della sua gloriosa storia e men che meno delle apprensioni di noi tifosi. Insomma, “mala tempora currunt” per i futuri destini della nostra squadra. Che almeno Eupalla ci sia propizia!
    Felice sera.

  55. Deki scrive:

    Tanto per sfiorare il discorso Lautaro, la mia personalissima riforma del calcio sarebbe in due punti:
    1) Abolizione dei nomi sulle maglia, come negli anni ’80. Nessun giocatore merita che il proprio nome venga scritto li sopra. Sono e resteranno sempre comparse di passaggio in una storia nettamente più grande di loro.
    2) Abolizione della figura del capitano. Tanto ormai è una figura priva di tutti quei valori che dovrebbe rappresentare.

  56. neroazzurro-rosso scrive:

    Vogliamo mettere anche l’abolizione dei procuratori o, almeno, delle tangenti aggiuntive?
    Che ci pensino i loro assistiti ad elargire la cifra, ecchecazzo!

  57. Alex scrive:

    Eh; ‘sti procuratori sono una discreta rovina. Tipo quello di Lautaro. Lì il discorso è piuttosto brutale, nella sua semplicità: inutile “menarla” che l’Inter per te è una famiglia, che a Milano stai benissimo etc.etc. Penso che sia lui che il suo procuratore conoscano bene la situazione dei conti della Società, che ti ha offerto già moltissimo (credo arriverebbe a 10 Mln. con i bonus), direi il massimo che può permettersi. O fai un passo verso l’Inter venendole incontro, anche a costo di mandare a cagare il tuo famoso procuratore, oppure chiuso! Vai dove ti danno i soldi che chiedi; col rischio di fare la fine di Lukaku e di Skriniar. Stucchevole e ormai anche abbastanza antipatico (come avrebbe detto M.M.) continuare a manifestare amore e poi continuare a chiedere 12 Mln. Con il ricavato si potrebbe mettere a posto la difesa in prospettiva con un centrale giovane (Buongiorno), prendere Gudmunsson, o Zirkzee, e magari ci starebbe anche un altro attaccante “di scorta”. Ecchecazzo !

  58. gianfba scrive:

    Non sono d’accordo con l’abolizione dei nomi sulle maglie. I giocatori sono fondamentali, si diventa tifosi di una squadra per i calciatori che ci sono: Facchetti, Mazzola, Jair, eccetera. Poi i giocatori partono e ti resta l’amore per i colori.
    Sono contrario invece al ritiro di una maglia perché è stata indossata da questo o quel grande campione. In tal caso il giocatore diventa più importante della squadra e questo non è bene.
    Per i procuratori, non posso neppure dire che sfondate una porta aperta perché la porta non c’è proprio.

  59. GuS scrive:

    @Scettico, io accolgo con favore questo passaggio di proprietà. Ritengo che il giovane Zhang stesse giocando un pò troppo con il fuoco in questo continuo rilanciare su debito e relativi interessi. L’esposizione finanziaria rischiava di diventare ingovernabile e sinceramente le voci di contenziosi in atto nei suoi confronti su altri piani di investimento non mi lasciavano del tutto tranquillo. Insomma, non era un tipo di gestione che poteva andare avanti ancora a lungo. Meglio aver chiuso così, da vincente e lasciando un imperituro ricordo. Quanto agli yankees, faranno il loro: proseguiranno nel risanamento, rendendoci appetibili e ci venderanno a qualcuno che avrà interesse e capitali per gestire un'”azienda” dell’importanza dell’Inter. Non trovo motivi di particolare pessimismo.

  60. GuS scrive:

    @Deki, basta imparare ad essere un pò tutti più pragmatici. Si gioca all’amore eterno, basta non crederci sul serio…

  61. denny71 scrive:

    Condivido il penultimo commento di GuS, con tutto il rispetto per zhang, che sicuramente ha un bilancio molto positivo come presidente, se fosse andato in porto il nuovo finanziamento con pimco di cui si vociferava la situazione sarebbe diventata ancora più complicata, almeno ora abbiamo una proprietà che volendo potrebbe anche mettere un po’ di soldi, anche se ovviamente eviterà il più possibile di farlo… sulla proposta di Deki di abolire i nomi sulle maglie dico che per me sono utili perché facilitano il riconoscimento dei giocatori (non tutto deve sempre essere giudicato da un punto di vista simbolico, la maggior parte delle volte le cose hanno semplicemente uno scopo pratico)

  62. Scetticonerazzurro scrive:

    @Gus. Felice te, che trovi motivi positivi nel cambio di proprietà. Ricorderai che io fui tra i pochi contrari quando nel 2016 la nostra squadra finì in mano ai cinesi, del tutto ignari di cose calcistiche anche se ricchi di fantastilioni , figurati se oggi posso rallegrarmi della mia squadra finita in mano di moderni usurai, perché tali sono i nuovi proprietari. Avrei di gran lunga preferito la soluzione Cottarelli, a cui volentieri nel mio piccolo avrei contribuito. Ma finire in mano di usurai, questa no, non mi sembra affatto la soluzione migliore, ma foriera di guai a non finire. Mi dedico spesso alla poesia, ma resto sempre perplesso di fronte al celebre giudizio di Baudelaire: “Cielo o inferno che importa? Al fondo dell’ignoto per trovare il nuovo!” Il nuovo è spesso doloroso e, peggio, rovinoso. Un filo di speranza lo trovo soltanto in quei settantamila che popolano SanSiro e soprattutto in quel milione di tifosi che per festeggiare la vittoria hanno intasato le strade di Milano. Per il resto, come dice il poeta, navighiamo a vista verso l’ignoto, sperando che il nuovo non ci sia nemico.
    Felice sera

    • GuS scrive:

      Il fondo dell’ignoto…o l’ignoto fondo (d’investimento)?
      I tempi sono questi, amico @scettico. Per l’Inter che desideriamo serve ben altra solidità che il raffazzonato progetto di Cottarelli. Chi ci compra lo fa per far soldi. E i soldi li fai solo se ogni volta cedi ad un prezzo maggiore. E per acquisire valore in questo business c’è un solo modo: restare competitivi sotto il profilo sportivo. Mi affido al freddo e cinico calcolo mercantile e confido nella nostra grandezza: quella dei 70k ogni domenica, del milione per le strade di Milano, dei milioni davanti agli schermi di tutto il globo. Felice sera a te, e buon Roland Garros!

  63. neroazzurro-rosso scrive:

    Lautaro ha un contratto che scade, se non erro, nel 2026.

    Come caspita ti passa per la testa di pretendere 10/12 mille mila milioni l’anno e pensare di star qui ancora due anni a prenderti fischi e parolacce dai paganti il biglietto allo stadio?

    A meno che tu abbia non già pronta una proposta da accettare subito chi cazzo te lo fa fare di trascorrere i prossimi due campionati da separato in casa?

    Proibirei anche, fosse solo possibile, anche il bacio della maglia, puttanoni che non sono altro!

    • Deki scrive:

      Lautaro sta sbandierando tutti i giorni un presunto amore verso l’Inter e Milano in modo tale da passare lui per “buono” e “cattiva” la società che non vuole accontentarlo. Punta molto anche sul fatto che cederlo non sarebbe un buon biglietto da visita per la nuova proprietà nei confronti dei tifosi.
      Non ha però tenuto conto del fatto che Marotta operava nel calcio italiano sin da quando lui ancora girava dentro le palle del padre e che anche lui ha i suoi “appoggi” giornalistici e mediatici che sono pronti a tirargli la volata, tipo i vari Biasin, Trevisani ecc. e posso dire che finora sta vincendo lui.
      Su ogni pagina social, ufficiale e non, non c’è un commento che sia uno che deponga a favore di Lautaro, anzi tutti sarebbero ben felici di accompagnarlo alla porta. Risolvesse la situazione quanto prima perchè la shitstorm avanza a grandi passi verso il suo attico di City Life.
      E se dovesse iniziare la bufera, poi tornare indietro sarebbe impossibile.

      • GuS scrive:

        Esattamente quello che ti scrivevo qualche giorno fa. I tifosi ormai sono disincantati. Non conviene a nessuno fare due anni da separati in casa, con l’ambiente malmostoso pronto a dimenticarsi il pregresso al primo dei periodi di magra cui il nostro ci ha abituato. Firmi il rinnovo alle condizioni della società, sì da continuare la narrazione romantica dell’interista innamorato, e poi lo si venda l’anno prossimo.

        • Deki scrive:

          Quando si creano delle spaccature coi tifosi poi è difficile sanarle, se non con il passare degli anni e comunque mai totalmente.
          Nessun gol potrà mai cancellare i tuoi “sgarbi”passati, alla prima occasione te ne verrà chiesto subito il conto.
          Chiedere ai vari Icardi, Lukaku e Skriniar quanto possa essere breve il passo da “idolo” a “traditore”.

  64. Lothar scrive:

    Posso dire che l’Inter è un essere vivente? E non lo metto nemmeno tra virgolette, perché nella mia mente (oltreché nel mio cuore), vive la speranza che qualcuno degli Oaktriani presto o tardi rimanga coinvolto dalla bellezza di questa squadra, dei suoi tifosi, un pò com’è successo allo young Zhang.
    Eddai, pensiamo positivo, proviamo a portare qualche volta a S. Siro questi ‘mmericani.
    Non potranno restare indifferenti a tanta passione!🖤💙

  65. mare scrive:

    Riporto un estratto di un articolo appena letto:

    ” Il solito polverone social, alimentato da tesi singolari suffragate dal nulla cosmico. Anche Repubblica smonta il caso LionRock e sottolinea come le solite fanfare siano alimentate dai tifosi
    avversari dell’Inter, che chiedono punizioni, indagini, movimenti di piazza
    e altre assurdità”

    Ai tifosi si aggiungono spesso i giornalisti tanto da definirli tutti noi come “prostitute intellettuali” cit.

    Tutto ciò per dire che prima di accanirsi con Lautaro aspetterei l’epilogo della vicenda che delle voci che girano mi fido zero.

    Poi se davvero sta chiedendo 12/14 ovvio che vuole andarsene e mi aggiungerò anche io…ma aspettiamo

    • Dawide scrive:

      mmmh…
      Come già detto un 15-20 gg fa, sti film ormai li conosciamo.

      Puo’ sembrare strano, ma anche Lautaro (che pure ha visto la fine che hanno fatto i suoi ex compagni) vuole andare in giro fiero di guadagnare tanto. Non gli interessa andare in giro fiero di essere un interista tutto d’un pezzo.

  66. Dawide scrive:

    Dopo ste tiritere non abbiamo mai visto un lieto fine: abbiamo sempre visto il giocatore andarsene e fine. Da Ronaldo in avanti…
    Percui io non mi aspetto un bel niente.
    Se non Lautaro in tribuna a vedere un derby, seduto dove si sono seduti tutti gli altri presuntuoselli.

  67. Militus scrive:

    Io credo che la telenovela Lautaro proseguirà ancora per un po’. Ma credo anche che Oaktree abbia già messo dei paletti sui rinnovi e gli ingaggi. Della serie: “Caro Lautaro, hai altri due anni di contratto (pare a 6 milioni) e questa è la nostra ottima offerta (si parla di 8 + bonus legati ai risultati e ai gol). Se il tuo procuratore la ritiene troppo bassa, ci porti una proposta d’acquisto da 100 milioni e siete liberi di andare dove volete”. Da parte mia, che ormai amo molto i colori e poco i giocatori, visto che i Facchetti non ci sono più, questo discorso non farebbe una grinza.

  68. neroazzurro-rosso scrive:

    Faccio mia una frase letta sul web: “Ho visto partire il Fenomeno, figuriamoci lui!”

    Come scrive, per me giustamente, Militus: accetti gli 8+bonus (e continui a menarci il torrone con “quanto mi sento bene a Milano”, “l’Inter è una famiglia”) e ti comporti da vero capitano o fai le valigie e vai a prenderti i dodici, i quattordici, i mille mila milioni da un’altra parte…ed anche alla svelta, direi!

  69. Bandini scrive:

    Prima di lasciare l’Inter ci penserei due volte.
    Ma non per i soldi, non per la maglia, quanto per l’evidente flusso sfigatorio che colpisce quasi immancabilmente chi se ne va convinto di raggiungere la gloria.

    Negli ultimi 15 anni chi è che ha fatto un vero upgrade?
    Mi vengono in mente Cancelo (che però si è perso il quadruplete del City per un anno da prestato, ma pensa te la sfiga) e Kovacic.

    Mi starò sicuramente dimenticando di qualche campionisssssimo che ha trionfato alla faccia nostra, ma in ogni caso prima di salutare ci penserei bene e terrei bene le Camano sui coglioni.

  70. Semperfi scrive:

    Il procureattore di SMartinez sa che ad oggi non ci sono sostituti seri seduti in panchina.
    Non ci sono neanche progetti concreti a parte Taremi che ha fatto faville in un campionato minore o il Norvegese amato dalle teenagers.. da scartare le punte prestaste e tornate alla base pronte per essere girate nella prossima trattativa.
    Quindi trattasi di punta di fama Internazionale, capitano di ventura, pluridecorato e desiderata di due o tre regni pesanti che a listino vale i suoi 12M a stagione, inutile girarci intorno o richiamare l’orgoglio, bandiere il senso di, inutile.
    Fossimo ancora con le cambiali furiose pronte a scadere capirei, mi permetto di segnalare che i controllori hanno un giro d’affari di tutto rispetto e dopo nartra di quelle lettere generate dalla IA di turno, un regalino di benvenuto ci starebbe anche bene, siccome si parla di Lautaro e Nicolò, farebbero una bella scena con un segnale di sfida alle bigbabol, AHO! qua non si muove nessuno!.
    La manfrina dei parametri zero e del costa troppo o prima vendo e poi compro erano politiche del PCC rappresentato dall’inguaiato ex capo per dire e da colossi della finanza USA copiare e seguire questa strada, sarebbe na figura de m…
    Speriamo in una mossa tipo alfiere mangia cavallo se poi anche con questi non si magna n’c rimane l’arrocco di M protetto da A, sistema di difesa creativa che ha funzionato in passato e in teoria potrebbe anche funzionare nel futuro immediato.
    Parere personale Lautaro sarebbe da rinnovare, Barrella deppiù.

    • Deki scrive:

      Lautaro è un giocatore che in serie A fa la differenza ed è, sicuramente, il miglior giocatore della rosa dell’Inter.
      Detto ciò c’è da dire che è completamente incapace a tirare i rigori e ha una media gol in champions semplicemente ridicola: segnale inequivocabile che quando il livello si alza lui soffre e non poco. Il suo procuratore vada a vedere i numero che hanno Kane, Lewandoski, Benzema e compagnia prima di metterli sullo stesso piano.
      Accontentare lui (qualora sia possibile) innescherebbe un’effetto domino su tutti gli altri, in primis proprio per Barella che sta alla finestra a vedere quello che succede.

      • Semperfi scrive:

        OK, diciamo che costa di base 110M e meno di 120 non va da nessuna parte. Diciamo che si prende un’altro che tira bene i rigori, segna in champion e capocannoniere in seria A.
        Quanto costa? Io ne vedo pochi in giro del suo livello, visto che gioca da noi gli aumento lo stipendio e me lo tengo chiaro con tutti gli incentivi del caso legati a num.gol,assist,presenze,cl,ci,cc etc.
        Ma meno di di 12 lordi la vedo difficile, molto dipende dalle destrezze di M, vediamo cosa succede io spero si risolva rapidamente, uno come Lautaro meglio avercelo che cercarlo.
        Opinione personale.

  71. Deki scrive:

    Se c’è una componente che quest’anno ha fatto veramente la differenza, anche e soprattutto a detta di chi ha vissuto costantemente lo spogliatoio, è stata la coesione del gruppo e l’unità di intenti nel remare tutti nella stessa direzione: in altre parole, il NOI davanti all’IO.
    Lautaro in questo momento sta anteponendo l’IO al NOI, perchè ritiene di valere il triplo di tanti suoi compagni di squadra, si pone ad uno scalino superiore rispetto al gruppo.
    Visto che piace tanto la frase “voi che fareste al posto suo?” io vi giro la domanda: “voi come vi sentireste se il vostro datore di lavoro vi dicesse che di grano non ce n’è e poi triplicasse lo stipendio del vostro collega?”

  72. Alex scrive:

    Per me Lautaro vale 8/8,5 con bonus legati a rendimento e risultati per arrivare max a 10. Oltre, arrivederci e grazie; anche, o forse soprattutto, per un discorso di equilibrio con tutti gli altri giocatori. E’ vero che lui è senz’altro uno dei 3/4 giocatori migliori della rosa e può giocare un pò al rialzo, ma non troppo. Vorrei anche far notare che “di ritorno” avremmo uno che sicuramente diventerà un gran giocatore, potrebbe essere anche un grandissimo: Valentin Carboni.

  73. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Marotta: “Oaktree? Posso dispensare grande ottimismo” è una frase così sibillina da sembrare una sentenza. Speremm

  74. Dawide scrive:

    Sarebbe troppo bello se questa volta tutto il can can servisse a far fare il figurone al calciatore. Che va in conferenza stampa, mostra le stimmate, e come un provetto MarioMerola fa la scenata del piezze ‘e core. Rinuncia a un paio di milioni a microfoni riuniti e abbraccia piangendo Zanetti.
    Ma non credo ad una tale messa in scena. Il giocatore è già super amato dalla tifoseria, percui non ci sarebbe nessun bisogno di creare la suspance per poi fare il teatro strappa applausi dopo.

    • Deki scrive:

      Il giocatore ERA super amato dalla tifoseria fino a a che non prendesse la parola quotidianamente il suo procuratore.
      Da una decina di giorni a questa parte le quotazioni “amorose” tendono un pò al ribasso……

  75. Alex scrive:

    Spiace per la Viola, una squadra italiana che perde una finale a 5 minuti dai rigori; non certo per quel brutto personaggio di Rocco Comisso che tira sempre in ballo i debiti dell’ Inter. Guardasse in casa sua! Poi, comunque la Viola ha giocato male contro un avversario non certo irresistibile; infatti il migliore è stato il suo portiere.

    • Giorgio scrive:

      Vero.
      Squadra non ben messa in campo e con un attacco inesistente (chissà se non riusciamo a vendergli Arnautovic…🤔).
      L’hanno persa perché gli altri l’han voluta provare a vincere, ovviamente favoriti dal fattore campo.
      Ecco…una volta che faccio il tifo io…la squadra italiana perde.
      Buonanotte, va’.

  76. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Mannaggia. Perdere una finale per un gol nei supplementari quando hai giocato meglio tutta la partita farebbe leggermente girare i cosiddetti a chiunque. Due anni di fila ancora di più. Ma tant’è, purtroppo.

  77. mare scrive:

    Vero che la quasi totalità dei calciatori è così legata ai soldi che passano dal baciare una maglia all’altra con facilità disarmante ma vero anche che noi tifosi passiamo dal considerare un nostro calciatore da idolo a merda per voci ancora tutte da verificare

    Che chieda 14 milioni non è credibile, sanno benissimo che è una cifra assurda per noi…e se invece fosse una voce messa appositamente in giro dalla.nostra proprietà (un fondo speculativo…) per buttare merda e preparare il terreno per fare cassa ?

    Io non so ovviamente nulla ma questa
    storia ad oggi mi sembra piuttosto strana e attendo l’epilogo prima di sbilanciarmi

  78. Mandorlo scrive:

    Come è scritto sulle banconote:
    In Marotta We Trust

  79. Scetticonerazzurro scrive:

    Faccio ammenda di un giudizio poco positivo più volte espresso su Lautaro, centravanti di movimento, non un puntero quale vorrei che fosse e di cui la nostra squadra avrebbe estremo bisogno per sfruttare le tante occasioni che il gran gioco collettivo la squadra crea nell’arco dei novanta minuti. D’accordo, non sa tirare i rigori né le punizioni, sparacchia spesso agli uccellini, ma in momenti decisivi ha sboccato il risultato a nostro favore e in fin dei conti i numeri parlano chiaro: anche come centravanti di sfondamento è tra i più prolifici in circolazione , primo in Italia e tra i primi nel mondo. Tuttavia nell’economia della nostra squadra non è tanto importante il numero dei gol che garantisce nell’arco di un campionato quanto il lavoro , spesso oscuro ma determinante , non solo di raccordo tra i vari reparti, ma con la sua presenza in ogni settore del campo. Tutti comportamenti che ne fanno un uomo squadra, come, ad es., sapeva essere nell’Inter di Mancini Ibra, lo svedese. Dico la verità, non so immaginare un’Inter vincente, in Italia e soprattutto in Europa , senza questo giocatore. Intendiamoci, così la pensavo anche per l’Inter di Mancini quando Ibra volle andarsene, eppure la sua partenza fu preludio al triplete, grazie ai nuovi acquisti permessi da quella fortunata vendita. Ma quello fu un vero miracolo, e i miracoli quasi mai si ripetono. Certo, in ogni vicenda umana tutti siamo necessari, nessuno è indispensabile. E tuttavia, se potessi farlo, consiglierai al saggio Marotta di evitare ad ogni costo la fuga di questo fuoriclasse, che , come ho scritto in un post precedente, insieme ad altri due o tre della nostra squadra, è indubbiamente , “fuori posto” nel calcio italiano , ma che ha più volte e più di ogni altro, dichiarato la sua totale devozione ai nostri colori e alle fortune della squadra che lo ha lanciato.
    Felice giornata.

    • Scetticonerazzurro scrive:

      PS. Il mio edicolante, gobbo gentile , mi ha conservato stamattina la Gazzetta che offre gratuitamente un libretto che celebra i venti scudetti dell’Inter. In copertina, in atteggiamento di santo protettore della squadra , a tutta pagina, c’è l’immagine di Lautaro. Mi son così convinto che venderlo sarebbe veramente un sacrilegio, insomma un peccato mortale o, più laicamente, una beffa insopportabile che noi tifosi non meritiamo…Mi sbaglio?

      • Cipe64 scrive:

        @Scettico, condivido questo tuo pensiero e cercherò di comprare la gs per avere il libretto.

        La gazza la getteró via senza leggerla e senza, in parte, rompere il mio voto, fatto dopo il celebre titolo sul cd “scucetto”, di non averci più nulla a che fare, sia in formato cartaceo che digitale o web.

        • Cipe64 scrive:

          PS con la postilla che se per il Club il possibile è dieci
          milioni, bonus compresi, anche Lautaro deve fare il possibile per non perdere noi…

  80. Alex scrive:

    @Mare.
    Ma no, dai; nessuno mi sembra abbia dato della merda a Lautaro, perchè non ce ne sono (ancora) i presupposti. Nessuno ha dato delle merde ad Hakimi, Onana o Brozo; praticamente tutti l’abbiamo data a Lukaku e, con qualche attenuante in più, a Skriniar. Proprio perchè le modalità di addio sono state molto diverse. Se Lautaro dovesse presentarsi e dire: ” O 12 Mln. o me ne vado” e Marotta gli dicesse “Prego, quella è la porta; grazie di tutto e ciao”, dispiacerebbe, certo, ma bòna lè. Tutto questo, è ovvio, dovrebbe maturare entro la fine di Giugno, primi di Luglio al massimo, per consentire alla Società di trovare un sostituto adeguato. Se invece le cose cominciassero a trascinarsi oltre, addirittura a stagione iniziata, con lui che “tira” ad arrivare a scadenza, allora è evidente che la situazione sarebbe del tutto diversa.

  81. mare scrive:

    Alex a volte per semplificare gli argomenti si estremizzano i concetti 🙂

    Ma a parte ciò, aldilà che si sono presentati bene, vero, ma non vedo cosa altro avrebbero potuto dire pubblicamente (…guardate che a noi della vostra storia importa na cippa..), prima di fidarmi di un fondo speculativo vorrei vederli all’opera

    Si sono presentati bene?
    Si vero, ma cosa avrebbero dovuto dire di diverso ?

  82. GuS scrive:

    @Scettico condivido in toto la tua valutazione sull’importanza di Lautaro al di là dei gol. Personalmente però non mi vivrei così male la sua partenza. È vero, è un simbolo. Ma ormai dovremmo spero aver capito tutti che l’unico modo per fare mercato è vendere la persona giusta al momento giusto e operare con intelligenza il famoso player trading. I giocatori forti vanno tenuti, ma non fino al punto di farli diventare invendibili zavorre a bilancio. Personalmente mi augurerei un accordo “politico”, con Lautaro che firma accettando le condizioni della società e che viene venduto (bene) l’anno prossimo o quello successivo.

  83. Semperfi scrive:

    Il PSG “Prezzi Sempre Gonfiati” vuole il nostro Capitain?.
    Mi porto avanti nel caso ci sia bisogno di attaccare l’avviso “Cercasi Bomber” all’ingresso del centro sportivo “La Quercia” (da non confondere con il camping).
    120M in contanti o bitcoin, zero rate o dilazioni da mercatone dell’usato.
    Gita all’ingrosso di Bergamo per rilevare con la stessa moneta:
    Lookman (50) e Scalvini (50). Non sono graditi esperimenti con sconosciuti dall’est.
    Questa semplice operazione rispetta il decreto vendi e poi compra, salute a bilancio, avanzo di 20M e ortodossia rispettata in pieno.
    Ho scritto “nel caso”, rimango positivo e piena fiducia a M e il suo leprotto nel cilindro allo scadere del mercato.
    PC: Lautà facce lo sconto! e nun fà lo str..

  84. Gilberto scrive:

    Inizio a non pormi il problema Lautaro, sinceramente, ritenendo pressoché sicuro che non l’avremo la prossima stagione. Mi pare non sia esagerato dire che sta ricattando la società, a questo punto. L’ imperativo è quindi venderlo bene e celermente per evitare spiacevoli rischi.

  85. Enzo Primo scrive:

    Sono concorde su quello che ha scritto Mare riguardo Lautaro, in più aggiungo anche la famosa citazione del Trap: “non dire gatto…”.
    Sappiamo tutti che i procuratori sono degli sciacalli immondi, e quello di LM non è da meno.
    Vero é che Lautaro finora – al di là delle frasi di circostanza che personalmente mi fan cagare – non ha fatto nulla (NULLA!) per smentire le P. I. e questo mi irrita alquanto.
    Da un paio di lustri non mi affeziono più a nessun calciatore, anzi, li considero alla stregua di impiegati a disposizione nella società in cui lavorano, ergo…

  86. Militus scrive:

    Io ero convinto che Skriniar, dopo tutti i suoi proclami d’amore per la squadra, sarebbe rimasto. Invece mi sbagliavo e ho fatto ammenda, quindi ora non metto più la mano sul fuoco per nessuno. Sono perfettamente consapevole che senza i gol di Lautaro la seconda stella non sarebbe arrivata e che non sarà facile trovarne un altro come lui ma se il nostro bomber vuole tirarla lunga e poi andarsene come fece lo slovacco faccia pure (è vero che Skriniar andava in scadenza e Lautaro invece no ma le analogie cominciano ad essere troppe). Se porta un malloppo a tre cifre, poi ci penserà Marotta a spenderlo oculatamente senza indebolire la squadra.

    • Deki scrive:

      Vale per tutti Militus.
      Basti pensare a Chalanoglu che non ha esitato a svincolarsi ed andare dai rivali storici oppure a Pavard che ha simulato un mal di schiena pur di non allenarsi le ultime settimane col Bayern.
      Quando vorranno cambiare aria Bastoni, Barella, Thuram e compagnia cantante faranno di tutto pur di andarsene.

  87. TOTO scrive:

    Posso ibernarmi adesso e svegliarmi alla prima partita ufficiale?
    Mi piacerebbe di più alla fine del mercato ma temo di perdermi qualche gol… di Lautaro, ovviamente! 🤣🤣

  88. Gaetano scrive:

    E intanto Acerbi si fa operare per la pubalgia e salterà gli Europei con l’ItaGLia…
    Comunque sappiate che, quando LauDENaro andrà al PSG, non verserò una lacrima; la Beneamata resta, invece tutto il resto è noia… ( Califfo docet… non a caso grande tifoso della Nostra Squadra).

  89. Cipe64 scrive:

    Voglio condividere anche con voi questo mio profondo pensiero del mattino.

    Una delle cose in cui spero si cambi musica è la difesa dell’immagine dell’Inter , immagine ormai da troppo tempo oggetto di una campagna di fango e di fakes a tuttocampo.

    Campagna, peraltro orchestrata da chi nel fango – anzi nella “merda” come autodenunciato in intercettazione telefonica – vive senza che media e giornalisti compiacenti o alle dipendenze prezzolati, dicano una parola.

    Spero che Oaktree, che pare ci tenga all’immagine del fondo, intervenga pesantemente con le giuste precisazioni…ed anche querele se occorre.

    • GuS scrive:

      Responsabile della comunicazione di Oaktree è Albanese, per un decennio a libro paga di Agnelli e veicolatore di tutto il mainstream gobbo. Un esperto, diciamo.

    • Scetticonerazzurro scrive:

      Farai bene ad acquistare il libretto dedicato all’Inter, perché è ben fatto ed è il primo di una lunga serie costituita, immagino, da storiche corrispondenze di partite della nostra squadra fatte da grandi giornalisti che, a partire da Gianni Brera, hanno diretto il quotidiano. Quanto poi alle false notizie che circolano nei social sulla nostra squadra, non ti curare di loro. La Benamata probabilmente solo per ironia così è stata appellata: mai, tranne che dai suoi tifosi, è stata, non dico amata, ma appena sopportata dalla pubblica opinione. Ma io questo diverso trattamento l’ho sempre ritenuto, anziché uno sgarbo, un tratto distintivo e un implicito riconoscimento di una nostra diversa grandezza.

      • Cipe64 scrive:

        Corro…spero di trovarne qualche copia.

        @Scettico…quel che scrivi per me spesso è rassenerante, quasi terapeutico…ma quest’anno tra Barella simulatore (LUI…non certo, per esempio, chiesa), fallimenti vari, processi sommari, Marrotte league etc. etc. etc….mi risulta difficile non curarmi di loro.

        Con stima.

  90. Maura scrive:

    Un bel po’ di soldi e Hakimi. La pattumiera Psg continua a fare vittime. Dopo Ibra, Skriniar, Icardi e nientepopodimeno che Messi, perché non Lautaro. Poi bisognerebbe far leggere loro Giulio Cesare: meglio primo in un paese delle Gallie che secondo a Roma. Che poi ti schifa pure il Como. Peccato che io abbia un adorabile cane a nome Maurito, ricordo di un amore non corrisposto. L’Ultimo. La Lula non l’ho amata mai.

  91. Deki scrive:

    Massimo Moratti a La Repubblica in seguito a un articolo pubblicato ieri.
    “Gentile direttore mi riferisco all’articolo comparso ieri nelle edizioni cartacea e online dal titolo ‘Il debito dell’Inter che lega il triplete alla seconda stella’, nel quale si assume l’esistenza di un ‘buco dell’era Moratti’. Naturalmente respingo l’ipotesi di aver mai generato alcun ‘buco’, tanto meno a carico dell’Inter. Come anche l’estensore del pezzo potrà confermare, è notorio che abbia sempre personalmente e tempestivamente ripianato le perdite di gestione del club. Va da sé che le eventuali diverse scelte delle proprietà successive di ricorrere a finanziamenti invece che a iniezioni dirette di capitali non possano riguardarmi”.

    • GuS scrive:

      In Indonesia a qualcuno saran fischiate le orecchie…
      Per completezza: il buco c’era eccome, ma Thohir si guardò bene dal coprirlo con i soldi di papà, preferendo inaugurare la moda dei finanziamenti a debito…

    • Cipe64 scrive:

      Per adesso i media alle dipendenze degli ovini gettano fango sull’Inter ed i suoi simboli a gogò.
      Si dovrebbe cominciare a far partire qualche querela insieme alla risposta.
      MM si è letteralmente svenato per l’Inter ed un giornalista prezzolato viene lasciato libero di dire quel che vuole.

      Parlo anche dell’ultima bufala sulla mancata comunicazione che…

      1) eventualmente ci fosse stata non…riguarda il capitale sociale del Club e quindi, comunque, non rileva e non può interessare la FIGC;

      2) l’affermazione oggetto su cui si è costruito il fake non parla di azioni ma di “interessi economici” quindi una cosa ben diversa;

      3) tutto fa ad oggi pensare che il passaggio di azioni sia avvenuto nei giusti tempi.

      4) nel peggiore dei casi…quindi nel caso che il passaggio di capitale avesse riguardato il capitale sociale del Club e che lo stesso non fosse stato comunicato per tempo…la sanzione possibile potrebbe essere oggi una sanzione amministrativa, una multa.

      Quel che appare oggi che la cosa sia stata a monte dei passaggi che possono riguardare la federazione….insomma affari di Zhang…per dirla pulita.

      La fonte non sono io, che non c’ho mai capito nulla di finanza, ma un confronto su yt tra Alessando Cavasinni e Marco Iaria.

      Avviso che il video dura più di un’ora.

    • Francesco89 scrive:

      Avevo ricontrollato poco tempo fa:
      – Moratti passò a Thohir un debito da 180mln€
      – Thohir lo trasformò in un bond da 230mln€ (2014-15)
      – Zhang, quando era ancora presidente Thohir, aumentò il valore del bond, per un totale di 300mln€. (2017-18)
      – Zhang nel 2022 lo estese nuovamente fino agli attuali 415mln€ con scadenza 2027

      • Cipe64 scrive:

        Francesco…detto questo…

        Moratti ha speso per l’Inter 1,2 miliardi di Euro, dal suo personale portafoglio, nell’Inter.

        Tohir credo nulla.

        Zhang ha speso, quanto di preciso non so, fino al 2020 una certa cifra. Qualcosa se non erro intorno ai 600 milioni.

        • Francesco89 scrive:

          Assolutamente!
          Ho solo messo i valori reali!

          Su Zhang ancora devo capire bene quanti soldi effettivamente ha messo come aumenti di capitale, escludendo cioè le sponsorizzazione da Suning!

          • Cipe64 scrive:

            Si ma non volevo sembrare polemico, soltanto volevo aggiungere quel dato per ricollegarmi alla risposta che MM ha dato alla stampa.

            Sottolineare che i debiti lasciati non sono tutti uguali.

            Mi sembra di ricordare che Thoir è riuscito addirittura a ricavare un minimo utile.

            • Francesco89 scrive:

              Mi risulta che Thohir comprò l’Inter con una valutazione di 350mln€ e la vendette dopo 3 anni con una valutazione di 500ml€.
              Sembra quindi che guadagnò 150mln€ solo per aver sistemato i conti senza raggiungere né alcun obiettivo sportivo e nemmeno una parvenza di competitività!

  92. Enzo Primo scrive:

    Colpo di scena sul fronte Lautaro Martinez. Dopo l’anticipazione del Corriere dello Sport, anche Sky conferma la novità degli ultimi minuti che farà felici tutti i tifosi dell’Inter: il Toro, infatti, ha deciso di accettare l’offerta del club milanese da 9 milioni di euro più bonus ed è pronto a firmare il rinnovo di contratto fino al 2029. Per l’annuncio mancano solo gli ultimi dettagli.

  93. Cipe64 scrive:

    Un consiglio, anzi una preghiera, per la nuova gestione…

    COMUNICAZIONE
    COMUNICAZIONE
    COMUNICAZIONE..

    Anche basta con il libero fango sul Club da parte di pseudo associazioni di avvocati tifosi, media e collaterali servi e prezzolati.

    • GuS scrive:

      @Cipe ci sono milioni di tifosi gobbi e gonzi che di notte fanno sogni bagnati immaginando PER UNA VOLTA che l’Inter venga colta in fallo, che fallisca, che venga retrocessa, che subisca almeno uno straccio di penalizzazione, una multa all’autovelox per dio!…Su questi sogni bagnati lucrano media tradizionali e cacciatori di interazioni social. Tutto normale, purtroppo. Una normalità che avvelena un clima già di per sé pesante (soprattutto in rete). Massimo rispetto a quelli (io ne seguo alcuni su x) che rispondono colpo su colpo smascherando in punta di codici, norme, bilanci, la marea di cazzate che viene spacciata. Mi capita persino di seguire un esperto di finanza di fede bianconera che come si prova ad esprimere, richiestogli, un parere tecnico sulle presunte irregolarità dei nostri movimenti finanziari, inevitabilmente frustrando le aspettative gonzogobbe, viene poi tacciato di alto tradimento. Al solito, alla marea italiota non interessa ragionare, capire, approfondire (argomenti peraltro molto complessi). Interessa solo essere blandita nel suo tifo rancoroso, tossico.
      Come già ebbi modo di scriverti, non lasciarti travolgere dal clima nel web. Stanno impazzendo a vederci lassù.

      • Cipe64 scrive:

        E impazzire devono.

        Anche io a volte mi imbatto in un gobbo tuber che esprime pareri onesti e sportivi.
        Mi viene il dubbio che si parli della stessa persona….due gobbi sportivi, tutti insieme, cominciano ad essere statisticamente poco probabili.

        Sono mosche bianche e vengono appunto additati come traditori dalla massa di gobbi.

  94. Lothar scrive:

    Grazie Lautaro,
    sarai amato dal popolo nerazzurro
    come da nessun altra parte ti sarebbe potuto accadere.
    Forza Inter, se il buongiorno si vede dal mattino, questi americans ci tengono davvero alla Beneamata.
    Juvemerda!

    • mare scrive:

      Stando alle ultime, sempre se vere, firmerebbe per la cifra più “scontata e logica “(per la serie A) di 9 mln fino al 2029.

      Se vero, si confermano ancora una volta le tante voci assurde dei 12,14,16 su di noi etc…che intanto hanno buttato merda a gratis

      Ripeto, vediamo se vera quest’ultima dei 9 mln ma a prescindere da ciò passano gli anni, tanti, ma noi tifosi non abbiamo ancora fatto gli anticorpi verso le I media, verso le tante stupidaggini contro di noi che condizionano gli umori, che spesso ci hanno fatto male

  95. Lothar scrive:

    Mah, io l’ho letta su gazzetta.it, dovrebbe essere veritiera lz notizia..

  96. neroazzurro-rosso scrive:

    Anche secondo FCInternews la notizia è vera: 9 milioni + bonus fino al 2029.

    Ero già pronto ad un sit in di protesta davanti al ristorante di Augustina…

  97. Semperfi scrive:

    Il Capitano ha deciso di dribblare il procuattore per andare in meta da solo.
    Non avevo dubbi, solo qualche incertezza sui controllori e il loro piano di volo.
    Alla fine, evitata la figuraccia sottolineo un chiaro messaggio lanciato al mondo dai piani alti ancora non del tutto pieni, Noi siamo noi e gli altri.. non erano all’altezza.
    Ringraziamo, bla,bla,bla, ma adesso facciamo sul serio.
    Bigbabol avvisate, non si vendono i migliori anzi, ci rinforziamo!
    Lautaro ha dimostrato di essere un vero bomber e una gran persona.
    Comunque per 10 meloni desidero una cinquantina di gol in totale.
    Davvero un buon inizio, Bravi e complimenti a tutti/e.
    PS: M scusa, me lo compri Scalvini?

    • Cipe64 scrive:

      Schermaglie di una trattativa. Ci sta.
      Solita tempesta in un bicchier d’acqua alla quale siamo abbastanza abituati. Bene così Semper.

      • Semperfi scrive:

        Trattativa “Cunzata” anche da ingredienti estranei e fuori luogo, per una ricetta semplice e genuina che ha sempre dimostrato di fare la sua figura a difesa della tradizione di casa.
        Molto contento comunque, anche perchè LM arrivato in silenzio appena svezzato da riserva di Maurito, si è guadagnato da solo la titolarità a forza di gol e la fascia di capitano per votazione segreta ma unanime, una brava persona che merita il giusto riconoscimento come il resto della squadra che lo considera a tutti gli effetti il rappresentante di questo grandissimo gruppo di bravi ragazzi. Bene così Cipe.

        • Cipe64 scrive:

          A me sembra la pantomima perfetta.
          Ne scono tutti bene…con un aumento peraltro congruo allo status del giocatore.
          Del resto non riesco a immaginare chi al posto di Lautaro non ponga in essere una trattativa per un rinnovo.
          Paga un procuratore …qualcosa dovrà pur fare.

  98. GuS scrive:

    Come prevedevo e auspicavo, rinnovo politico alla cifra offerta dalla società. Seguiranno dichiarazioni d’amore e cessione entro il prossimo biennio (anche questo più che altro un mio auspicio).

  99. Deki scrive:

    Domanda: se non dovevamo credere ai media quando ci dicevano che Ca(i)mano chiedeva 12-14-16, perchè dobbiamo crederci oggi che ci dicono che hanno accettato a 9?
    Io direi di aspettare i comunicati ufficiali prima di cantare vittoria.

    Detto ciò, qualora fosse vero, sicuramente le polemiche ad arte non è che i media se le sono inventate di sana pianta in quanto sono stati lo stesso Lautaro e Ca(i)mano che hanno seminato dubbi fino ad oggi.
    Se finisse veramente così è un bene per tutti:
    1) noi tifosi non perderemmo un giocatore che fa la differenza in serie A,
    2) la società l’ha rinnovato alle sue condizioni
    3) lui ha visto aumentare di un terzo lo stipendio e nel frattempo è anche passato da buon samaritano agli occhi dei tifosi

    • GuS scrive:

      Ti vengo a strascico Deki, sopportami.
      Aggiungo: siamo sicuri che tutte le notizie sulle pretese di ingaggio non le abbia velinate la dirigenza stessa per creare un clima di pressione sul giocatore?
      Metterei inoltre un punto
      4) il rischio di perderlo a zero è scongiurato e puoi serenamente concordare una cessione a cifre importanti nel futuro prossimo.

      • Deki scrive:

        Le supposizioni potrebbero essere tutte vere, fino a prova contraria.
        Marotta è una vecchia volpe, questo è sicuro però le dichiarazioni che ha fatto Ca(i)mano non glie l’ha estorte nessuno.
        E’ vero che non hanno mai parlato espressamente di numeri ma se dici che il tuo assistito sta ai livelli di giocatori che prendono stipendi da 20 mln a stagione, beh il dubbio credo sia lecito.

    • Cipe64 scrive:

      Vedi sopra…la pantomima perfetta.
      Per me, comunque, ci sta anche…

  100. Deki scrive:

    Anche se la vera notizia è questa.
    ARRIGO SACCHI:
    “Quest’anno menziono anche Inzaghi tra i top. Simone si è evoluto tanto, diventando sempre più uno stratega. Il salto di qualità fatto dall’Inter sul piano del gioco è sotto gli occhi di tutti”

  101. Dawide scrive:

    È andata davvero in scena la merolata allora!!
    Adesso ci vuole il video del momento, con violini e arpe in sottofondo

  102. Alex scrive:

    Francamente capisco poco il cominciare a parlare già di cessione poche ore dopo arrivata la notizia del quasi certo rinnovo, ma comunque…. Parecchi si sono lasciati influenzare dal solito can-can mediatico che, come al solito quando ci riguarda, buttava benzina sul fuoco (qui probabilmente su delle braci) riportando notizie e (soprattutto) cifre AD MINCHIAM, dimenticandosi che Lautaro è un ragazzo fondamentalmente serio; e che quindi, quando diceva che sta bene all’Inter e a Milano, non erano le solite vuote frasi di circostanza. Come in cuor mio speravo, ha molto verosimilmente chiamato ‘sto cavolo di Camano e gli ha detto: “Basta tirarla lunga: rinnoviamo a questa cifra e va bene così”. Non saprà tirare i rigori e dovrà ancora aumentare il livello di prestazioni in Champions, ma è un giocatore che è sempre cresciuto migliorandosi nel corso degli anni e che, oltre ai gol, lavora anche tanto per la squadra. Mi perdonerà qualcuno, ma persona e atteggiamento, dentro e fuori dal campo, ben diversi da quell’Icardi che ancora viene rimpianto. Poi non lo voglio assurgere a livello di bandiera, perchè al giorno d’oggi non ne esistono più; in ogni caso, per me almeno, benissimo così.

    • GuS scrive:

      Alex io mi porto avanti col lavoro. Per me Lautaro rinnovato è una buona notizia in prospettiva (perché così evitiamo di perderlo a zero e di fare lo Skrigno bis, altro bravo ragazzo che aveva a cuore le sorti dell’Inter…) piuttosto che una buona notizia per l’oggi, (visto che comunque un contratto già ce l’aveva…).

      • Alex scrive:

        Certo, ognuno ha diritto di interpretare il proprio tifo e la propria passione come vuole. Penso tu sappia perfettamente che, nonostante esistesse già un contratto in essere, sarebbe stato destabilizzante per tutto l’ambiente tirarla ancora per le lunghe: o rinnovava, o andava messo sul mercato subito, proprio per evitare di fare la fine di Skriniar il quale, giova ricordarlo, fu la Società a decidere di metterlo sul mercato, per poi tirare la corda e non accontentarsi di una cifra assolutamente notevole (50 Mln. + 5/6 di bonus per un difensore a un anno dalla scadenza). Io guardo al presente e dico che tenersi Lautaro è meglio che cercare di andare a “pescare” qualcun altro, con tutte le incertezze del caso sul suo rendimento. E anche sui più o meno bravi ragazzi ognuno è ovviamente libero di avere la propria opinione.

        • GuS scrive:

          Ma si appunto, la buona notizia è che non ci sarà uno Skriniar bis (“i tifosi dell’Inter mi conoscono…”). Quanto ai bravi ragazzi, chi era il mister che aveva detto che i bravi ragazzi li presentava alla figlia e non gli interessava averli in squadra…

          • Cipe64 scrive:

            Questa è una ottima notizia.
            Francamente se frutto di una merolata o di una reale trattativa….anche stigrandissimicxxxx.
            Con rispetto parlando.

  103. Flavio Mucci scrive:

    Per la cronaca il Sassuolo Primavera ne fa tre anche alla Roma.

    Il calcio è bello perchè è vario.

    Almeno l’anno prossimo la prima squadra non avrà il problema Sassuolo, resterà però per la Primavera.

    • Alex scrive:

      Ah certo; vincere il campionato con la Primavera e retrocedere con la prima squadra dopo 11 anni in A, è una situazione quantomeno bizzarra.

  104. TOTO scrive:

    Beh, per la Primavera non si può mai dire.
    Da un anno all’altro, per mera anagrafe, le squadre cambiano talmente tanto!!!
    Vedremo.

  105. Scetticonerazzurro scrive:

    “Hoc erat in votis”, per dirla alla maniera dei saggi latini. In questo caso mi sembra più adatto l’italiano “molto rumore per nulla!”. La sensazione è infatti che tutto sia avvenuto secondo logica: Lautaro strameritava un adeguamento dei suoi compensi, senza però far saltare il banco di una società indebitata fino al collo e resta incomprensibile tutto l’ambaradan di supposizioni malevole, sospetti infondati , sincere preoccupazioni (almeno le mie !) per un accordo trovato – narrano le cronache – in pochi minuti e con la piena soddisfazione di entrambe le parti. Anche in questo blog non si è giocato di fioretto, ma con lo spadone, facendo cader sulla testa dell’incolpevole Lautaro, che tra l’altro mai si era espresso in proposito, accuse malevole , sospetti di alto tradimento, dimenticando i meriti suoi e il rispetto sempre manifestato per la squadra , la società e il paese che lo ospita. Io in generale in occasione di accordi di questo genere, prima di accusare o di assolvere , cerco di mettermi nei panni dell’uno e dell’altro dei due contendenti e mi domando cosa avrei deciso, in questo caso , nei panni dell’argentino. Dico la verità : confrontando i miei guadagni con quelli dei migliori giocatori che militano in altre squadre del continente, e nel rispetto dei criteri che regolano i contratti del mercato calciatori, avrei preteso molto di più e nel caso di risposta negativa da parte della società, avrei chiesto di essere messo in vendita . È chiaro però che nel caso di Lautaro le ragioni affettive hanno pesato di più delle pure ragioni economiche e almeno per questa scelta gli dobbiamo essere grati. Intendiamoci, dover ringraziare un giocatore per la sua permanenza , compensata, nonostante tutto , da una pioggia di milioni sembra, per il non tifoso , un comportamento contrario ad ogni criterio di buonsenso . Ma tant’è! Siamo tifosi e il tifo per definizione non obbedisce al criterio del buonsenso…
    Felice fine settimana.

  106. Alex scrive:

    E via! Appena finito il “finto caso” di Lautaro, le merde della carta stampata si buttano sulle plusvalenze col titolone: “Ora trema anche l’Inter”. A parte il fatto che i dossier sono stati aperti su almeno una ventina di squadre, l’Inter ci sarebbe dentro per aver valutato Naingolann in entrata per 38 Mln. , scambiato con Zaniolo (5,7) e Santon (10). Secondo voi quale era la valutazione eventualmente fuori mercato: quelle dichiarate dall’Inter per i due giocatori o quella di Naingolann ? Tutti i santi giorni che Dio manda in terra, devono per forza inventarsene una sull’Inter; a ‘sto punto mi viene da dire, altrimenti non li pagano. Mah…

  107. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Parafrasando Twain : “Non discutere mai con dei ladri : prima ti trascinano al loro livello, poi ti battono con l’esperienza”.

  108. gianfba scrive:

    Ma che culo stomachevole che tiene il Real

  109. Dawide scrive:

    Dunque, su wikipedia troviamo che il real ha perso una finale col benfica e una con l’inter negli anni ’60 e poi una con il super liverpool dei primi anni ’80.
    Dopodichè, dall’81 fino al 98 non ha più giocato finali. Dal 98 (contro la goêba) fino ad oggi ha vinto tutte le altre che ha disputato.
    Il borussia sappiamo tutti che ha vinto la sua unica champions contro la goêba.

    Per questo 2° tempo indubbiamente forza borussia.

  110. Giorgio scrive:

    Se non metton dentro Modric per dare assieme estro e ordine…rischiano davvero di perdere un’altra finale, dopo tanto tempo.

  111. gianfba scrive:

    E che ne parliamo a fare.

  112. Giorgio scrive:

    Ma porc…

  113. Deki scrive:

    Incredibile come al Real Madrid basti non fare niente per vincere le finali, limitandosi semplicemente ad aspettare gli eventi.

  114. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Nel calcio, diversamente dal pugilato, non si può vincere ai punti. Se ti mangi qualche golletto di troppo, questi vecchi marpioni ti castigano. E vincono la 15(!!!) Champions.

  115. Geppetto57🌟🌟 scrive:

    Sto ancora cercando adesso una logica nella sostituzione di Adeyemi per Reus al 72°.

  116. Giorgio scrive:

    Basta.
    È inutile.
    Anzi : è dannoso.
    Ho tifato la Roma contro il Leverkusen. Poi il Leverkusen in finale. Poi la Fiorentina. Stasera il B. Dortmund.
    Mi meraviglia che siam riusciti a vincere la seconda stella…
    Per fortuna…la carica di Fortebraccio sovrasta la mia 😬

  117. mare scrive:

    Javier sempre in forma

    Direi perfetta la sintesi di Deki, sembra davvero che non fanno altro che aspettare la vittoria che puntualmente arriva

  118. gianfba scrive:

    il fatto è che, anche quando sono in difficoltà, non sbagliano un passaggio o uno stop.
    In area, di testa la prendono sempre loro, in difesa ed in attacco.
    Poi inventano delle cose tipo il tunnel di Vinicius al difensore del Borussia.
    E per finire, l’anno prossimo avranno pure Mbappé.
    Ma quanto li schifo!!!

    • Geppetto57🌟🌟 scrive:

      I SuperGobbi. Prima c’erano solo loro in Spagna, poi si è aggiunto il Barça. Successivamente, con l’arrivo dei super-ricchi, si sono aggiunti altri club. Ma si può anche perdere lo status di SuperGobba. Vedi il Chelsea che senza Abramovic è tornato nell’anonimato. Da noi, invece solo loro sono gli inimitabili Gobbi.

      • Cipe64 scrive:

        Io mi chiedo ancora come sia stato possibile per qualcuno solo immaginare di uscire dal calcio storico ufficiale per entrare in una super lega tutta da inventare.
        Una specie di circoletto privato pensato, organizzato e gestito da florentino e andrea agnelli. Da real e giuve, le società più marce della storia del calcio.
        Un inferno a loro uso e consumo.
        Spero non vengano più in mente a nessuno idee del genere.

  119. Alex scrive:

    Eh; se ti divori due gol contro il Real in finale e prendi un palo (da rivedere al VAR la posizione dell’attaccante) è inevitabile che poi paghi dazio. Certo, si può anche parlare di culo, perchè ne hanno. In realtà si tratta di un mix di consapevolezza, di tecnica (che certamente non manca), di peso politico e del fattore C di cui parlavamo prima. Anch’io come Geppetto57, quando ho visto uscire il più pericoloso del Dortmund (Adeyemi), al netto che si era mangiato due gol, per far posto a quello che è stato un gran giocatore, ma ormai è già incamminato da tempo sul viale del tramonto (Reus, che infatti ha già annunciato il suo ritiro), ho capito che per il “Sor Carletto” e compagnia era fatta per l’ennesima volta.

  120. denny71 scrive:

    Cambiando (parzialmente) argomento, l’atalanta perdendo in casa con la fiorentina (che aveva giocato i supplementari mercoledì e non aveva nessun obiettivo) fallisce il sorpasso sulla gobba per il terzo posto, che comunque fa guadagnare qualche milioncino in più del quarto… è inutile, il gobbo gasp non si azzarda mai a fare il benché minimo dispetto alla sua “casa madre” 😒

    • Giorgio scrive:

      Gli è bastato togliere alla Roma la possibilità di giocare in CL (e per estensione all’Italia di avere 6 squadre)…
      Ben fatto, eh ? 😖

      • denny71 scrive:

        Mah, diciamo che quello ci può stare, da quanto ho capito se anche la roma fosse entrata in champions le altre 5 avrebbero perso una parte dei guadagni (una squadra in più con cui dividere) quindi alla fine è convenuto anche a noi, praticamente il vecchio “mors tua vita mea” 🤷‍♂️ ciò detto, se al posto della roma ci fosse stata la gobba sappiamo tutti quello che sarebbe successo, vero?

  121. Enzo Primo scrive:

    Gian Piero Gasperini continua a lanciare messaggi chiari all’Inter e lo fa anche dopo l’ultima partita giocata dalla sua Atalanta, questa sera contro la Fiorentina. Il tecnico della Dea, rispondendo alla domanda in conferenza stampa “Come si colma il gap in classifica con l’Inter per lottare con lo Scudetto?”, ha replicato: “Un modo è fare un miliardo di debiti facendo contratti incredibili, oppure non vendendo i giocatori migliori e comprando. La terza è guardando quello che sei con ambizione, con la lucidità di capire come va il mondo. Altrimenti sono solo parole che riempiono la bocca”.

    Ogni volta che questo miserabile e squallido personaggio apre la cloaca, lo fa solo per vomitare bile. La frustrazione lo attanaglia sin da quando fu esonerato dall’Inter solo dopo 73 giorni alla guida della nostra squadra.
    Non gli passa più…

  122. neroazzurro-rosso scrive:

    E’ un omuncolo miserrimo.
    Gli brucia ancora il culo per l’esonero dall’Inter e gli brucerà in eterno!
    Credo abbia rifiutato il Napoli perché si ritiene, giustamente, più idoneo ad allenare una squadra senza velleità di scudetto invece che impegnarsi a fondo per cercare di vincerlo.

    • Mauro scrive:

      Fondamentalmente è un cagasotto. Sa che a Bergamo può fare quello che vuole e tutto gli viene perdonato. A Napoli sarebbe stato un bello scontro con dela

  123. denny71 scrive:

    A proposito di debiti, la gobba ne ha più o meno come noi (circa 800 milioni) poi ovviamente loro hanno una proprietà che fa aumenti di capitale quasi ogni anno, più i vari magheggi che conosciamo (e probabilmente altri che possiamo solo ipotizzare) ma alla fine, a parte la narrativa dei media asserviti, la gestione della nostra società non è certo peggiore della loro, anzi marotta & co hanno fatto di necessità virtù… qualcuno dovrebbe avvisare il rosicone atalantino che sta sbagliando bersaglio

  124. Giorgio scrive:

    Buongiorno a tutti.
    Leggo commenti nei confronti di un allenatore che non è (ancora ?!?!) riuscito a fare “il salto” in una società blasonata. A voler essere maliziosi…lo ha malamente fallito.
    Quand’ero ragazzo – a scuola – si usava il termine “ripetente”.
    In ogni caso il succo di questo mio intervento si racchiude nella frase usata da un amico per descrivere la sua opinione nei confronti di taluni : “È al di sotto della mia soglia di attenzione”.

  125. GuS scrive:

    Poi ci sono le società che per risparmiare in bilancio un gruzzoletto di milioni sputano sulla propria storia recente. Vedi il licenziamento per giusta causa di Allegri e la conseguente causa legale.
    L’ostile Juve.

  126. Militus scrive:

    E pure oggi, intervistato in merito all’ennesimo veleno sputato ieri su di noi, non ce l’ha fatta a pronunciare il nome di quelli per cui tifa intimamente e contro la quale la sua Atalanta si squaglia sempre come neve al sole, giocando invece alla morte morte contro le altre. Ha parlato di altre squadre europee… Un’ultima cosa, tutta quella rincorsa in campionato per non arrivare neanche terzo (sia mai fare uno sgarbo ai suoi amati gobbi). Pensare che se fosse arrivato quinto avrebbe consentito l’accesso alla champions alla sesta squadra italiana… Che personaggio squallido.

    • Giorgio scrive:

      Ciao, Militus.
      Avevo fatto la stessa riflessione, ieri.
      Sono il primo a chiedere uguale impegno contro qualunque avversario, quindi nulla quaestio se un risultato non va come qualcuno vorrebbe, ma… così sembra davvero uno sgarbo inutile 🤔

  127. Alex scrive:

    Gasperini è un povero “ometto” che non sa perdere, ma neppure vincere; aggiungo che a ‘sto punto ha veramente triturato i maroni. Sportivamente parlando gli auguro il peggio possibile.

    • Geppetto57🌟🌟 scrive:

      C’è gente che gestisce male le sconfitte, altre le vittorie. Mi domando come mai questo personaggio deve sempre tirarci in mezzo quando vince qualcosa. Ha dei problemi.

      • GuS scrive:

        Gianfelice Facchetti su Gasperini: …nuova serie su Real Time “Io e la mia ossessione”.
        L’ha inquadrata bene il buon Gianfelice: si chiama ossessione. L’Inter poteva essere la svolta di una carriera: il salto dalla provincia al calcio delle grandi (per inteso, il cammino di un Simone Inzaghi).
        L’Inter ha invece certificato la sua dimensione (mettendoci peraltro pochissimo a fornirgli il certificato). Sei un provinciale, tornatene alla tua dimensione. Non gli passerà mai.

    • Giorgio scrive:

      Be’… Se lo fa solo quando vince qualcosa…ci metto la firma 🤣🤣🤣

    • Giorgio scrive:

      Doveva “indentarsi” dopo Geppetto 😁

  128. neroazzurro-rosso scrive:

    Biasin commenta così l’uscita del gobbo gasp:

    “Si vede che non ha ancora digerito 1-3 col Novara!”

  129. mare scrive:

    Non sono un medico ma pare ovvio che quel signore che allena a Bergamo ha urgente bisogno di un professionista per rimuovere il suo tarlo mentale

  130. Dawide scrive:

    Fa bene la societá a non rispondere ufficialmente. Mai.
    Equivale a dirgli che non lo cagano neanche di striscio.

  131. Lothar scrive:

    Marotta nuovo presidente dell’Inter,
    molto bene direi.

  132. Mandorlo scrive:

    Non ci si potrà ancora lamentare che il presidente sia lontano dalla squadra.
    In Marotta We Trust

  133. Deki scrive:

    Con Marotta nuovo presidente chi ricoprirà il ruolo di A.D.?
    Oppure avrà il doppio ruolo?

  134. Javier + scrive:

    Lui è il miglior uomo mercato d’Italia (almeno) e questo in una società che non può/vuole spendere è vitale, che non si azzardino a estrometterlo da lì.
    Può anche darsi, specie nei rapporti con la Lega, che il presidente necessiti di qualità che obiettivamente Zanetti non ha (stiamo parlando di presidenti non proprietari, portavoce insomma) , ma ripeto che lui deve contribuire fattivamente a costruire la squadra apportando buoni giocatori, il resto è secondario.

    • GuS scrive:

      Guarda, considerato che Zhang gli aveva delegato tutto il delegabile, credo che semplicemente Oaktree abbia formalizzato il modello. La proprietà indicherà i margini, Marotta opererà nei margini.
      È veramente la stessa situazione di prima ma con minore incertezza debitoria e maggiore stabilità finanziaria. E credo anche che la scelta di Marotta presidente ci dica che almeno fino al 27 (scadenza del suo contratto) la proprietà non venda.
      Fin qui, solo buone notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *